Clicks17
Irapuato
29 ottobre: Sant'Abramo l'anacoreta e l'eccezionale chiamata. Adversavulnera Sant' Abramo Titolo: Anacoreta Ricorrenza: 29 ottobre Tipologia: Commemorazione Abramo nacque da genitori non …More
29 ottobre: Sant'Abramo l'anacoreta e l'eccezionale chiamata.

Adversavulnera Sant' Abramo

Titolo: Anacoreta

Ricorrenza: 29 ottobre

Tipologia: Commemorazione

Abramo nacque da genitori non cristiani vicino a Galich nel sud ovest dell'Ucraina all'inizio del XII secolo. In gioventù soffriva di una malattia cronica che scomparve nel momento in cui, preso dalla disperazione, invocò l'aiuto del Dio cristiano. Fu battezzato e lasciò la propria casa per farsi monaco, poi ricevette una chiamata divina che gli ordinava di recarsi a Rostov (Russia) a diffondere il Vangelo ai numerosi pagani; operò in quei territori con grande zelo per lunghi anni ed edificò anche due chiese per il servizio ai convertiti: una dedicata a S. Giovanni Evangelista, che gli era apparso in visione, e l'altra al mistero dell'Epifania, costruita nel luogo in cui prima era collocato un famoso idolo pagano. Vicino a questa seconda chiesa Abramo fondò un monastero e ne fu il primo abate, pur continuando la predicazione e l'impegno missionario nel territorio.

Non si conosce la data certa della sua morte; era però oggetto di venerazione popolare prima della fine del xii secolo.

Le sue reliquie sono venerate nella chiesa dell'Epifania a Rostov. B.T.A. lo definiva «una figura molto incerta», perché a volte lo si trova collocato in epoche molto precedenti, nel x o xi secolo, e chiamato "l'apostolo di Rostov", tuttavia la storia della sua vita e della sua opera missionaria sono sufficientemente chiare e prive degli abbellimenti tipici dei racconti contraffatti; possiamo almeno ammirare il suo zelante impegno per la diffusione del Vangelo con fondata sicurezza.

MARTIROLOGIO ROMANO. A Edessa nell’antica Siria, sant’Abramo, anacoreta, la cui vita fu descritta dal diacono sant’Efrem.