Anna Katerina Emmerick : la Chiesa con due Papi. (Uno solo vero)

Anna Katharina Emmerick, monaca agostiniana tedesca vissuta tra il 1774 e il 1824, nata da una famiglia di origini contadine, viene venerata dalla chiesa universale per le sue doti mistiche e di veggente. Grazie alle sue visioni tramandateci è stata dissotterrata, vicino a Efeso, la casa che, secondo gli archeologi, avrebbe ospitato Maria e Giovanni in seguito alla morte di Gesù.

I diari “La dolorosa Passione del Nostro Signore Gesù Cristo” rivelano alcuni particolari inediti relativi alla morte di Gesù.

Tra le visioni della monaca tedesca hanno spazio anche alcune profezie apocalittiche sul destino della chiesa. Innanzitutto, Katharina Emmerick fu, credo, la prima ad aver previsto alcuni aspetti della futura riforma liturgica: “La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.

Ciò che salta immediatamente all’occhio, è la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: “Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città (di Roma). Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurità” (13 maggio 1820).

La chiesa che va formandosi, nella profezia emmerickiana, è una chiesa “falsa”, dalla dottrina corrotta (più avanti dirà protestantizzata) e dall’infestazione di un clero “tiepido”. Ma tutto questo non impedì alla chiesa di “aumentare di dimensioni”. Il riferimento, per molti, è al cosiddetto “effetto Bergoglio”, un’ondata di consensi, di chiese piene e code ai confessionali.

Anche il cambio di dimora e la clausura di quello che oggi è il Papa emerito sarebbero stati preannunciati: “Vedo il Santo Padre in grande angoscia. Egli vive in un palazzo diverso da quello di prima e vi ammette solo un numero limitato di amici a lui vicini. Temo che il Santo Padre soffrirà molte altre prove prima di morire. Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente” (10 agosto 1820).

Ecco la profezia sulla protestantizzazione della Chiesa cattolica: “Poi vidi che tutto ciò che riguardava il protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. La maggior parte dei sacerdoti erano attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano all’opera di distruzione. In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre” (1820).

E ancora, sempre sulla “chiesa grande”: “Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante”.

La profezia preannuncia anche la dottrina che, dagli anni postconciliari, guida gran parte della pastorale ecclesiastica, quella dell’ecumenismo e della libertà religiosa: “Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti e avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione. Così doveva essere la nuova chiesa… Ma Dio aveva altri progetti” (22 aprile 1823).

“Ma Dio aveva altri progetti”.

ilfoglio.it/…emmerick-e-la-rovina-della-chiesa-con-due-papi.htm

N.S.dellaGuardia
La beata Emmerick aveva anche previsto una "messa" futura su un materassino col prete in costume da bagno, ma non ha osato scriverne...
Francesco I
In effetti aveva profetizzato: "La messa era breve.... il Vangelo di San Giovanni non veniva letto alla fine......."
Chi è come Dio Nessuno È come Dio
è bellissima questa immagine di Giuda impiccato sembra una miniatura
Don Andrea Mancinella
“La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.
"Ciò che salta immediatamente all’occhio, è la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: “Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa."
Però, attenzione (sarà la quinta o sesta volta che lo ripeto): la Beata Emmerick ha fatto molte …More
“La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.
"Ciò che salta immediatamente all’occhio, è la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: “Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa."

Però, attenzione (sarà la quinta o sesta volta che lo ripeto): la Beata Emmerick ha fatto molte profezie vere realizzatesi, come quella della fasa 'chiesa ecumenica' anche qui riportata.
Però:
1) la 'Messa breve' non si riferisce alla 'Messa di Paolo VI/Bugnini, bensì ad una Santa Messa che la Beata vide celebrata in Santa Maria Maggiore, a Roma, alla presenza dell'Imperatore Enrico (mi pare Enrico II di Baviera) pochi decenni dopo l'anno 1000. E' ovvio che la Santa Messa era allora celebrata con piccole diversità da quella Tridentina, alla quale era abituata la Beata, che per questo la dice 'breve' e priva dell'ultimo Vangelo. “La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.

2) Per quanto poi riguarda i 'due Papi', la Beata non parla assolutamente di due Papi coesistenti, ma di un Papa del 5 /6 secolo - San Bonifacio IV - e di quello a lei contemporaneo allora, Pio VII, mettendone in luce il diverso grado di Fede: fervente quella del primo, mediocre quella del secondo. Una differenza temporale di più di mille anni...
E' incredibile come la stessa svista venga ripetuta ovunque, da anni, senza andare a controllare i testi originali (sia pur tradotti in francese).
I riferimenti alle visioni della Beata adesso non ho tempo di cercarli, ma possono essere trovati, con un po' di pazienza vista la mole degli scritti che riportano le sue visioni (sono 9 libri !), nell'edizione in francese (in italiano non esistono), reperibile qui: telechargement_gratuit_des_livres_d_anne_catherine_emmerich
(cliccare su "
télécharger gratuitement les 9 livres d'Anne-Catherine Emmerich ").
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci!
Eremita della Diocesi di Albano
Marziale
Se uno solo è vero significa quindi che l'atro è falso: il Falso profeta.
Dove profeta=Papa.
Quindi falso papa=Falso profeta
Perché il Falso profeta/AntiCristo sarà un Papa, falso
La Emmerick è compresa nel punto 10.
Più di così non posso. Se non ci arrivate allora vuol dire che avete problemi di apprendimento, oppure siete in malafede: tertium non datur.
Veritasanteomnia
Ma davvero! Ciò che mi sconcerta di più è il non voler vedere la realtà da parte del Clero
Don Andrea Mancinella
“La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.
"Ciò che salta immediatamente all’occhio, è la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: “Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa."
Però, attenzione (sarà la quinta o sesta volta che lo ripeto): la Beata Emmerick ha fatto molte …More
“La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.
"Ciò che salta immediatamente all’occhio, è la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: “Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa."

Però, attenzione (sarà la quinta o sesta volta che lo ripeto): la Beata Emmerick ha fatto molte profezie vere realizzatesi, come quella della fasa 'chiesa ecumenica' anche qui riportata.
Però:
1) la 'Messa breve' non si riferisce alla 'Messa di Paolo VI/Bugnini, bensì ad una Santa Messa che la Beata vide celebrata in Santa Maria Maggiore, a Roma, alla presenza dell'Imperatore Enrico (mi pare Enrico II di Baviera) pochi decenni dopo l'anno 1000. E' ovvio che la Santa Messa era allora celebrata con piccole diversità da quella Tridentina, alla quale era abituata la Beata, che per questo la dice 'breve' e priva dell'ultimo Vangelo. “La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.

2) Per quanto poi riguarda i 'due Papi', la Beata non parla assolutamente di due Papi coesistenti, ma di un Papa del 5 /6 secolo - San Bonifacio IV - e di quello a lei contemporaneo allora, Pio VII, mettendone in luce il diverso grado di Fede: fervente quella del primo, mediocre quella del secondo. Una differenza temporale di più di mille anni...
E' incredibile come la stessa svista venga ripetuta ovunque, da anni, senza andare a controllare i testi originali (sia pur tradotti in francese).
I riferimenti alle visioni della Beata adesso non ho tempo di cercarli, ma possono essere trovati, con un po' di pazienza vista la mole degli scritti che riportano le sue visioni (sono 9 libri !), nell'edizione in francese (in italiano non esistono), reperibile qui: telechargement_gratuit_des_livres_d_anne_catherine_emmerich
(cliccare su "
télécharger gratuitement les 9 livres d'Anne-Catherine Emmerich ").
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci!
Eremita della Diocesi di Albano
Marziale
Reverendo @Don Andrea Mancinella
è vero che negli scritti della Emmerick, ampiamente rimaneggiati dal Brentano, i due Papi potrebbero essere non contemporanei, ma non è certo.
Ma è certo che le due Chiese, quella vera e quella delle tenebre, nelle profezie della Emmerick sono contemporanee.
Ma una Chiesa, vera o falsa che sia, deve pur avere un Duce, un Papa.
Dunque quella vera ha per Papa …More
Reverendo @Don Andrea Mancinella
è vero che negli scritti della Emmerick, ampiamente rimaneggiati dal Brentano, i due Papi potrebbero essere non contemporanei, ma non è certo.
Ma è certo che le due Chiese, quella vera e quella delle tenebre, nelle profezie della Emmerick sono contemporanee.
Ma una Chiesa, vera o falsa che sia, deve pur avere un Duce, un Papa.
Dunque quella vera ha per Papa Benedetto XVI, e quella tenebrosa ha per papa un falso papa (Falso profeta Bergoglio).
E ritorniamo ai due Papi contemporanei.