Clicks7K
it.news
5

I vescovi italiani trasformano la liturgia in una rappresentazione di qualche setta protestante

I vescovi italiani dedicano il loro prossimo incontro (12-15 novembre) a una terza edizione del Messale Italiano, come scrive il sito ToscanaOggi.it (27 settembre).

Secondo la CEI, la nuova edizione del Messale Romano costituisce "l'opportunità per una formazione capillare, che riconsegni la ricchezza e l'irrevocabilità della riforma liturgica" di Paolo VI [anche se questa riforma è stata un fallimento devastante].

I vescovi dicono che i suoi punti essenziali sono la "centralità della Parola di Dio, della Pasqua e della stessa assemblea" [che suona come la definizione dell'adorazione di alcune sette Protestanti].

Pertanto, affermano, bisogna evitare "forme tradizionalistiche". Non sorprende che la Chiesa Italiana si ingolfata in una crisi mortale.

#newsSsjsjnlmph
il vandea
Non mi aspetto nulla di buono.
Veritasanteomnia
@TommasoG
Speriamo bene
Veritasanteomnia
Ho sentito dire che la liturgia nuova prevede il contenimento delle manifestazioni di fraternità allo scambio della pace. Questa cosa mi faceva presagire cose buone. Restiamo in attesa fiduciosa, magari verranno ridotti gli abusi... questo è quello che mi auguro
Istruzione Cattolica
Normale processo verso il basso iniziato dalla massoneria ecclesiale anni e anni fa. Un ben meritato castigo per i peccati nostri e del mondo. Abbiamo tirato la corda per duemila anni, non potevamo pretendere altro.
Francesco I
È la logica conseguenza della canonizzazione di "San"Montini
L’eresia antiliturgica da Lutero a Paolo VI