Clicks527
Francesco I
2

Il gioco delle costruzioni ora ha i mattoncini Lgbt - Aldo Maria Valli

12Ott
La Lego ha annunciato che eliminerà dai suoi giocattoli gli “stereotipi di genere” dopo che un sondaggio commissionato dallo stesso gigante danese delle costruzioni per bambini ha rilevato un problema nei ragazzi.
La ricerca, condotta dal Geena Davis Institute on Gender in Media, ha scoperto, infatti, che mentre le bambine sono sicure di sé e pronte a giocare anche con le confezioni di mattoncini pensate per i maschi, il 71% dei bambini intervistati ha confessato di temere di essere presi in giro qualora avessero utilizzato scatole descritte come “giocattoli per ragazze”.
Una paura, sottolinea lo studio riportato dal Guardian, condivisa se non più accentuata nei genitori. Da qui la decisione della Lego di togliere le etichette di genere da scatole e sul sito e dividere i giochi per “passione”.
Julia Goldin, chief product and marketing officer di Lego Group, in una dichiarazione ha detto: “I vantaggi del gioco creativo, come la costruzione di fiducia, la creatività e la capacità di comunicazione, sono avvertiti da tutti i bambini, eppure continuiamo a sperimentare stereotipi secolari che etichettano le attività come adatte solo a un genere specifico.
“Al Lego Group sappiamo di avere un ruolo da svolgere nel rimediare a questo problema e questa campagna è una delle numerose iniziative che stiamo mettendo in atto per aumentare la consapevolezza del problema e assicurarci di rendere il gioco Lego il più inclusivo possibile. Tutti i bambini dovrebbero essere in grado di raggiungere il loro vero potenziale creativo”.
Secondo l’amministratore delegato del Geena Davis Institute, Madeline Di Nonno, l’impulso dei ragazzi a non giocare con i giocattoli delle ragazze è il risultato di un comportamento maschile più apprezzato dalla società.
Al culmine dei disordini Black Lives Matter sulla scia dell’uccisione di George Floyd, Lego ha chiesto ai rivenditori di ritirare le pubblicità per giocattoli basati su immagini della polizia. Ha inoltre ha raccomandato agli affiliati di seguire la tendenza dei social media #BlackOutTuesday ispirata a Black Lives Matter e ha donato quattro milioni di dollari a enti di beneficenza antirazzisti.
Più di recente, a maggio, Lego ha introdotto una linea di giocattoli a tema Lgbt: “Everyone Is Awesome” in concomitanza con il Pride Month.
Fonti:
ansa.it
breitbart.com

aldomariavalli.it

N.S.dellaGuardia
Ho conservato i Lego di quando ero bambino (che tra l'altro costavano anche meno...) per i miei figli.
Erano molto più belli ed interessanti di quelli di adesso.
Si tengano pure i loro mattoncini lgbt
Andrea Mancinella
Lego: i soliti vigliacchi conformisti, che si allineano a tutte le perversioni del momento pur di restare a galla. Disonore e onta a tutti coloro che hanno ideato quest'ultima idiozia.
Gesù, Maria SS.ma, San GIuseppe, salvateci!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano