Clicks60
Propongo due video che parlano di TRANSUMANESIMO Questi argomenti sul transumanesimo li sentivo anni fa su Radio Maria... prima dell'era bergoglio. Un plauso al decimo toro e a Orizzonte degli …More
Propongo due video che parlano di TRANSUMANESIMO

Questi argomenti sul transumanesimo li sentivo anni fa su Radio Maria... prima dell'era bergoglio.
Un plauso al decimo toro e a Orizzonte degli Eventi che propone questi argomenti.

Da sottolineare un commento al video del decimo toro:

Baby Marx
Giovedì mentre lavoravo alle scuole elementari-medie ho intravisto un prototipo di un libro di antologia che ancora non è stato messo a disposizione per l'insegnamento, l'ho letto e non sono caduta perchè era già seduta: il 60 % del libro era incentrato sul femminicidio, sull'ecologismo e via dicendo...c'era un intero capitolo dove erano scritti i dieci comandamenti però dedicati a "madre terra", il primo infatti diceva "io sono l'unica terra, non avrai altro pianeta all'infuori di me", e poi spiegava la condizione della donna in italia e giuro su Dio c'era scritto "L'Italia è una società profondamente maschilista e patriarcale", e non oso pensare a un bambino di 9-10 anni che legge una cosa del genere, praticamente già lo fanno sentire in colpa nei confronti delle donne. Dato che era un prototipo gratuito l'ho preso e l'ho portato a casa per farlo vedere ai miei cari, neanche loro credevano a quello che leggevano.

Orizzonte degli Eventi
qui:
youtu.be/SxD3ZeC9DR0

HARARI, IL GURU DEL TRANSUMANESIMO E DELL'UOMO CHE SI E' FATTO DIO. MARIO ARTURO IANNACCONE

L'uomo non possiede libero arbitrio. Il pensiero umano si fonda sull'algoritmo al pari del computer. Il futuro appartiene all'Intelligenza Artificiale e non vi saranno limiti a ciò che sarà necessario all'Uomo fare per diventare Dio. Questi alcuni esempi del pensiero di Yuval Noah Harari, vero e proprio guru del transumano, idolatrato dai big della Silicon Valley e invitato a tenere conferenze nei templi del Grande Reset. Ne parliamo con Mario Iannaccone, analizzando le sue opere più famose: "Sapiens" e "Homo Deus".