Clicks3.5K
Tempi di Maria
16

Il (Beato) Fulton J. Sheen spiega Fatima, una storica tele-predica

Il vescovo statunitense Fulton Sheen è ricordato, oltre che come teologo grave e profondo, anche come eccellente comunicatore attraverso la radio, la stampa e la Tv.

Tenne conferenze, molto seguite, sia in patria che all’estero, nelle quali appassionava e conquistava l'uditorio. Nel 1930, alla NBC, teneva un programma fisso la domenica sera: L’ora cattolica. Un'attività fruttuosa di conversioni. Fu nominato vescovo da Pio XII e mandato come Ausiliare a New York, ma continuò nella sua attività di conferenziere e scrittore. Ricordiamo: La pace dell’anima, La felicità del cuore, Il primo amore del mondo (sulla Vergine), La filosofia della religione, in cui dimostra come nel nostro tempo la filosofia abbia raggiunto il livello più basso di irrazionalismo con cui guarda con disprezzo assoluto a Dio e alle Verità eterne e indica il cammino della sana ragione, illuminata dalla fede, orientata al Padre, in Cristo, unica Via Verità e Vita.

La devozione mariana del venerabile era ardente, illuminata, tenera ed apostolicamente efficace. Leggendo i numerosissimi suoi pensieri mariani, pare di ritrovare l’entusiasmo di S. Bernardo e dei grandi Dottori mariani. Nei suoi libri parla sempre di due cose: la pace e Maria SS.

Una bimba di New York sentì un giorno il venerabile F. J. Sheen che parlava alla radio. Quel nome non era completamente nuovo alla bimba che, voltasi alla mamma, chiese: « Chi è?… è quello il Fulton che è amico della Madonna? »… Quella bimba, nella sua semplicità, gli ha dato uno dei titoli più veri e più belli. Forse per questo egli ha visitato Lourdes 23 volte.

È per questo che chiediamo anche l’aiuto di questo straordinario uomo di Dio del secolo scorso per approfondire il mistero ed il messaggio di Fatima.
In questo articolo offro degli estratti di una telepredica del Venerabile dal titolo
FATIMA MADONNA DELLA SPERANZA

* * *

« (…) L’uomo, per essere felice, deve mantenere due stretti contatti: uno verticale, con Dio; l’altro orizzontale, col suo prossimo (Mc 12,29-31). Vedete la Croce, un asse verticale ed una orizzontale, se ne togliamo una, non parleremo più della croce, ma di altro. Le due assi devono essere prese dagli uomini insieme, se ne togliesse una sola gli verrebbe a mancare un ingrediente fondamentale per dirsi felice.

Ma oggi l’uomo ha interrotto i rapporti con Dio attraverso l’indifferenza e l’apatia religiosa ed ha spezzato le relazioni sociali, con la guerra.

E poiché senza felicità non si può vivere, si è cercato di compensare i contatti perduti con una terza dimensione di profondità con cui si spera di annullarsi nella natura. In sostanza l’uomo di oggi rinnega la vera religione sostenuta dalle due assi – verticale e orizzontale – per gettarsi nel panteismo, nel nulla, nella fantasia (…).

Da questo falso umanesimo cominciò la discesa dall’umano all’animale. L’uomo ammise di discendere dalla bestia, affrettandosi a provarlo immediatamente con una guerra bestiale. Più recentemente ancora, l’uomo ha fatto di sé un tutto unico con la natura, affermando di non essere che una complessa composizione chimica. Recentemente si è denominato "L’uomo atomico". E così la Teologia è divenuta Psicologia, la Psicologia Biologia e questa Fisica (…).

Non è Dio che ha abbandonato il mondo, ma il mondo che ha abbandonato Iddio, unendo la sua sorte a quella della natura scissa dalla natura di Dio, che E’ il suo Creatore (…).


L’uomo si illude di poter cambiare le leggi divine, crede di aver capito tutto a tal punto da sostituirsi a Dio, mentre non ha capito che laddove si scaccia il Padre, è natura che quel vuoto venga sostituito con dell’altro. Sarà altro che però non aiuterà l’uomo, non lo renderà felice, piuttosto lo distruggerà, lo porterà al suicidio perché, ascoltatemi bene: il Demonio ci odia, il Demonio odia l’uomo redento da Dio, il Demonio, come nel Giardino di Eden, procede con la sua missione di distruggere l’uomo e la donna.

Questo fa sorgere una domanda: “C’è ancora una speranza?” Certamente, ed è una grande speranza! (…).

Questa speranza è la Donna. Essa non è una dea, non è di natura divina, né ha il diritto di essere adorata, bensì venerata, e uscì dalla materia fisica e cosmica così santa e buona che quando Dio discese sulla terra la scelse come Madre Sua e Signora del mondo.

È particolarmente interessante notare come la Teologia dei Russi, prima che il cuore di questo popolo venisse agghiacciato dalle teorie dei nemici di Dio, insegnava che Gesù venne mandato a illuminare il mondo quando gli uomini respinsero il Padre Celeste. Poi proseguiva dicendo che quando il mondo avrebbe respinto Nostro Signore, come fa ora, dalla buia notte del peccato, sarebbe sorta la Madre Sua a illuminare l’oscurità e a guidare il mondo verso la pace.

La bella rivelazione della Madonna Benedetta a Fatima in Portogallo dall’aprile all’ottobre del 1917, fu una riprova della tesi russa: quando il mondo avrebbe misconosciuto il Salvatore, Egli ci avrebbe mandato Sua Madre a salvarci.

Infatti la sua più grande rivelazione ebbe luogo nello stesso mese in cui scoppiò la Rivoluzione Bolscevica ».


Della miracolosa “danza del sole” del 13 ottobre 1917, il venerabile Sheen offre una spiegazione allegorica molto efficace e “calzante”:

« Penso che fosse un segno di speranza, e significasse che la Madonna ci aiuterà a sfuggire al pervertimento della natura operato dall’uomo. La Sacra Scrittura ha predetto: “Quindi in cielo apparve un grande portento, una donna che aveva il sole per manto” (Ap12, 1).

Per secoli e secoli la Chiesa ha cantato Maria “Electa ut Sol”, bella come il sole che fa il giro del mondo, spargendo la sua luce dovunque gli uomini non si schermissero, riscaldando ciò che è freddo, donando fiori al bocciolo e forza a ciò che è debole. Fatima non è solo ammonimento, è una speranza! (…).

Mentre l’uomo prende l’atomo e lo spacca per annientare il mondo (attraverso la costruzione di armi letali, ndr.), Maria scuote il sole come un ninnolo appeso al suo polso per convincere il mondo che Dio le ha conferito un enorme potere sulla natura, non per la morte, ma per la luce, la vita e la speranza: “Dio non vuole la morte del peccatore ma che si converta e viva!” (Ez 18,32) (…).


Maria è l’anello di congiunzione e ci assicura che non verremo distrutti perchè la sede stessa dell’energia atomica, il sole, è un giocattolo nelle Sue mani. Come Cristo fa da mediatore tra Dio e l’uomo, così Ella fa da mediatrice tra il mondo e Cristo. Non lo abbiamo scelto noi, è dono di Dio che ha voluto con Sé una Corredentrice alla quale affidare tutte intere le sue grazie da dispensare agli uomini in ogni tempo, fino al ritorno del Figlio Divino.

Come un figlio ostinato che, ribellandosi contro il padre avesse abbandonato la casa, si rivolgerebbe prima alla madre chiedendole di intercedere per lui, così dobbiamo far noi con Maria, l’unica creatura pura e senza macchia che può intercedere fra noi figli ribelli e il Suo Divin Figliuolo. Una terza guerra mondiale non è necessaria e non ci sarà se mettiamo la Donna contro l’atomo. Tra le creature c’è una Donna che può avvicinare il male senza esserne morsa, ed aiutarci a disfarcene (…) ».

Il carisma profetico che sempre “trasudava” dalle parole sempre ispirate del Venerabile Sheen, traspare con evidenza nelle battute conclusive della sua densa tele predica:

« Al principio della storia dell’umanità, quando il Diavolo tentò l’uomo a sostituire l’amore di Dio con l’egoismo, Dio promise che il tallone di una Donna avrebbe schiacciato il capo del Serpente (Gn 3,15). Che sia un cobra rosso o un martello che batte e una falce che taglia, ciò ha poca importanza per la Donna attraverso cui Dio conquista nell’ora del male.

Cominciate col pregare come non avete mai pregato prima d’ora. Dite il Rosario al mattino mentre andate a lavorare, in casa, nel tempo libero e mentre lavorate nel campo, nel granaio, o negli uffici, non vergognatevi.

Non ci saranno più guerre se pregheremo! Ciò è assolutamente certo, perché la promessa non è fatta dagli uomini che tutti siamo traditori e inaffidabili, ma ci viene dal Cielo, da Dio per mezzo della Madre (…).

Abbiamo speranza. Se il mondo fosse senza speranza, credete che Gesù ci avrebbe mandato Sua Madre con l’energia atomica del sole ai suoi ordini? Oh che bello sarebbe se i vostri parroci v’insegnassero il Trattato della vera Devozione a Maria, cercatelo, Pio XII ha canonizzato di recente l’autore, San Luigi M. Grignon de Montfort che in questo libretto predisse tutto quanto vi sto dicendo io oggi. Voglio invitarvi tutti a riflettere su Fatima, a conoscere le storie dei tre pastorelli, ascoltateli! (…).

Ora rivolgiamo questa Preghiera alla nostra Madre.

O Maria, noi abbiamo esiliato il Tuo Divin Figliuolo dalle nostre vite, dalle nostre riunioni, dalla nostra educazione e dalle nostre famiglie. Vieni con la luce del sole, come simbolo del Suo potere! Schiaccia le nostre guerre, la nostra oscura inquietudine. Raffredda le bocche dei cannoni infuocate dalla guerra. Distogli le nostre menti dall’atomo, e le nostre anime dall’abuso della natura. Facci rinascere nel Tuo Divin Figliuolo, noi poveri figli ormai vecchi della terra!

Nell’amore di Gesù! Così sia ».


* * *

Chi desiderasse leggere la telepredica per intero la trova qui:

cooperatores-veritatis.org
Cristiandegaetano
Novena al Venerabile Mons. Fulton Sheen, primo giorno
"Come Dio giudicherà la mia vita non lo so, ma spero che mi vedrà con misericordia e compassione. Sono solo certo che ci saranno tre sorprese in Paradiso. Prima di tutto, vedrò alcune persone che non mi sarei mai aspettato di vedere. In secondo luogo, ci sarà un numero di persone che mi aspettavo che non ci sarà. E - purché mi affidi alla …More
Novena al Venerabile Mons. Fulton Sheen, primo giorno
"Come Dio giudicherà la mia vita non lo so, ma spero che mi vedrà con misericordia e compassione. Sono solo certo che ci saranno tre sorprese in Paradiso. Prima di tutto, vedrò alcune persone che non mi sarei mai aspettato di vedere. In secondo luogo, ci sarà un numero di persone che mi aspettavo che non ci sarà. E - purché mi affidi alla misericordia di Dio - la sorpresa più grande di tutte può essere che io ci sarò. Quando l'atto di qualsiasi vita umana è posto, ci sono tre paia di occhi che la vedono in una luce diversa: 1. Come la vedo io 2. Come la vedono gli altri 3. Come la vede Dio" (Mons. Fulton Sheen)

Signore, aiutaci a concentrarci su di Te come ha fatto Fulton Sheen in modo che possiamo essere umili quando ci guardiamo, così che gli altri vedranno Te quando ci guarderanno, e così possiamo vedere le nostre vite come tu le vedi.

PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE: Padre celeste, fonte di ogni santità, tu aumenti nella Chiesa in ogni epoca uomini e donne che servono con amore e dedizione eroici. Hai benedetto la tua Chiesa attraverso la vita e il ministero del tuo fedele servitore, l'Arcivescovo FULTON J. SHEEN. Ha scritto e parlato bene del tuo Divin Figlio, Gesù Cristo, ed è stato un vero strumento dello Spirito Santo nel toccare il cuore di innumerevoli persone. Se è secondo la tua Volontà, per la gloria della Santissima Trinità e per la salvezza delle anime, fa che sia proclamato santo. Te lo chiediamo per Gesù Cristo, nostro Signore. Amen.
Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Venerabile Fulton Sheen, prega per noi
Marziale likes this.
Antonella 75 and 5 more users like this.
Antonella 75 likes this.
solosole likes this.
nolimetangere likes this.
Veritasanteomnia likes this.
vincenzo angelo likes this.
antos likes this.