Marziale
31.1K

Dio disse: «Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque».

Sulla Creazione gli “scientifici” hanno sempre avuto da ridire. E quello non va bene, e questo nemmeno, quell’altro non può assolutamente essere possibile…
Uno di questi punti è questo:
“ Dio disse: «Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque».
Dio fece il firmamento e separò le acque, che sono sotto il firmamento, dalle acque, che son sopra il firmamento. E così avvenne.” Genesi 1,6-7
Qui si parla di acque che sono anche sopra il firmamento, sopra il cielo stellato. Oggi dovremmo dire che, secondo la Sacra Scrittura, c’è dell’acqua che avvolge l’intero universo, dell’acqua sospesa sopra l’universo.
Oibò: sarà vero? Certamente quella che daremo non sarà la risposta della scienza, ma sarà la risposta di sant’Agostino.
Leggiamo cosa scrive il Santo nel suo Commento alla Genesi, Libro II.
“Le acque al di sopra dell’aria.
8. Si potrebbe per altro pensare che il peso naturale dei vari elementi non impedisca che anche al di sopra del cielo più alto possano...
segue qui Dio disse: «Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque». - Marziale
Riccardo Giachino
Infatti recenti studi (dosaggio del deuterio nelle acque dei mari), hanno dimostrato che la Terra e' piu' vecchia del Sole, e quindi.....Genesi 1. Un saluto ! CSSML-NDSMD
Massimo M.I.
La deduzione che il pianeta Saturno è più freddo secondo Sant'Agostino perché è più vicino alle acque dell'universo, che giudica sia prova della vericitá della loro esistenza, è caduta nel nulla. Sicuramente non era un gran astrologo.
Quell'acqua di sopra che poi caddero nel diluvio universale, erano sospese tra la terra e la volta celeste, diciamo al posto delle nuvole. Ciò impedivA ai raggi …More
La deduzione che il pianeta Saturno è più freddo secondo Sant'Agostino perché è più vicino alle acque dell'universo, che giudica sia prova della vericitá della loro esistenza, è caduta nel nulla. Sicuramente non era un gran astrologo.
Quell'acqua di sopra che poi caddero nel diluvio universale, erano sospese tra la terra e la volta celeste, diciamo al posto delle nuvole. Ciò impedivA ai raggi ultravioletti del sole nella loro negatività. Infatti, dopo la nuova condizione terrestre post diluvio, gli anni del genere umano passò da 900 anni dei più lungevri a poche eccezioni sopra i 100 anni. Se poi si può dibattere su come ciò.fu possibile secondo i nostri schemi scientifici, l'universo fino al più piccolo atomo è un mistero soprannaturale.
Giovanni76
A tal proposito vedere studi di F. Crombette