Incendio: militanti abortisti criminali attaccano cattedrale

Fanatici abortisti hanno tentato di incendiare le grandi porta lignee della cattedrale di Bogotá, in Colombia, il 28 settembre.

Alcune donne incappucciate hanno anche versato benzina sul fuoco. La polizia ha mobilitato delle squadre antisommossa, riportando la situazione sotto controllo. Sono state lasciate scritte abortiste sulla facciata della cattedrale.

Le piromani avevano partecipato a una manifestazione per la «Giornata internazionale per l'aborto sicuro». Gli aborti non sono mai "sicuri" perché uccidono un nascituro e distruggono una madre.

La cattedrale era già stata bersagliata dai criminali l'anno scorso, durante uno sciopero nazionale, e anche a marzo, quando una criminale identificatasi come "Simona" ha interrotto una celebrazione eucaristica urlando insulti col megafono.

Nel febbraio 2022, la Corte Costituzionale della Colombia ha "legalizzato" il crimine dell'aborto nei primi sei mesi (!) di gravidanza.

#newsXpnvcrcrpt

00:18

00:19
Oscar Magnani
Chi di fuoco ferisce... (c'avete il posto giá bello che prenotato).
Giosuè
Diavoli in carne ed ossa, che sotto i vari regimi abortisti agiscono impunemente, per difendere i loro diritti violati dai giudici, di ammazzare bambini innocenti nel ventre delle madri assassine, con la complicità di scienziati negazionisti del fatto che non si è in presenza di un bambino formato. Ebbene per tutti i politici che sono favorevoli a l'aborto o lo hanno votato proporrei:
- eliminazione …More
Diavoli in carne ed ossa, che sotto i vari regimi abortisti agiscono impunemente, per difendere i loro diritti violati dai giudici, di ammazzare bambini innocenti nel ventre delle madri assassine, con la complicità di scienziati negazionisti del fatto che non si è in presenza di un bambino formato. Ebbene per tutti i politici che sono favorevoli a l'aborto o lo hanno votato proporrei:
- eliminazione diritto di voto a vita.
- impossibilità di accedere a qualsiasi incarico pubblico e impiego pubblico.
- in caso di recidiva impiego a vita forzato fino a 65 anni, nella pulizia dei letti di fiumi e bonifica delle aree devastate da alluvioni sotto il diretto controllo del genio militare.
Se non si possono rieducare i delinquenti, vanno resi inoffensivi.
Don Andrea Mancinella
La soluzione (finale): 1) prima legarli tutti ad un palo.
2) Poi mettergli intorno un bel po' di legna e fascine.
3) In seguito, gettare distrattamente una sigaretta accesa sul tutto.
4) Quindi gridare: "aiuto, aiuto, c'è un incendio, chiamate i pompieri"...
5) E vedere di nascosto l'effetto che fa:
"Brucio anch'io / no tu no. / Brucio anch'io / no tu no. Brucio anch'io / no tu no. / Ma perchè? …More
La soluzione (finale): 1) prima legarli tutti ad un palo.
2) Poi mettergli intorno un bel po' di legna e fascine.
3) In seguito, gettare distrattamente una sigaretta accesa sul tutto.
4) Quindi gridare: "aiuto, aiuto, c'è un incendio, chiamate i pompieri"...
5) E vedere di nascosto l'effetto che fa:
"Brucio anch'io / no tu no. / Brucio anch'io / no tu no. Brucio anch'io / no tu no. / Ma perchè? / Perchè no." Taratà zum, zum, zum, zum, Taratà zum , zum, zum, zum... [il povero Enzo Jannacci docet].
(Per i più giovani: qui la musica della canzonetta, non sempre molto morale, di Jannacci: Enzo Jannacci - Vengo anch'io. No, tu no

Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci da 'sti criminali assassini!
Eremita della Diocesi di Albano