Clicks929
demaita
3

Il Nuovo Ordine Mondiale. I suoi Fini, i suoi Mezzi.

Da un articolo pubblicato nel ‘Diario de Vallarta’ in Nayarit in Messico da Claudio Fabian Guevara, che fa un eccellente riassunto di ciò che si sta imponendo: Il Nuovo Ordine Mondiale.
Con la ‘Nuova normalità’ si fanno visibili i postulati del Nuovo Ordine Mondiale. La società assiste a nuovi ruoli: i settori Tradizionali difendono le antiche libertà costituzionali, e i settori Progressisti abbracciano l’emergente Stato totalitario e poliziesco.

I Fini del Nuovo Ordine Mondiale.

Il Nuovo Ordine Mondiale è una risposta organizzata della Plutocrazia planetaria al crollo del sistema capitalista mondiale, e alla crisi della crescita illimitata. Si propone di ridisegnare il mondo attraverso un processo di distruzione controllata degli Stati nazione, e delle strutture sociali tradizionali per sostituirli con un controllo centralizzato degli individui dove la Intelligenza Artificiale e i robot hanno una ruolo sempre più preponderante.

Il Nuovo Ordine Mondiale è una re-ingenieria del mondo imposta da una elite di poteri soprannazionali. Si propone una instaurazione di un unico governo mondiale, e un re-disegno profondo della forma di vivere degli esseri umani. Questo potere nell’ombra si consolidò dopo l’attentato contro le Torri gemelle a New York nel 2001, e accelerò la sua capacità operativa con la maturazione delle tecnologie di controllo sociale, reti sociali, e altri strumenti di conoscenza intima delle persone.

Questa associazione di potere occulto è ampiamente documentata dal lavoro di autori come Peter Scott, Thierry Meissan, Daniel Estulin, David Icke, Ronald Welch, e altri.

I Mezzi del Nuovo Ordine Mondiale.

Milioni di persone nel pianeta sperimentano gli effetti di un programma politico largamente annunziato: il fenomeno planetario del coronavirus ha permesso la subordinazione consentita della grande maggioranza dei cittadini, e si è installato un regime politico totalitario di controllo centralizzato.

La chiusura forzata, le restrizioni, son diventati un ricorso frequente e abituale. E Si giustificano le restrizioni ai diritti, i governi si arrogano i super-poteri. La salute diventa la religione dello Stato, il pensiero di un ‘comitato di esperti’ si erige come unico pensiero autorizzato. Si dispiega una atroce vigilanza cibernetica del cittadino, e si installa la censura anche delle piattaforme di internet.

La babele ideologica non risponde più alla classica divisione tra sinistra e destra.

Il Nuovo Ordine Mondiale è un programma politico che si realizza sotto i nostri occhi in una moltitudini di leggi, di disposizioni speciali, e mezzi di emergenza che sta instaurando la ‘Nuovo normalità’.

L’agenda del Nuovo Ordine Mondiale prevede l’indebolimento degli Stati-nazione per sostituirli con forme di governo sopra-nazionali. Un controllo totalitario della vita delle persone ed un processo massivo di riduzione della popolazione (anti-natalità, sesso non riproduttivo, diffusione di virus e malattie, guerre civili e tra stati).

La tecnologia occupa un ruolo centrale, per questo tende a separare la persona dai processi naturali: riproduzione, relazione tra i sessi, ricerca della salute, e dei processi tradizionali: creazione del nucleo familiare, lavoro produttivo, radicamento nella terra e cultura di origine, per sostituirli con nuove forme di relazione mediate con processi tecnologici controllate e centralizzate: TV, internet, cellulari, reti, ecc.…

Il Nuovo Ordine Mondiale vuole erodere le forme di socialità tradizionale, per questo crea eventi catalizzatori artificiali, e promuove battaglie discorsive per diffondere differenze, spingere i cittadini ad affrontarsi coi suoi simili in uno scenario di guerra ibrida generalizzata.

Questi i 5 assi ideologici del Nuovo Ordine Mondiale: sono movimenti convergenti e complementari per creare cambiamenti verso la ‘Nuova normalità quotidiana’.

---Primo. Si afferma la necessità della Costituzione di un unico governo mondiale, per affrontare le crisi con potere esecutivo. Introduzione di uno Stato poliziesco. L’attentato della Torri gemelle servì ad aprire la porta allo stato poliziesco, fu l’inizio della sospensione delle garanzie costituzionali, lo spionaggio sistematico della comunicazioni personali, comunicazioni telefoniche, e introduzione di mezzi di controllo eccezionali. Tutto fu giustificato con in nome della ‘Sicurezza nazionale’.

Il Covid19 è la nuova copertura ideologica, col pretesto della ‘tutela della salute’. Perciò si moltiplica la super-vigilanza, la distanza dai malati, la quarantena e l’isolamento forzato. Negli Stati uniti hanno approvato una legge che permetto il controllo continuo della salute di ogni cittadino, il controllo dei contatti a cui è stato esposto, e ad imporre cure farmaceutiche, quarantene controlli e limitazioni. Il ministero della salute della Gran Bretagna ha introdotto l’uso della forza pubblica nel controllo dei sospetti infetti. Si è progettato il passaporto sanitario, vaccinazioni obbligatorie, mascherine obbligatorie, monitoraggio della temperatura corporea ed altri dati biologici. Idem le disposizioni legislative per proibire le riunioni, per imporre distanze sociali, e mezzi di isolamento come mezzi di prevenzione del contagio.

Sotto queste misure c’è il concetto che ogni persona ‘è un pericolo’ per gli altri. Gli esseri umani sono ‘bio-pericolosi’, mentre gli strumenti tecnologici non lo sono. Lo stato poliziesco si estende ai limiti di circolazione e movimento, che rende necessari permessi, e limiti di uso di viaggi, fiumi, spiagge, e altri spazi pubblici, e chiusura del cittadino sempre più nel mondo digitale.

---Secondo: L’intelligenza artificiale, il 5G e la prigione digitale. Mirano al confinamento della persona nella realtà virtuale, dove le reti artificiali svolgeranno il compito di rifornitore di mercanzie, giudici, polizia, banchiere, aula d’educazione e sale di intrattenimento. Già riceviamo tutto questo attraverso internet. Andiamo verso un futuro in cui tutto si svolge a domicilio, tramite tecnologia di trasmissione, o di un veicolo senza piloti. Un mondo che impiega meno maestri, medici, conducenti, non accetta il contante, riduce le manifestazioni culturali al vivo. Ognuno dei nostri movimenti: compere, commenti su reti sociali, relazioni, sono sostituiti dalla prigione digitale. Lo Stato di New York ha incaricato il dirigente di Google di redigere un progetto per integrare il digitale in tutti gli aspetti civici, al cuore dell’operazione sta l’interazione tra il governo e i giganti tecnologici. Scuola pubblica, ospedali, consultori, polizia e militari, ecc si esternalizzano a imprese private di tecnologia. Altro mezzo è la sparizione del contante, sostituito dal denaro digitale, secondo il modello cinese, che attraverso la tele-vigilanza e riconoscimento facciale, castiga i cittadini o li ricompensa con punti. L’integrazione di questi elementi in un sistema di controllo permette di pensare ad un mondo di sentenze automatiche, per chi infrange la legge. Così lo descrive R.F. Kennedy: se il Computer centrale, attraverso i controlli incrociati, il telefono il GPS, la vigilanza tramite satellite scopre che hai fatto una violazione, ti manda un messaggio di testo e simultaneamente ti prelevano la multa dal conto bancario digitale. La Rete 5G è molto più di una rete di telecomunicazione, è un sistema militare di controllo e spionaggio di massa, capace di mandare ordini digitali ad ogni impianto tecnologico compreso quello inserito nel corpo umano, il microcip.

---Terzo: la riduzione della natalità e lo spopolamento del pianeta. Le dichiarazioni eugenetiche si complementano con politiche pubbliche e private per accelerare la morte di molte persone, diminuiscono il tasso di natalità, e disprezzano la riproduzione naturale. La strategia usata col Covid19 genera un aumento di decessi, la paralisi riproduttiva genera una crisi di lavoro, e fame. Si impedisce il contatto e la vicinanza con gli altri, per erodere la rete affettiva, fonte dell’amore coniugale e comunitario. L’ideologia del distanziamento sociale genera la morte anticipata di molti anziani e influisce negativamente sulla psicologia dei bambini. Inoltre c’è in atto un processo tendente alla de-sessualizzazione, con la promozione del sesso virtuale e la masturbazione come pratica sicura. Legalizzazione delle teorie LGBT. L’introduzione della teoria del gender nelle scuole mira lei pure a separare la sessualità del fine riproduttivo. Contemporaneamente c’è una corrente che promuove la ipersessualizzazione dei bambini con la tendenza a favorire la pedofilia. Il movimento a favore di leggi che legalizzano l’aborto, promossa da agenzie e fondazioni filantropiche globaliste. Si mira a meno relazioni affettive, meno sesso riproduttivo, e meno nascite.

---Quarto: la demolizione degli Stati nazione, e la identità culturale legata al proprio territorio. Bisogna sradicare il concetto di patria. Per questo si è sviluppato il metodo della guerra ibrida che spinge ad ogni tipo di confronto interno autodistruttivo, con campagne di destabilizzazione, e altri mezzi per creare caos, fomentare l’odio contro il prossimo, dividere le regioni in partiti inconciliabili, e promuovere sollevamenti violenti contro le autorità locali. Dall’invasione del Jugoslavia da parte della Nato negli anni ’90, una moltitudine di paesi sono implosi mediate l’applicazione di questa tecnica di manipolazione sociale di ‘destabilizzazione’. Rivoluzioni colorate, guerre civili, sono provocati con eventi catalizzatori organizzati scientificamente, con tutti che rivendicano e che protestano. Il Nuovo Ordine mondiale promuove la divisione del mondo in due parti: il nucleo dei dirigenti che gode del beneficio del nuovo sistema, e la popolazione non ancora succube del sistema, che vive la sua vita nel caos, dove è incapace di organizzare il suo sviluppo e pensa solo a poter sopravvivere. E’ promosso il separatismo regionale e le autonomie indigene, sovvenzionati dal grande capitale. Si promuovono grandi riserve terriere, con tendenza a sottrarle allo Stato che le contiene. Ogni movimento che aiuta a smembrare lo Stato nazione è aiutato nel proposito di lasciare il mondo alla mercé delle MegaCorporazioni capitalistiche.

---Quinto: Concentrazione della produzione e distribuzione dei beni e servizi. Le piccole e medie imprese non hanno più posto. E’ una economia di MegaCorporazioni che stanno sopra agli Stati nazione. Regnanti a livello mondiale con milioni di clienti, rappresentanti locali, associati, dipendenti da reti internet mondiali: Google, Facebook, Amazon, Wall Smart, Alibaba, ecc.. Tutte le restrizioni del Covid19 hanno colpito e danneggiato le piccole e medie imprese, ma non hanno danneggiato le MegaCorporazioni virtuali che anzi hanno aumentato le loro vendite e profitti. Il Nuovo Ordine mondiale promuove la distruzione delle reti locali di produzione e intercambio, a promuove i grandi sistemi di produzione e distribuzione planetaria scientificamente organizzati e controllati, specie tramite internet. Durante la crisi Covid migliaia di piccoli e medi negozi furono obbligati a chiudere, ma le grandi produzioni e distribuzioni hanno continuato a lavorare. Anche per l’aspetto sanitario la persona, il lavoratore è considerato biologicamente pericoloso, e si preferisce perciò il lavoro della macchina. Ma solo le grandi Corporazioni hanno la possibilità di macchinizzare e robotizzare il loro processo di produzione. Milioni di piccole e medie imprese sono destinate a soccombere e fallire in breve scadenza, schiacciate dalla concorrenza.

---Sesto: Si va verso la disoccupazione di massa. Lo Stato deve caricarsi di un minimo reddito di base per i suoi cittadini. La ONU ha cominciato a proporre questo minimo reddito di base per la popolazione disoccupata per un terzo della popolazione mondiale che vive a livello di povertà. Rendita sociale distribuita col sistema bancario, meritata se associata con un certificato di vaccinazione e altre forme di burocrazia coercitiva, e che porta alla dipendenza e controllo sociale totale del cittadino.

---Conclusione: dobbiamo dire NO al Nuovo Ordine Mondiale, NO a un sistema che favorisce ulteriormente l’accumulo della ricchezza ed il potere in mano a pochi, a danno della grande maggioranza della popolazione, e della loro sopravvivenza.

A te la decisione, c’è di mezzo non solo la salvezza dell’anima, ma la salvezza di tutti i valori di socialità e fraternità, e anche della sopravvivenza.

Estratto e tradotto da: Nuevo Orden mundal. Guia. www.youtube.com/watch
Public domain
Micheleblu
Hanno bisogno una guerra e di un peggioramento di tutti i contesti. E altre pestilenze.. Per questo straordinario mondo di delizie
Massimo M.I.
Micheleblu
Non sconfortiamoci ma reagiamo pregando