usquequo
1821
Giorgio Tonini
Bisogna cercare di immaginare la scena delle nozze di Canaan (che forse non si è svolta esattamente come la immaginiamo noi). Noi immagineremmo un Gesù seduto a tavola coi commensali e Maria al suo fianco che, con la sensibilità innata delle donne, si accorse che stava finendo il vino. In realtà è piuttosto probabile che solo gli uomini fossero a tavola, mentre le donne stavano da sole in cucina …More
Bisogna cercare di immaginare la scena delle nozze di Canaan (che forse non si è svolta esattamente come la immaginiamo noi). Noi immagineremmo un Gesù seduto a tavola coi commensali e Maria al suo fianco che, con la sensibilità innata delle donne, si accorse che stava finendo il vino. In realtà è piuttosto probabile che solo gli uomini fossero a tavola, mentre le donne stavano da sole in cucina a preparare le vivande, esclude anche dal servizio ai commensali, effettuato da servitori, per evitare ogni e qualsiasi contatto con le donne. Questo spiega perché la Madonna si fosse accorta per tempo della mancanza di vino, trovandosi in cucina. E, infrangendo regole non scritte, mossa da una grande fede, osò raggiungere gli uomini a tavola, con un atto sconveniente, e parlare della cosa al Figlio, il Quale non la chiamò madre, bensì donna (una allusione quasi in codice a Genesi, confermata poi dalle successive parole “…non è ancora giunta la mia ora…). In questo racconto emerge la figura grandiosa di Maria, la quale butto’ letteralmente il Figlio nella Vita Pubblica. Con quel miracolo Gesù Cristo dette inizio alla Sua Missione di Salvezza, riconoscendosi nel Servo Sofferente profetizzato da Isaia. Quel giorno, a Canaan, Egli abbracciò e bacio’ idealmente quella Croce che lo avrebbe atteso tre anni dopo sul Calvario.