Giosuè
41.1K

Messaggio della Madonna a don Gobbi - 31 dicembre 1992 -

«Il sacrificio della Messa rinnova quello compiuto da Gesù sul Calvario. Accogliendo la dottrina protestante, si dirà che la Messa non è un sacrificio, ma solo la sacra cena, cioè il ricordo di ciò che Gesù fece nella sua ultima cena. E così verrà soppressa la celebrazione della santa Messa. In questa abolizione del sacrificio quotidiano consiste l'orribile sacrilegio compiuto dall'anticristo».
____________________________
(Don Gobbi fondatore del Movimento Sacerdotale Mariano Mondiale)


«Và, Daniele, queste parole sono nascoste e sigillate sino al tempo della fine. Molti saranno purificati, resi candidi, integri, ma gli empi continueranno ad agire empiamente. Nessuno degli empi intenderà queste cose, ma i saggi le comprenderanno. Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni. Beato chi aspetterà con pazienza e giungerà a milletrecentotrentacinque giorni». (Dn. 12, 9-12).

Lo studioso prof. Ureta ha formulato una critica al documento di papa Francesco "Desiderio desideravi" vedi
Protestantesimo riscaldato: Eucarestia di Francesco rappresenta "Ultima Cena"
Commento...
In questo documento si scrive già che l’Eucaristia sia un ricordo dell'ultima Cena e non come un rinnovo del sacrificio di Cristo, con la sua presenza reale. Ebbene, a mio avviso intanto viene teorizzato che Gesù Cristo non è presente nell’Eucaristia, poi attraverso modifiche protestanti alla liturgia, verrà reso concreto il tutto. Tolta l'Eucaristia, toglieranno di mezzo anche per i credenti Gesù Cristo e farà appunto la comparsa l'Anticristo.
Si va verso il Protestantesimo a marce forzate e in pochi se ne accorgono.
Solo le persone che hanno a cuore e hanno amore per la Verità e non scendono a compromessi hanno capito. Preghiamo che non debba avvenire l’unione con i Protestanti, le cui eresie sono nella loro dottrina e nei documenti del dialogo ecumenico, approvati da cattolici e protestanti. Vedi:

ecumenismofalso.blogspot.com

Alcuni messaggi della veggente Christina Gallagher sull’Eucaristia e altro tratti da:
(PROFEZIE PER IL TERZO MILLENNIO (Christina Gallagher - messaggi e testimonianze)

"Il più alto grado di grazia lo otteniamo ricevendo la Santa Eucarestia nel Sacrificio della Santa Messa (per le persone che sono in stato di grazia). Per essere in stato di grazia è importante non trascurare il sacramento della Penitenza. Proprio attraverso il sacramento della Penitenza otteniamo il secondo più alto grado di grazia che è possibile ricevere. Il terzo più alto grado di grazia proviene dalla preghiera e dalle buone azioni".

La Madonna dice che molti dei Suoi figli hanno abbandonato il sacramento della Confessione. Essi non comprendono che non possono essere liberi dalle influenze e dall’opera di Satana se non chiedono perdono. In un messaggio la Madonna ha detto: "Pentitevi. Andate a confessarvi, liberatevi dal peso di tutti i peccati e ricevete degnamente il Corpo e il Sangue di Mio Figlio". (28 febbraio 1988 e 15 agosto 1988)

"Figli Miei, la Legge di Dio non cambia mai. Essa rimane la stessa per sempre. Non cambia come le vostre mode. Io desidero che viviate i comandamenti del vostro Dio". (8 aprile 1992)

"Il valore della meditazione dei Misteri è la chiave del grande potere contenuto nel Rosario". "
In un messaggio a Christina, la Madonna, parlando della recita del Rosario fatta col cuore, ha detto: "Offrite ogni Ave Maria come una bellissima rosa bianca o come un prezioso gioiello e il Padre Nostro come una rosa rossa molto delicata o un gioiello speciale, coi quali ricoprirmi. Ma dovete sapere che non potete avere gioielli preziosi che non brillano o bellissime rose che sono solo buone per essere gettate via. Figlia Mia se non pregate il Rosario col cuore, con amore e gioia, le rose e i gioielli che offrite per ricoprirmi saranno persi per sempre. Pregate il Rosario con amore e con gioia ed esso durerà per tutta l’eternità. Ti prego, figlia Mia, non deludermi. Fai che sia un indumento che risplende, …prega il Mio bellissimo Rosario". …prega il Mio bellissimo Rosario". (22 maggio 1988) "
...Il Santo Rosario, quando pregato col cuore, può sconfiggere il Maligno".
(22 maggio 1988)

"La gente dovrebbe decidere secondo la sua libera volontà di fare atti di riparazione per tutti i peccati del mondo e specialmente per il peccato dell’aborto. Dobbiamo essere pronti a pagare le conseguenze del cattivo uso che facciamo del dono della sessualità".

"Quando capiranno i Miei figli quanta preghiera, digiuno e sacrifici sono necessari per vincere le tenebre che oscurano il mondo…". (30 maggio 1989)
veritas iustitia veritas iustitia and one more user link to this post
telebene
Basta con queste apparizioni della Madonna! Altrimenti ci impantaniamo.....Dante Alighieri, 800 anni fa, diceva: "Avete il Vecchio e il Nuovo Testamento, e il pastor della Chiesa che vi guida, vi basti questo a vostro salvamento". Io aggiungo ciò che Dante ha omesso: ABBIAMO L'EUCARISTIA, GESÙ CON NOI!
È LUI LA NOSTRA FORZA! È LUI, LA NOSTRA ANCORA DI SALVEZZA, OVVERO IL NOCCHIERO DELLA NOSTRA NAVE …More
Basta con queste apparizioni della Madonna! Altrimenti ci impantaniamo.....Dante Alighieri, 800 anni fa, diceva: "Avete il Vecchio e il Nuovo Testamento, e il pastor della Chiesa che vi guida, vi basti questo a vostro salvamento". Io aggiungo ciò che Dante ha omesso: ABBIAMO L'EUCARISTIA, GESÙ CON NOI!
È LUI LA NOSTRA FORZA! È LUI, LA NOSTRA ANCORA DI SALVEZZA, OVVERO IL NOCCHIERO DELLA NOSTRA NAVE, parafrasando Padre Pio.
Donato Calabrese, storico di Padre Pio
Giosuè
@tyrondavid
@Angela Paradiso
È S.Paolo che scrive di Katéchon” inteso come “colui” riferito a un soggetto preciso e a un “che cosa ”, che insieme trattengono la comparsa dell’Anticristo. In due punti dei versetti S. Paolo scrive come «che cosa lo trattiene»
e «colui che finora lo trattiene».
S. Paolo 2° Lettera ai Tessalonicesi 2,6-7

«E ora voi sapete che cosa lo trattiene perché non si …More
@tyrondavid
@Angela Paradiso
È S.Paolo che scrive di Katéchon” inteso come “colui” riferito a un soggetto preciso e a un “che cosa ”, che insieme trattengono la comparsa dell’Anticristo. In due punti dei versetti S. Paolo scrive come «che cosa lo trattiene»
e «colui che finora lo trattiene».

S. Paolo 2° Lettera ai Tessalonicesi 2,6-7

«E ora voi sapete che cosa lo trattiene perché non si manifesti se non nel suo tempo. Il mistero dell’iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo colui che finora lo trattiene».

I traduttori affermano che sia «colui che finora lo trattiene», che il «che cosa lo trattiene» sono praticamente identici, con l’unica differenza che il primo “colui” è di genere maschile e il secondo il “che cosa” di genere neutro. Perciò, a mio parere solo Gesù Cristo può essere al tempo stesso «Colui che lo trattiene» e quel «che cosa lo trattiene» per la sua presenza reale nell'Eucaristia. Alcuni autori o articolisti, ma anche studiosi stimano che sia il papa Benedetto XVI tale da essere identificato colui che trattiene e nel che cosa che trattiene. Può anche essere, ma mi pare che siano Gesù e l'Eucaristia, dove Egli è presente a trattenere la comparsa dell'Anticristo. Finchè l'Eucaristia è data validamente l'Anticristo è trattenuto.
Rileggendo il testo di Don Gobbi (fondatore del movimento sacerdotale mariano mondiali) nel quale la Madonna afferma nel messaggio del 31 dicembre 1992:
«Il sacrificio della Messa rinnova quello compiuto da Gesù sul Calvario. Accogliendo la dottrina protestante, si dirà che la Messa non è un sacrificio, ma solo la sacra cena, cioè il ricordo di ciò che Gesù fece nella sua ultima cena. E così verrà soppressa la celebrazione della santa Messa. In questa abolizione del sacrificio quotidiano consiste l'orribile sacrilegio compiuto dall'anticristo».

Lo studioso prof. Ureta ha formulato una critica al documento di papa Francesco "Desiderio desideravi" vedi
Protestantesimo riscaldato: Eucarestia di Francesco rappresenta "Ultima Cena"
In questo documento si scrive già che l’Eucaristia sia un ricordo dell'ultima Cena e non come un rinnovo del sacrificio di Cristo, con la sua presenza reale. Ebbene, a mio avviso intanto viene teorizzato che Gesù Cristo non è presente nell’Eucaristia, poi attraverso modifiche protestanti alla liturgia, verrà reso concreto il tutto. Tolta l'Eucaristia, toglieranno di mezzo anche per i credenti Gesù Cristo e farà appunto la comparsa l'Anticristo.
Caterina Greco
Dopo 8 mesi da questo post, visto ciò che sta avvenendo, in più avendo compreso un aspetto della profezia delle due colonne di Don Bosco, credo si possa affermare con sicurezza che
i due katechon siano le due pietre a base della Chiesa, ovvero Cristo "o Katechon" e il papato "to katechon" nella persona di Benedetto XVI, ultimo papa.
Rimosso il papato, la pietra, ora è iniziata l'accelerazione …More
Dopo 8 mesi da questo post, visto ciò che sta avvenendo, in più avendo compreso un aspetto della profezia delle due colonne di Don Bosco, credo si possa affermare con sicurezza che
i due katechon siano le due pietre a base della Chiesa, ovvero Cristo "o Katechon" e il papato "to katechon" nella persona di Benedetto XVI, ultimo papa.
Rimosso il papato, la pietra, ora è iniziata l'accelerazione di demolizione della Pietra angolare, fino a che verrà eliminata la Santa Eucarestia, ovviamente nella falsa chiesa, perché il Sacrificio verrà comunque perpetrato da sacerdoti validamente ordinati e dissidenti a livello catacombale.
karlrogers