Clicks2.2K
Fatima

ITINERARI: la “Rota Porphyretica” degli Imperatori, nella Basilica di San Pietro in Vaticano

LSE 20-08-2012.- Entrando in San Pietro ci si cammina sopra senza nemmeno farci troppo caso, colpiti come si è dalla vastità e dallo splendore della Basilica michelangiolesca. Ma, umilmente incastonato nel pavimento, poco oltre la porta della navata centrale, fa la sua comparsa un enorme disco di porfido rosso cupo, imponente e regale come un sole, quasi forse a volerlo significare.

Si tratta della famosa “rota porphyretica” o ruota dell’incoronazione, proveniente dall’antica basilica di S. Pietro, quella edificata da Costantino, per intenderci. E su questa pietra tonda prendevano posto gli imperatori, durante il sacro rito dell’Incoronazione, proprio mentre il Pontefice imponeva loro la corona.

Fu esattamente su questa grande “rota” che si inginocchiò il beato Carlo Magno, re dei Franchi, la notte di Natale dell’anno 800 quando papa Leone III (795-816) lo incoronò imperatore del Sacro Romano Impero, ponendogli sul capo il diadema imperiale, davanti alla festosa acclamazione di tutto il popolo.

In seguito, su quella stessa «rota», vennero incoronati numerosi altri imperatori, tra cui Lotario I, Ludovico II, Lamberto di Spoleto, Berengario, i due Ottoni, Federico Barbarossa e Federico II.
Public domain