Clicks1.3K
it.news
11

Traditionis Custodes: cardinale Brandmüller incoraggia a non obbedire

Le leggi devono essere recepite in modo affermativo, o devono ottenere una certa approvazione, per essere valide e durare nel tempo, scrive il cardinale Walter Brandmüller, 92, il 28 luglio in un comunicato sul Traditionis Custodes.

Così, alcune leggi vengono abolite in quanto non vengono osservate o diventano obsolete col tempo: "La legge deve servire al bene della comunità… non viceversa, non è la comunità che deve servire la legge."

Come esempio, Brandmüller cita il Veterum sapientia di Giovanni XXIII (febbraio 1962), che decretava che all'università la teologia fosse insegnata in latino: "Il Veterum sapientia, una volta stampato, è stato presto dimenticato."

Brandmüller fa riferimento alla legge comune, secondo cui obiezioni giustificate alla legge universale della chiesa hanno effetto sospensivo: "Ciò significa che non bisogna obbedire alla legge fintanto che l'obiezione non è stata risolta."

Il cardinale dice che "se c'è un dubbio sul fatto che una legge sia vincolante, non è obbligatoria." Il dubbio si può basare su una formula difettosa di un testo legale.

Brandmüller sottolinea che questa argomentazione vale solo per leggi ecclesiastiche come il Traditionis Custodes, non alla legge divina o alla legge naturale.

#newsUigimedjui

la verdad prevalece
‘Traditionis Custodes’ ' è un documento illegittimo, poiché tutti i documenti legali della Chiesa cattolica sono scritti in latino e questo è stato scritto in italiano e ha solo il titolo in latino, il che tra l'altro è contraddittorio perché questo opuscolo NON custodisce la Tradizione Cattolica ma la distrugge.
Luca Santoro shares this
1869
Noi, quelli di Gloria.TV (non tutti...) siamo quelli che abbreviano la tribolazione. Se siamo con Dio, chi è contro di noi?
......................................................................
Quando vedrete l'abominio della desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti; 15 chi si trova sulla terrazza non scenda per entr…More
Noi, quelli di Gloria.TV (non tutti...) siamo quelli che abbreviano la tribolazione. Se siamo con Dio, chi è contro di noi?
......................................................................
Quando vedrete l'abominio della desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti; 15 chi si trova sulla terrazza non scenda per entrare a prender qualcosa nella sua casa; 16 chi è nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. 17 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni! 18 Pregate che ciò non accada d'inverno; 19 perché quei giorni saranno una tribolazione, quale non è mai stata dall'inizio della creazione, fatta da Dio, fino al presente, né mai vi sarà. 20 Se il Signore non abbreviasse quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Ma a motivo degli eletti che si è scelto ha abbreviato quei giorni. 21 Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: "Ecco, il Cristo è qui, ecco è là", non ci credete; 22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti. 23 Voi però state attenti! Io vi ho predetto tutto.
24 In quei giorni, dopo quella tribolazione,
il sole si oscurerà
e la luna non darà più il suo splendore...
...
Spicer4
Così sarà.