Clicks76

CHARLES DE FOUCAULD scrisse: "Ad un certo punto mi resi conto che nell'Islam non c'è l'amore, dove non c'è l'amore non può esserci la verità." (Cardinale Angelo Comastri)

gioiafelice
In un’altra lettera, del 15 luglio 1901, sempre per confermare l’amico in crisi, Charles sottolinea il valore dell’adorazione, «la più completa espressione del perfetto amore» e «l’atto per eccellen…More
In un’altra lettera, del 15 luglio 1901, sempre per confermare l’amico in crisi, Charles sottolinea il valore dell’adorazione, «la più completa espressione del perfetto amore» e «l’atto per eccellenza dell’uomo», anzi «non solo il suo atto per eccellenza, ma il suo atto abituale, e anche il suo atto continuo». Questo sentimento di «ammirazione, contemplazione, adorazione, rispetto, amore senza fine», spiega (ivi, 89), appartiene anche all’Islam, il quale, in mezzo ad un insieme d’errori, contiene delle verità e può «produrre dei grandi e veri beni» (Ivi, 90). Ma aggiunge: «Noi abbiamo per divino modello Nostro Signore GESU’ (sempre maiuscolo), povero, casto, che non resiste al male e soffre tutto in pace, perdonando e benedicendo. L’Islam prende per esempio Maometto, che si arricchisce, non disprezza i piaceri dei sensi, fa la guerra». Poi, senza castità e povertà «l’amore e !’adorazione restano sempre molto imperfetti; perché quando si ama appassionatamente - spiega - ci si separa da tutto quello che può distrarre fosse anche per un minuto dall’essere amato, e ci si getta e ci si perde totalmente in lui ... » (ivi, 15 luglio 1901, 90-91).

www.incontripioparisi.it/error/'Islam.html