Clicks995
Francesco I
6

"Luca martire musulmano". Ma è giallo sulla conversione all'Islam dell'ambasciatore ucciso

Secondo il sito musulmano "La Luce", che cita fonti vicine alla famiglia Luca Attanasio si sarebbe convertito all'Islam con il nome di Amir. Ma chi lo conosceva assicura che era cattolico praticante. A spiegare l'equivoco l'imam Pallavicini: "Per sposare la moglie musulmana ha dovuto professare la testimonianza di fede islamica".

"Dicono che è un eroe. Per me invece era un angelo che ora non c'è più”. Sono queste le poche parole pronunciate ieri da Zakia Seddiki, la moglie dell’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso durante la sua missione in Congo, prima di rinchiudersi nel “silenzio e nella preghiera”, mano nella mano con sua sorella Samia.

Una famiglia, la loro, sconvolta dal dolore. A sostenerla, ieri, nella camera mortuaria, c’era anche l’Imam Shekh Tayeb. “Sono stato incaricato dalla moschea di venire qui e aiutare Zakia in questo doloroso percorso. Abbiamo vestito Luca di bianco e abbiamo recitato insieme una preghiera per salutarlo tutti insieme”, ha detto citato dal Messaggero.

Stamattina, nella basilica di Santa Maria degli Angeli, a Roma, si sono svolti i funerali di Stato alla presenza delle famiglie, del governo e delle più alte cariche della Repubblica. Venerdì, invece, sempre secondo quanto si legge sul Messaggero, a Lambiate, città di origine di Attanasio, verrà allestita la camera ardente, mentre sabato alle 10 l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini celebrerà il funerale.
Per domani, inoltre, alcune comunità musulmane stanno organizzando la cerimonia musulmana per i defunti, la Salat al ghaib, per Attanasio e per il suo autista, Mustapha Milambo.

A diffondere la notizia è il portale islamico "La Luce" in un articolo in cui vengono riportate le parole di Baraa Al Obeidi, imam della moschea di Milano. Il religioso ha spiegato che “Luca Attanasio va considerato a tutti gli effetti un martire secondo la definizione islamica, questo in quanto è stato ucciso da innocente e in quanto ucciso nell’ambito del suo impegno umanitario”.
L’ambasciatore italiano, si legge ancora nel sito, che cita “fonti affidabili vicine alla famiglia”, “aveva fatto testimonianza di fede durante la sua permanenza in Marocco in qualità di Conosole Generale d’Italia a Casablanca ed era quindi musulmano”. “Il diplomatico italiano – va avanti la redazione del portale - aveva adottato il nome Amir".
Ieri sera, però, il parroco di Lambiate, don Angelo Gornati, che ha celebrato il suo matrimonio “con il rito previsto per la mista religione”, ha chiarito che Luca era “cattolico praticante”. “La stessa cosa Luca ha fatto in Marocco, con una cerimonia simile per la moglie”, ha spiegato ancora il sacerdote.
È probabile, però, che la conversione di cui parla La Luce sia stata “funzionale” a contrarre il matrimonio con la moglie marocchina, di fede musulmana. A confermare questa versione è l’imam Yahya Sergio Pallavicini,vice Presidente e imam della Comunità Religiosa Islamica Italiana (Coreis).
© REUTERS / Yara Nardi

Funerali dell'ambasciatore italiano Luca Attanasio a Roma
L’equivoco, ha spiegato a La Stampa, nasce dalla “testimonianza di fede” che il diplomatico ha dovuto professare per sposare sua moglie.
A confermare allo stesso quotidiano l’appartenenza alla Chiesa cattolica di Attanasio sono anche i missionari e i cooperanti della Fondazione Avsi, i quali raccontano di un uomo “praticante” che non si è mai convertito all’Islam.

Tecnicamente, ha ricordato infine Pallavicini, “laddove non ci sia traccia della disposizione di una sepoltura di rito islamico, deve essere rispettata l’identità religiosa di nascita”.
Alessandra Benignetti. Sputnik Italia
it.sputniknews.com

Francesco I
Il corano consente il matrimonio tra un "vero credente" ed una donna di religione cristiana od ebraica, oltreché, ovviamente di religione islamica. Tuttavia l'autorità religiosa concede senza problemi questo permesso solo se il marito è di religione islamica, in quanto, ovviamente chi comanda in casa è solo l'uomo. Se, invece è la donna di religione islamica, per contrarre matrimonio il marito …More
Il corano consente il matrimonio tra un "vero credente" ed una donna di religione cristiana od ebraica, oltreché, ovviamente di religione islamica. Tuttavia l'autorità religiosa concede senza problemi questo permesso solo se il marito è di religione islamica, in quanto, ovviamente chi comanda in casa è solo l'uomo. Se, invece è la donna di religione islamica, per contrarre matrimonio il marito deve convertirsi, impegnandosi contemporaneamente ad allevare i figli nella fede del Profeta.
Sempre il corano stabilisce una gerarchia per quanto riguarda le religioni del libro:

si possono salvare sia gli ebrei che i cristiani che i veri credenti
-)dunque un ebreo che si converta al cristianesimo od, ancor meglio all'Islam si può salvare.
-) si può egualmente salvare un cristiano che si converta all'Islam

Si dannano, invece, coloro che, per così dire, fanno il percorso a ritroso
-) Si danna dunque il Musulmano che si converta al Cristianesimo od al giudaismo.
-) Si danna egualmente il Cristiano che si converta al giudaismo
Ipotesi comunque teorica in quanto gli ebrei non fanno proselitismo e non accettano membri che non siano di madre ebrea.
Suari
peccato, era una brava persona ma con le idee un po' confuse sulla fede.
La Verità vi farà liberi
L'Islam, essendo una religione ontologicamente satanica e storicamente politica, richiede una sola adesione formale, non sostanziale, esteriore, non reale, è una religione di sottomessi, non di convertiti.

Quindi per loro è sufficiente che uno ripeta a pappagallo la formuletta ed è considerato musulmano a tutti gli effetti, anche se a quello lì non gliene può frega' de meno.
N.S.dellaGuardia
Martire musulmano ucciso da musulmani. Non fa una grinza. Tanto più che era bianco ed "ex cattolico".
Mi ricorda tanto "l'eroina" liberata a spese nostre ma "convertita" a profitto loro...
Eppure sono fratelli tutti anche se fanno proselitismo, vero signor biancovestito?
Francesco I
Ecco cosa aveva detto il grande capo Bergoglio a proposito del proselitismo:

Bergoglio : "Il proselitismo è il veleno contro l'ecumenismo"
Mario Francescano Colucci
Secondo l'Islam la donna musulmana che sposa un non musulmano, ha l'obbligo di pretendere la conversione del futuro marito all'Islam.
Infatti la moglie è Algerina.
L'Islam è una creatura del giudaismo post biblico e Talmuldico, infatti ha le stesse prescrizioni del vecchio ebraismo, inoltre è stato inventato per andare all'attacco del cristianesimo in senso politico.