I Tempi Anticristici sono ormai arrivati: cosa fare?

I tempi di San Massimiliano Maria Kolbe che assistette, in Roma, ad una terrificante manifestazione massonica (1917) in cui si metteva in scena un Lucifero che schiacciava la testa a San Michele Arcangelo (e per questo, quale vero milite dell’Immacolata, decise di fronteggiare con tutti i mezzi e le energie a disposizione coloro che gridavano lo slogan: “Occuperemo il Vaticano”) sembravano lontanissimi ma, invece, sono arrivati.

Eppure si scrisse che fu scelto proprio dalla Madonna, che apparve proprio in quell’anno, il 1917 a Fatima, consegnando all'umanità i tre segreti. Convinto che stessimo vivendo il dodicesimo capitolo dell’Apocalisse, l’audace frate polacco era convinto che bisognasse assolutamente ed urgentemente inondare la terra con un diluvio di stampa mariana, affinché l’Immacolata Corredentrice fosse conosciuta, in ogni luogo, in ogni lingua, con ogni mezzo comunicativo e divulgativo. Perché Lei era il rimedio ad ogni eresia e apostasia, che già allora, più di un secolo fa dilagavano.

Mentre lo scontro tra la Donna vestita di sole e il Dragone avanza prossima verso il suo epilogo, oltre al vaccino incautamente e ingannevolmente accettato, le anime portano con sè, innanzi al giudizio di Dio, molte altre cose anche più gravi: l’apostasia della fede, la tiepidezza del cuore, la perseveranza nel peccato, la cattiveria, sono pasciute nelle anime da Satana attraverso i vizi mondani che non hanno più trovato valente resistenza nella Fede.

Anzi l’insorgere di una nuova chiesa che sempre più palesemente si svela anti-cristica, fa suonare le trombe dell’ultima battaglia che avrà, come protagonisti decisivi Maria Santissima, la schiera dei suoi Angeli e il suo piccolo resto. Diceva San Massimiliano Kolbe: “Noi, da noi stessi, siamo nulla e nulla siamo in grado di fare”; quindi, il piccolo resto di Maria sa cosa deve fare: affidarsi all'Immacolata – senza La quale non potrebbe compiere nessuna proficua resistenza spirituale al dilagare del male malefico né portare a termine nessuna vittoria – e scendere in campo per donare all'umanità il Cuore Immacolato di Maria, a costo di disintegrare la propria vita per questa missione: tutto il resto è vana distrazione…

La salvezza è in Maria! Combattere per Maria, con Maria, in Maria è il vero antivirus al Pandemonio di Satana. Spingere le anime ad amare la Divina madre, condurle a Lei, il vero Porto sicuro, il Rifugio dei peccatori, la misericordiosissima e pietosissima Mamma, affinché come figli Le si affidino interamente attraverso la consacrazione. Il nuovo diluvio (un intervento purificatore di Dio) sta arrivando e il santissimo seno di Maria è la nuova Arca salvifica. Parliamo molto di più di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria!

Nel 1942, precisamente l’11 ottobre, Papa Pio XII consacrò al Cuore Immacolato il mondo, obbedendo alla richiesta del Signore Gesù che, tramite la Beata Alexandrina da Costa, mistica portoghese veramente straordinaria, espresse la volontà che tutta l’umanità fosse consacrata al Cuore Immacolato della Divina Madre, con un atto solenne, direttamente dal Papa. Quest’anno, dunque, è un anno mariano, l’anno della consacrazione – potremmo definirlo – perché cade l’ottantesimo anniversario della Consacrazione al Cuore Immacolato del Genere Umano da parte del Sommo Pontefice. Una coincidenza mariana assolutamente da valorizzare… È come se il Signore ci dicesse: “Si, cari figli: Io voglio che vi consacriate a Maria, voglio mettervi tutti in quel Cuore, nel Cuore di Mia Madre perché lì trovate rifugio, conforto, sollievo e ristoro per le anime vostre e lì non potete subire alcun male”.

In un momento in cui non possiamo confidare negli uomini, il Signore ci ripete con decisione: “Confidate in me, confidate in Mia Madre, confidate nel Cuore Immacolato!”. Questo è l’anno della Consacrazione, questo è l’anno di Maria Santissima! Anche se quello da poco cominciato è innegabilmente – da un certo punto di vista – l’anno di satana, l’anno del suo apparente trionfo, l’anno in cui sembra, ormai, che abbia la preda a portata di mano e sia pronto a inghiottirla (ossia gli uomini che brama distruggere, nessuno escluso, il suo odio infernale non risparmia nessuno…), è ancora più vero che la sua eterna Nemica è più forte di lui e non può e non vuole – e certo non lo farà – abbandonare coloro che in Lei confidano, coloro che in Lei trovano rifugio. Dobbiamo assolutamente entrare in questa logica: questo è l’Anno Mariano della Consacrazione. Stringiamoci all’Immacolata, confidiamo in Dio, nel suo provvido aiuto e saremo soccorsi sempre e comunque, non solo dal punto di vista spirituale ma anche materiale.

Se allora mancano valide guide spirituali nella Chiesa che orientino le anime (a parte eccezioni), oggi Maria è la Condottiera e su di Lei, la Regina della Chiesa, poggerà il non praevalebunt. Ella è colei che, tremenda come esercito schierato, schiaccerà la testa del Drago. C’è tanta confusione nella Chiesa... si ma c’è Maria! Rifugiamoci nelle braccia di Maria che conducono al Figlio, che rimanendo sempre al suo fianco non ci abbandonerà. C’è la pseudo-pandemia? Allora chiediamo la protezione e la guarigione per intercessione della Santissima Vergine, che è sposa dello Spirito Santo. Non ci rimane che donarci tutti a Maria Santissima, per portare alle anime il Cuore di Maria per la loro salvezza. Maria Santissima è l'autostrada verso il Cielo che non ha uscite e svincoli verso altre direzioni, se non al punto di arrivo, il Paradiso.

Francesco Miridia e Fra Pietro (Tempi di Maria)

* * *


PER CONSACRARSI A MARIA IMMACOLATA

Corso completo di consacrazione alla Vergine Maria: Corso in preparazione alla Consacrazione Mariana - Radio Buon Consiglio - Emittente Religiosa

Indicazioni per frequentare il corso di consacrazione on line:
Corso completo di consacrazione alla Madonna: vuoi consacrarti anche tu?

Piccolo Catechismo della consacrazione mariana: Consacrarmi a Maria? Le risposte alle domande più comuni - Il Settimanale di Padre Pio

_______________

PS | Invito tutti ad iscriversi al canale telegram di Tempi di Maria nato per poter continuare a condurre con maggior libertà la buona battaglia della diffusione della verità, anche riguardo a quei temi oggi più osteggiati e censurati: Tempi di Maria
Raffaella Grando shares this
630