Christmas Campaign: Financial Insights
Clicks511
Francesco I
7

Francia sotto attacco: strage nella cattedrale di Nizza, 3 morti. Avignone, ucciso un uomo: urlava Allah Akbar

Torna la paura in Francia nel giorno in cui i musulmani celebrano la nascita di Maometto. La mattina di terrore è iniziata nella cattedrale di Nizza. Un uomo ha fatto irruzione all’interno della basilica di Notre-Dame, a breve distanza dalla stazione ferroviaria, armato di un coltello e con il volto coperto da un passamontagna. Tre sarebbero i morti, compresa una donna sulla settantina, che sarebbe stata decapitata, come viene indicato dalla televisione Bfmtv. Diversi i feriti.

Poco dopo, intorno alle 11.15, un'altra persona, armata di coltello, avrebbe tentato di attaccare gli la polizia per strada ad Avignone: gli agenti hanno reagito aprendo il fuoco, lui è morto sul posto. E a Gedda, seconda città dell'Arabia Saudita, un uomo è stato arrestato dopo aver aggredito con un coltello la guardia del consolato francese.
Nizza, donna decapitata nella cattedrale: l'irruzione polizia della polizia a Notre Dame
Tornando alla stage di Nizza, l’aggressore è stato bloccato dalla polizia municipale, intervenuta sul posto e chiamata dai clienti di un bar, che si trovavano ai tavolini all’esterno, davanti alla basilica. Questi hanno visto una donna uscire da Notre-Dame con una profonda ferita alla gola e che ha cercato invano di salvarsi nel bar: secondo Bfmtv sarebbe morta di lì a poco per le ferite. Pochi istanti prima, secondo alcuni testimoni, avrebbe detto «dite ai miei figli che li amo».
All’interno della chiesa sono stati trovati i cadaveri di un’altra donna e dell’uomo, che era il guardiano della cattedrale. Intanto, l’aggressore è stato neutralizzato dalla polizia e ferito gravemente. Si trova ricoverato all’ospedale della città.
L'attacco è iniziato intorno alle 9 del mattino dentro la basilica di Notre Dame. La cattedrale di Nizza, si trova sul Viale Jean Medecin (dedicato allo storico sindaco nizzardo), cuore pulsante della città: un vialone dove ci sono negozi, uffici e centri commerciali, che collega la stazione ferroviaria con la piazza simbolo della città, Place Massena.

Nizza, settantenne decapitata in una cattedrale: la scena dell'omicidio
Il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha detto che « tutto fa pensare a un attacco terroristico», parlando di «islamofascismo». «Ho chiesto che tutte le chiese restino chiuse, che tutti i luoghi di culto siano chiusi, che tutti i luoghi pubblici che possono essere oggetto di inquietudine siano chiusi per il momento» ha aggiunto il primo cittadino. «Abbiamo bisogno di rinforzi significativi per mettere in sicurezza la città nel suo insieme, rassicurare la popolazione della città», ha aggiunto.

A Parigi il premier Jean Castex stava illustrando all’Assemblea nazionale le misure del nuovo lockdown, che scatterà questa sera. Ma ha lasciato subito il Parlamento per raggiungere il ministero degli Interni, dove sta coordinando a distanza gli interventi a Nizza con il ministro Gérald Darmanin. Intanto Emmanuel Macron sta andando sul posto.
Nizza, donna decapitata nella cattedrale di Notre Dame: l'arrivo dei soccorsi e il blocco della zona

E così la città sulla Costa azzurra è colpita di nuovo. La città non ha mai potuto dimenticare la strage compiuta sulla promenade des Anglais, la sera del 14 luglio del 2016, quando 86 persone morirono, falciate da un camion che correva all’impazzata davanti al mare: al volante un terrorista jihadista, che fu eliminato dalle forze dell’ordine. Il nuovo attacco nella basilica di Nizza fa seguito alla terribile aggressione che si è verificata il 16 ottobre, a Conflans Saint-Honorine, a una cinquantina di km a nord di Parigi. Samuel Paty, professore alla scuola media, venne aggredito per strada e decapitato. Aveva mostrato in classe delle caricature di Maometto, pubblicate da Charlie Hebdo.
Dall'inizio di settembre ha avuto inizio a Parigi il processo contro i complici degli attentatori che fecero irruzione nella redazione del settimanale satirico, il 7 gennaio 2015. Da allora diverse minacce di gruppi islamisti si sono abbattute sulla Francia. Un giovane di origini pakistane si presentò addirittura il 25 settembre davanti all'edificio che in precedenzava la redazione di Charlie Hebdo: lì ha ferito gravemente due giovani, prima di essere abbattuto.
Intanto oggi le campane delle chiese di Francia suoneranno alle 15, in seguito dell'attacco di Nizza. Lo ha annunciato la Conferenza episcopale: «Dovunque sarà possibile, le campane delle chiese francesi suoneranno alle 15 oggi», si legge in una nota diffusa online.

La paura è ancora più forte man mano che ci si avvicina alla giornata di celebrazione di ognissanti. l presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha sollecitato l'unità degli europei «contro chi diffonde l'odio». Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Presidente della Repubblica Francese condanna «quest'ulteriore, deplorevole gesto di violenza. Manteniamo ferma la determinazione nel contrasto il fanatismo di qualsivoglia matrice – ha detto – , una difesa di quei principi di tolleranza che costituiscono il tessuto connettivo delle nostre società democratiche». Il premier, Giuseppe Conte, ha parlato di «vile attacco» e sollecitato «un fronte comune a difesa dei valori di libertà e pace». Il Consiglio francese del culto musulmano ha condannato fermamente l'accaduto e invitato a cancellare i festeggiamenti per il compleanno del profeta.

lastampa.it

N.S.dellaGuardia
Quando pensate alle menzogne maledette di Abu Dhabi e "fratelli/sorelle/grembiulini tutti", pensate che costoro che assassinano sono in realtà convinti di andare in paradiso, poiché seguono fedelmente e pedissequamente la loro "religione di pace", in senso orwelliano ovviamente. Anzi in senso bergogliano.
Veritasanteomnia
Sempre il sindaco ha proposto il rimedio:
-chiudere le Chiese- perché quando è troppo è troppo
Veritasanteomnia
Ha detto il Sindaco che è stato un "islamo-fascista". Io penso semplicemente che sia stato un musulmano che ha letto l'enciclica di Bergoglio ma non l'ha capita
il vandea
E' ora che i cattolici imparino a difendersi con tutti i mezzi, dai nemici dichiarati, e dai nemici interni loro complici.
nolimetangere
I fanatici non sono questi musulmani tagliatori di testa, e ne ho sentito diversi sui social che si inseriscono in discussioni pubbliche, sono di una ignoranza, del resto cosa e come mai può essere chi non riconosce Cristo, e dicevo, i fanatici non sono solo questi, ma pure chi promuove l'ecumenismo. Se lo devono mettere in testa tutti quanti: l'ECUMENISMO NON ESISTE è una INVENZIONE UMAN…More
I fanatici non sono questi musulmani tagliatori di testa, e ne ho sentito diversi sui social che si inseriscono in discussioni pubbliche, sono di una ignoranza, del resto cosa e come mai può essere chi non riconosce Cristo, e dicevo, i fanatici non sono solo questi, ma pure chi promuove l'ecumenismo. Se lo devono mettere in testa tutti quanti: l'ECUMENISMO NON ESISTE è una INVENZIONE UMANA, anzi MASSONICA.
fidelis eternis
L'ecumenismo propagandato da Roncalli in poi vale solo per i nemici di Criso, come pure il loro dialoco sterile e farlocco, con i veri cristiani non ci vogliono parlare né dialogare, dimostrando cosi che le novità del CVII hanno un solo obiettivo: distruggere il Cattolicedimo, e un solo ispiratote: il diavolo in persona. Bene fece mons. Lefebvre ad opporvisi, e bene fa oggi mons. Viganò a levare …More
L'ecumenismo propagandato da Roncalli in poi vale solo per i nemici di Criso, come pure il loro dialoco sterile e farlocco, con i veri cristiani non ci vogliono parlare né dialogare, dimostrando cosi che le novità del CVII hanno un solo obiettivo: distruggere il Cattolicedimo, e un solo ispiratote: il diavolo in persona. Bene fece mons. Lefebvre ad opporvisi, e bene fa oggi mons. Viganò a levare alta la sua voce contro Bergoglio ed il suo carrozzone di traditori di Cristo.
nolimetangere
Ecumenismo...Follia.
Il cuore dell'uomo è un abisso.. Chi mai puó giurare per la sincerità di ogni persona di fede diversa, quando poi tra gli stessi cattolici non c'è nè timore e nè ritegno a tradire Cristo?
Il sangue di queste vittime è sul capo di chi ha fatto arrivare musulmani in terra cristiana.