Clicks1.9K
it.news
12

Arcivescovo chiede a Francesco di "cambiare il Credo"

L'arcivescovo emerito di Tangeri (Marocco), Santiago Agrelo, ha chiesto a Francesco di cambiare il Credo, come ha detto lui stesso a ReligionDigital.org (15 ottobre).

Agrelo ha proposto di inserire a caso "i poveri" proponendo questa versione: "Credo nello Spirito Santo, nella santa Chiesa Cattolica, unta e inviata per evangelizzare i poveri.”

Francesco ha risposto che discuterà della proposta con le persone di dovere. Agrelo ha considerato la risposta un diniego educato. Una alternativa per cambiare il Credo potrebbe essere cambiare i vescovi ignoranti.

#newsGghtynhifh

Francesco I
Credo in unam deam Pachamamam, matrem omnipotentem, factricem coeli et terrae, visibílium omnium et invisibilium et in unum Dominum Franciscum.........
Joshua.
Evangelizzare i ricchi, perché si convertano no? Evangelizzare invece i poveri alla solidarietà senza Dio, ad accettare in casa loro immigrati, a fare senza della S.Messa se il Governo lo impone, ad abbracciare le dottrine eretiche dei protestanti, perché il dialogo ecumenico lo impone, applicare il nuovo vangelo dei documenti di Bergoglio, quello sì.
Christoforus78
Cambiare loro e convertirsi a Cristo no?
Il presagio
Cambiare spacciatore.
Francesco I
Chiaramente verranno considerati "poveri" coloro che detengono del Regno Unito un conto con un saldo di circa 20 milioni di sterline

Francesco: 20 milioni di sterline nel portafoglio privato a disposizione
Va poi detto che occorrerà togliere il verbo "evangelizzare" in quanto questo contrasta con l'insegnamento del Lider Maximo

Bergoglio : "Il proselitismo è il veleno contro l'ecumenismo"
il vandea
E , naturalmente, credo in pachamama, che e' signora e da la vita a ciccio.
Joshua.
I social-comunisti o massoni, come il loro ideologo Karl Marx, predicavano l'eguaglianza, la fratellanza con il terrore e lo spionaggio. Così fu anche nella rivoluzione francese in cui si predicava egalite', fraternite', liberte', ma facevano l'esatto contrario, perché affamavano la gente, non si dava alle persone, nessuna libertà, neanche di religione e quelli che non andavano bene al …More
I social-comunisti o massoni, come il loro ideologo Karl Marx, predicavano l'eguaglianza, la fratellanza con il terrore e lo spionaggio. Così fu anche nella rivoluzione francese in cui si predicava egalite', fraternite', liberte', ma facevano l'esatto contrario, perché affamavano la gente, non si dava alle persone, nessuna libertà, neanche di religione e quelli che non andavano bene al triumvirato di Robespierre, Marat, D'Anton venivano imprigionati e al più presto mandati alla ghigliottina. Non trattavano in questo modo solo gli aristocratici, ma anche i religiosi e la povera gente con una scusa. Così fu nella Romania di Ceacescu il dittatore comunista, con le rubinetterie d'oro o nell'ex Unione Sovietica, in cui i burocrati o i dirigenti di partito facevano le loro belle vacanze al mare e avevano un tenore di vita agiato. Così anche ora per i predicatori comunisti di lavoro e libertà, ecologia fuori e dentro anche alla Chiesa, salvo deprimere invece la libera iniziativa privata, burocratizzare tutto, dando l'impressione che non esiste corruzione nello statalismo, invece avviene proprio il contrario, anche perché tutto è controllato al fine che non vi siano fughe di notizie. Anche negli anni del fascismo la corruzione tra i grandi generali e governatori era molto alta. Con un'unica differenza, che a destra alcuni valori della dignità umana vengono salvaguardati e difesi mentre a sinistra vengono tolti tutti completamente. L'uomo viene ridotto ad essere un numero, una cavia su cui le leggi tanto perfette del governo satanico la fanno da padrone.
N.S.dellaGuardia
Fanno a gara a chi la spara più grossa per accondiscendere il "capo", anche a costo di essere ridicoli... non c'è limite né freno!
ferralex
Ritengo che le parole di Anna Caterina Emmerick siano più che esaustive per commentare questo scempio
Anna Krátka
Giuseppe Perla
Ma grazie a Dio è sorto un vero Sacerdote DON ALESSANDRO MINUTELLA che ha pagato con due scomuniche, denunce penali e la perdita della parrocchia per aver difeso i sacri dogmi del Cattolicesimo Romano. Viva Don Minutella ed il Piccolo Resto Fedele di Maria Regina ed il suo canale Radio Domina Nostra. Veri Cattolici d'Italia : non barattate la Fede con il conformismo !!! Ne renderete anche voi …More
Ma grazie a Dio è sorto un vero Sacerdote DON ALESSANDRO MINUTELLA che ha pagato con due scomuniche, denunce penali e la perdita della parrocchia per aver difeso i sacri dogmi del Cattolicesimo Romano. Viva Don Minutella ed il Piccolo Resto Fedele di Maria Regina ed il suo canale Radio Domina Nostra. Veri Cattolici d'Italia : non barattate la Fede con il conformismo !!! Ne renderete anche voi conto a Dio !! Avanti con Maria Santissima, ci riprenderemo Roma e scacceremo i framassoni che hanno scommesso sulla scomparsa del Cattolicesimo Romano !!!