Clicks1.1K
it.news
2

Vescovo vuole "eliminare questo fascista"

Il vescovo ausiliario di Belo Horizonte, Vicente de Paula Ferreira, 50, ha scritto su Twitter.com (14 giugno) di aver chiesto a Dio: "Mostraci il modo per eliminare questo fascista brasiliano".

Il prelato caritatevole parlava del presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, chiedendo a Dio "il coraggio di affrontare il tiranno che sta uccidendo il nostro popolo" e concludendo la preghiera con l'invocazione: "Liberaci o Signore dall'anarchia della morte".

Quando fa comodo (per esempio nel caso di Biden, presidente abortista), i prelati bolscevichi sfruttano subito lo slogan "la Chiesa fuori dalla politica". Se Bolsonaro avesse il supporto degli oligarchi, il codardo Ferreira non lo avrebbe mai attaccato.

Ferreira è famoso per gli insulti a Bolsonaro. A marzo, ha detto che "la barbarie è il fine del malgoverno", ha chiesto la messa in stato d'accusa di Bolsonaro, diffamandolo come "il più grande alleato del Covid-19" e lamentandosi per "il genocidio di questo sistema capitalista".

Ferreira può fare anche altro. A maggio, ha detto su Oglobo.Globo.com che dobbiamo lavorare per costruire il Regno di Dio, che si "basa sulla fratellanza" [sic!] e che dobbiamo quindi "dialogare" [sic!] con "chi non crede nemmeno in Gesù, pur combattendo per una causa comune".

#newsNfbeacnuum

Christoforus78
Quello che dice questo poveraccio semplicemente non è cristiano, Gesù ci chiede di pregare per i nostri nemici non di chiedere la loro morte, ma si vede che lui ama solo occuparsi di politica e non di anime. Spero che Dio non lo tolga da questo mondo prima che si penta del suo modo indegno di fare il vescovo.
Diodoro
"Qualcuno, non so chi, ha detto molto giustamente che l'odierno "ANTI" (antifascismo, antirazzismo, antispecismo...) significa né più né meno che la negazione del principio di identità e non-contraddizione. Non deve più valere che A sia uguale ad A e diverso da B: A DEVE essere in contraddizione con se stesso (cioè "diverso" da A) e uguale a B, almeno occasionalmente".

Commento che ho inserito …More
"Qualcuno, non so chi, ha detto molto giustamente che l'odierno "ANTI" (antifascismo, antirazzismo, antispecismo...) significa né più né meno che la negazione del principio di identità e non-contraddizione. Non deve più valere che A sia uguale ad A e diverso da B: A DEVE essere in contraddizione con se stesso (cioè "diverso" da A) e uguale a B, almeno occasionalmente".

Commento che ho inserito all'articolo odierno del professor Lamendola

Chiesa ANTI = Chiesa pronta per Astana