Francesco I
1751

Scandalo Vaticano, spariti 300 milioni di euro delle offerte. Bergoglio: “Non sapevo”

La stangata al Vaticano: truffe, veleni, raggiri, estorsioni, lotte di potere, loschi affari e faccendieri spregiudicati, tradimenti consumati nei sacri palazzi, funzionari infedeli, rogatorie in Svizzera …More
La stangata al Vaticano: truffe, veleni, raggiri, estorsioni, lotte di potere, loschi affari e faccendieri spregiudicati, tradimenti consumati nei sacri palazzi, funzionari infedeli, rogatorie in Svizzera, indagini a Londra, il progetto di un bond da 30 milioni di euro con la Banca Popolare di Bari, infiniti rivoli di denaro che portano lontano, lontanissimo, dall’obolo di carità per i poverelli a cui i tanti soldi spariti erano destinati. Il più grande scandalo finanziario di sempre a Oltretevere, per come lo hanno ricostruito i magistrati vaticani, e che l’Adnkronos ha rivelato in esclusiva (si parte da 300 milioni ma le cifre dei soldi che ballano in varie operazioni sarebbero molto più alte).
Ovviamente, Bergoglio non sapeva. Certo. Peccato che monsignor Becciu lo abbia chiamato in causa nell’affare.
Quello che si dipana in queste ore dopo l’arresto di Torzi è uno scandalo senza precedenti che non risparmia niente e nessuno e che con l’arresto del broker per peculato, truffa, estorsione …More
N.S.dellaGuardia
Tutto è talmente ingarbugliato che è persino difficile distinguere le vere notizie dalle notizie vere ma dette in modo che suonino come avvertimento, tipo resa dei conti...
Il dramma di come la neochiesa sia sprofondata nelle paludi dei giochi di potere, come una qualsiasi società umana invischiata in affari, loschi o meno, in ricatti e vendette.
Chi gioca col principe del mondo deve poi sottostare …More
Tutto è talmente ingarbugliato che è persino difficile distinguere le vere notizie dalle notizie vere ma dette in modo che suonino come avvertimento, tipo resa dei conti...
Il dramma di come la neochiesa sia sprofondata nelle paludi dei giochi di potere, come una qualsiasi società umana invischiata in affari, loschi o meno, in ricatti e vendette.
Chi gioca col principe del mondo deve poi sottostare alle sue regole e quelle dei suoi accoliti e sottomessi.