Clicks204
it.news

Legalismo: cardinale critica decreto del Dicastero per i Laici che va contro le comunità laiche

Il decreto pubblicato l'11 giugno dal Dicastero Vaticano per Laici, Famiglia e Vita, che mette le comunità laiche sotto ulteriori restrizioni legali, mostra pochissimo riconoscimento per il loro valore spirituale ed è troppo ossessionato dal controllo, ha detto il cardinale emerito di Curia Paul Josef Cordes, 86, a Die-Tagespost.de (20 giugno).

L'ampia libertà che le organizzazioni laiche avevano sarà limitata radicalmente: non saranno più in grado di determinare in modo indipendente la località degli uffici, la forza dei termini dell'ufficio e l'inclusione dei membri nelle elezioni.

Secondo Cordes, il decreto dà l'impressione che si tratti di una materia "che dà fastidio e che va contenuta" e non mostra alcun interesse nell'incoraggiare la vitalità spirituale dei movimenti.

Cordes è sorpreso che il decreto non mostri alcuna gratitudine a Dio per aver dato alla Chiesa, nei nostri tempi secolarizzati, membri laici che portano Dio tra la gente. Invece, il dicastero insiste sulla propria "competenza legale".

Foto: Paul Josef Cordes, © Karl-Michael Soemer, wikicommons CC BY-SA, #newsNpqnifgbsx