Clicks452
Francesco I
1

Ecco chi c'è dietro ai teorici del "Cambiamento climatico"

ARTICOLO DEL WALL STRETT JOURNAL del 1° ottobre 2021

Gates: climate change è nuovo Eldorado per gli investitori a caccia di rendimenti | WSI


21 Ottobre 2021, di Mariangela Tessa
Per investitori a caccia di rendimenti, il settore verso il quale occorre puntare i riflettori si chiama climate change: a dirlo è Bill Gates, la quarta persona più ricca al mondo, che in un’intervista trasmessa ieri nel meeting SOSV Climate Tech, ha affermato che i rendimenti futuri degli investimenti sul clima saranno paragonabili a quelli prodotti dalle più grandi aziende tecnologiche.
“Ci saranno otto-dieci Tesla, ma anche aziende del calibro di Microsoft, Google, Amazon che emergeranno in questo settore”, ha detto Gates, prevedendo che i guadagni che oggi sono concentrati su un gruppo ristretto, in un futuro non tanto lontano saranno distribuiti su una fascia più ampia di aziende.
Ricordiamo, a questo proposito, che le azioni della società di auto elettriche guidata da Elon Musk hanno visto il proprio valore raddoppiare nel corso dell’ultimo anno (+ 2.000% negli ultimi cinque anni).

Se le prospettive legate all’ambiente sembrano volgere al bello, non mancano i pericoli. Il fondatore di Microsoft mette in guardia dal pericolo bolle. Così come è successo nel Duemila con lo scoppio della bolla hi-tech, non è escluso che lo stesso copione possa replicarsi nel comparto “green”.
Al momento, gran parte della tecnologia è “a livello di laboratorio”, quindi – suggerisce Gates – gli investitori dovranno prestare attenzione nel valutare la fattibilità economica dell’idea. Inoltre, molti dei progetti richiederanno ingenti investimenti prima di poter dimostrare di funzionare.

Non solo. La tecnologia legata al clima affinché abbia successo ha bisogno del supporto di “politiche incoraggianti” da parte del governo, ha aggiunto Gates, in prima linea negli investimenti green con la sua azienda Breakthrough Energy Ventures, che conta tra gli investitori il fondatore di Amazon Jeff Bezos, Michael Bloomberg e Ray Dalio.
“Avremo un alto tasso di fallimento”, ha concluso Gates. Ma ci sono abbastanza idee che “hanno una probabilità di successo sostanziale” con la giusta assistenza del governo.”Ma se non potete permettervi di rischiare o vi aspetta rendimenti a breve termine, meglio cercare altrove”.

wallstreetitalia.com

ECCO, FORSE, GRAZIE A QUESTI INTERESSI COLOSSALI, SPIEGATO IL MOTIVO PER CUI SI DÀ TANTO CREDITO AI CATASTROFISTI DEI QUALI UNA BAMBINA NORDICA È DIVENTA L'ALFIERE:

N.S.dellaGuardia
"...i guadagni che oggi sono concentrati su un gruppo ristretto, in un futuro non tanto lontano saranno distribuiti su una fascia più ampia di aziende..."
Ci prende anche per i fondelli, quella nullità d'uomo!