Join Gloria’s Christmas Campaign. Donate now!
Clicks1

Superbia e confusione

P.Elia
Superbia e confusione! 17 Novembre 2019 XXXIII Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, il brano della prima lettura della Liturgia di Domenica prossima, 17 Novembre, tratto dal libro …More
Superbia e confusione! 17 Novembre 2019 XXXIII Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, il brano della prima lettura della Liturgia di Domenica prossima, 17 Novembre, tratto dal libro del Profeta Malachia, afferma chiaramente che la superbia è il peccato più grave che l’uomo possa commettere. La superbia, infatti, è capace di impedire a Dio di salvare l’uomo. La Parola di Dio ci insegna che la superbia è il peccato di Satana che illudendosi di potersi sostituire a Dio è sprofondato nella confusione eterna. Papa Francesco, dal canto suo, ci ha sempre messi in guardia dal dialogare con satana, affermando più volte che l’azione diabolica è certamente una delle cause, se non la più importante, dell’attuale individualismo e narcisismo esasperato che tanto male sta facendo a questo nostro mondo post-moderno. Infatti, lo scorso settembre durante un incontro informale tenuto con i Gesuiti del Mozambico, Papa Francesco raccontò che una volta un gesuita gli disse «di stare attento nel dare l’assoluzione, perché i peccati più gravi sono quelli che hanno una maggiore ‘angelicità’: orgoglio, arroganza, dominio. E i meno gravi sono quelli che hanno minore angelicità, quali la gola e la lussuria. Il pericolo che i sacerdoti e gli stessi laici corrono, aggiunse il Papa, è quello di concentrarsi quasi esclusivamente sul sesso e di non dar peso all’ingiustizia sociale, alla calunnia, ai pettegolezzi, alle menzogne».