Clicks1K

IL video: "Chiediamo al governo di non usare più la violenza contro manifestanti pacifici"

Stefano Puzzer: "Chiediamo al governo di non usare più la violenza contro manifestanti pacifici"

Si è concluso l'incontro tra Stefano Puzzer e Patuanelli, in rappresentanza del governo. Si è trattato di un incontro interlocutorio, i portuali non cedono rispetto alle richieste fatte. Martedì dovrebbe arrivare la prima risposta del governo: in caso di risposta negativa, Stefano Puzzer assicura che le proteste pacifiche e, nel rispetto della Costituzione, proseguiranno in tutta Italia.
Fonte: Visione TV e corriereregioni.it/…sare-piu-la-violenza-contro-manifestanti-pacifici/ del 23 Ottobre 2021
Andrea Mancinella
PS; c'è stato uno spostamento di righe, la terz'ultima ovviamente va messa prima della mia firma. Scusate, ma a volte l'elettronica gioca brutti scherzi! E non è la prima volta che mi succede...
don Andrea Mancinella
Andrea Mancinella
Bravi figlioli, tenete duro e non lasciatevi ingannare da promesse vaghe. Quella gente è falsa come il Demonio.
E sono convinto che lo faranno anche gli altri utenti di Gloria TV.

Pregherò Gesù, la Madonna e San Giuseppe perchè vi aiutino sempre!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
Lugatartuga Rossi
Diodoro
La bandiera ungherese fra il 1949 e il 1956 (con Stella Rossa)

---------------------

La manifestazione ufficiale di oggi sul Danubio, a Budapest, in cui Orban ha ripetuto che l'Ungheria attuale è direttamente connessa alla rivolta del 1956 contro i Comunisti. Si vedono le bandiere con il buco al centro, certamente repliche di quelle utilizzate dai Patrioti nel 1956, ritagliando i simboli …More
La bandiera ungherese fra il 1949 e il 1956 (con Stella Rossa)

---------------------

La manifestazione ufficiale di oggi sul Danubio, a Budapest, in cui Orban ha ripetuto che l'Ungheria attuale è direttamente connessa alla rivolta del 1956 contro i Comunisti. Si vedono le bandiere con il buco al centro, certamente repliche di quelle utilizzate dai Patrioti nel 1956, ritagliando i simboli centrali.
Onore ai Martiri d'Ungheria e al card. Mindszenty!

Da Wikipedia: "... Tra carcere e arresti domiciliari, Mindszenty (condannato all'ergastolo, nota mia) trascorse otto anni, durante i quali non poté leggere testi sacri e col divieto di inginocchiarsi. Le guardie che lo avevano in custodia dovevano interromperlo qualora iniziasse a pregare. Durante la prigionia si ammalò di tubercolosi, a causa del duro regime carcerario. Il 1956 fu l'anno dell'insurrezione popolare e il cardinale fu liberato dagli insorti guidati dal maggiore Antal Pallavicini. Recatosi a Budapest, tenne un discorso alla radio dichiarando il proprio appoggio ad Imre Nagy. Quando le truppe sovietiche sedarono nel sangue l'insurrezione, si rifugiò nell'ambasciata statunitense di Budapest, dove restò sino al 1971, non potendo così partecipare ai conclavi del 1958 e del 1963.
Mindszenty si oppose sempre alle trattative tra la Chiesa e i governi comunisti, affinché apparisse chiaramente che Roma non avrebbe accettato compromessi..."