Una rivelazione: Fatima e i «peccati che mandano più anime all'Inferno»

La purezza è la virtù più abbagliante della Madonna. Lo splendore della sua verginità sempre intatta fa di Lei la creatura più radiosa che si possa immaginare, la Vergine più celestiale, tutta «…More
La purezza è la virtù più abbagliante della Madonna. Lo splendore della sua verginità sempre intatta fa di Lei la creatura più radiosa che si possa immaginare, la Vergine più celestiale, tutta «candore di luce eterna » (Sap 7,26).
Il dogma di fede della Verginità perpetua di Maria Santissima, il dogma di fede della concezione verginale di Gesù ad opera dello Spirito Santo, il dogma di fede della Maternità verginale della Madonna: questi tre dogmi investono l’Immacolata di uno splendore verginale che «i cieli dei cieli non possono contenere» (1Re 8,27). E lungo i secoli, nella Chiesa, alla Beata Vergine, si sono ispirate le schiere angeliche delle vergini che hanno cominciato già da questa terra a vivere solo di Gesù, per «seguire l’Agnello» (Ap 14,4) nel tempo e nell’eternità.
E se ci sono stati e ci sono ancora dei mentecatti, i quali vogliono gettare le ombre del loro squallore su una verità di fede così abbagliante come la Verginità perpetua della Madonna, oltre san Girolamo (che …More
caterina Giuliana turina
io in difesa di chi va contro a questi comandamenti e' non conoscere veramente Gesu'... perche' se lo conosci capisci che anche nelle piccole cose come la musica e film lo fanno soffrire...si puo' benissimo vedere film ci sono ancora quelli che non offendono la morale basta cercare e la musica sacra e' bellissima
warrengrubert
Le parole di Manelli sono un invito e un incoraggiamento alla lotta interiore per giungere alla comunione con Cristo. Manelli conferma noi poveri peccatori nell'insegnamento di Cristo, e sono un invito alla conversione.
Quanto diverso questo insegnamento da quel infelice "chi sono io per giudicare"? Frase che conferma i poveri peccatori nel loro peccato, e insegna loro a chiamare bene il male e male …More
Le parole di Manelli sono un invito e un incoraggiamento alla lotta interiore per giungere alla comunione con Cristo. Manelli conferma noi poveri peccatori nell'insegnamento di Cristo, e sono un invito alla conversione.
Quanto diverso questo insegnamento da quel infelice "chi sono io per giudicare"? Frase che conferma i poveri peccatori nel loro peccato, e insegna loro a chiamare bene il male e male il bene, spalancando così le porte degli inferi a vagonate di anime che potevano salvarsi se qualche buon sacerdote avesse imitato il Card. Martini nel contestare ogni parola di GPII e BXVI che contrasta a il suo pensiero modernista.