Clicks1K
Francesco I
16

Trans perdono clienti per la pandemia: chiedono aiuto a Bergoglio che manda l’Elemosiniere

INVERTED / CC BY-SA
“Nel colmo dell’emergenza coronavirus – racconta il parroco della Beata Vergine dell’Immacolata – con stupore e meraviglia sono arrivati in chiesa un gruppo di transessuali, quasi tutti latinoamericani. Chiedevano aiuti perché con il Covid non avevano più clienti sulla strada”
Così riferisce il sacerdote di Torvaianica all’Adnkronos che aggiunge: la generosità di Bergoglio si è materializzata attraverso il braccio caritativo, l’Elemosiniere Konrad Krajewski, che ha portato gli aiuti. La comunità trans ha fatto arrivare a Bergoglio tramite il cardinale Krajewski un audio nel quale, in spagnolo, ognuno ringrazia Francesco a modo suo.
L’Elemosiniere è l’elettricista, per capirci.
Il Messaggero ha precisato che Bergoglio in questi giorni ha mandato loro aiuti in denaro e anche un messaggio per rincuorare queste persone ad avere fede. […] Il gruppetto è aumentato fino a che, nel giro di una decina di giorni, le trans della zona hanno trovato nella chiesa di don Andrea un punto di riferimento.

P.S.: Nulla di male a far la carità. Oltre all’aiuto economico ci deve essere quello spirituale, per una vita migliore.

radiospada.org

Testimone82
@digital forse non hai capito che qua parrebbero che ci siano le opere ma non nella vera fede, si usa carità ma non nella Verità.
Dovrei credere che Bergoglio e i suoi sottoposti vorrebbero la conversione dei viados in una vita casta, rinnovata ed esemplare come conviene a dei veri cristiani? Pensi che il messaggio che hanno lanciato è questo davvero?
Tutto è spettacolo, immagine di sè, per far …More
@digital forse non hai capito che qua parrebbero che ci siano le opere ma non nella vera fede, si usa carità ma non nella Verità.
Dovrei credere che Bergoglio e i suoi sottoposti vorrebbero la conversione dei viados in una vita casta, rinnovata ed esemplare come conviene a dei veri cristiani? Pensi che il messaggio che hanno lanciato è questo davvero?
Tutto è spettacolo, immagine di sè, per far vedere la loro misericordia, il loro pensiero progressista, più tollerante, più gay friendly.
Il mondo ha recepito questo oggi.

I viados hanno recepito che va bene così come sono e in fondo fanno un lavoro come altri che gli dà diritto di chiedere il pane se non ne hanno e trovano chi falsamente non glielo fa mancare in nome di un dio che ben poco ha a che vedere con le citazioni che fai di San Giacomo.
Questi non cercheranno mai il pane celeste almeno finchè qualcuno non gli ricordi "fratello la tua vita ti porta lontano dal Regno, Cristo è l'unico tuo bene, l'unico tuo vero Pane"
digital
Prendiamo come esempio quello che dice (Giacomo 2, 14,18) Che giova, fratelli miei, se uno dice di avere la fede ma non ha le opere? Forse che quella fede può salvarlo? Se un fratello o una sorella sono senza vestiti e sprovvisti del cibo quotidiano e uno di voi dice loro: «Andatevene in pace, riscaldatevi e saziatevi», ma non date loro il necessario per il corpo, che giova? Così anche la fede: …More
Prendiamo come esempio quello che dice (Giacomo 2, 14,18) Che giova, fratelli miei, se uno dice di avere la fede ma non ha le opere? Forse che quella fede può salvarlo? Se un fratello o una sorella sono senza vestiti e sprovvisti del cibo quotidiano e uno di voi dice loro: «Andatevene in pace, riscaldatevi e saziatevi», ma non date loro il necessario per il corpo, che giova? Così anche la fede: se non ha le opere, è morta in se stessa. Al contrario uno potrebbe dire: Tu hai la fede ed io ho le opere; mostrami la tua fede senza le opere, ed io con le mie opere ti mostrerò la mia fede.

Forse qualcuno si dimentica la potenza della preghiera. Quando noi preghiamo, le nostre preghiere vengono raccolte dalla Vergine Maria e portate a suo figlio Gesù. Con queste preghiere, Gesù concede le grazie che vengono riversate sul mondo e sulle anime peccatrici. Quante conversioni di persone che tramavano contro Dio e invece oggi sono cristiani ferventi. Quanti adepti del nostro nemico sono passati a Cristo. Pertanto, non sta a noi giudicare, ma pregare, affinchè la misericordia di Dio scenda su tutti. Noi pensiamo di essere giusti, ma ci dimentichiamo quanto è grande l’amore di Dio che ha per ognuno dei suoi figli. E’ sempre pronto ad accogliere tutti. Basta leggere la parabola del figliol prodigo per capire come Dio si comporta anche quando una persona si allontana da lui. Se quel figlio non sarebbe tornato al padre, sicuramente si sarebbe perso. Ma quando è tornato a casa, lo ha accolto a braccia aperte e lo ha trattato con amore. Mentre l’altro figlio, che era sempre in casa, non ha voluto prendere parte ai festeggiamenti. Non accada la stessa cosa nel voler giudicare a tutti i costi l’operato degli altri, ma bisogna giudicare l’operato proprio. Anche noi, per quello che faremo o diremo, saremo giudicati alla stessa maniera.
Anche la Regina della Pace è preoccupata per i non credenti, ma non li giudica, anzi ci invita a pregare per loro. Accogliamo questo invito e fidiamoci di quello che dice questa madre, che scesa sulla terra, ci aiuta, specialmente nei momenti della prova.

25 ottobre 1985: “Soffro molto per i non credenti. Anche loro sono figli miei. Non sanno quale tremendo destino li aspetti. Tutto quello che vi ho confidato si realizzerà. Anche gli ammonimenti al mondo si verificheranno. Però non dovete pensare per questo che Dio abbia un cuore duro. Guardatevi attorno e vi renderete conto di quanto siano immersi nel peccato gli uomini d’oggi. E così non direte più che Dio ha un cuore duro. Piuttosto, voi dovreste pregare di più per i non credenti e per i peccatori”.

6 novembre 1985: “Amate il prossimo, soprattutto coloro che vi provocano. Con l’amore anche le cose che vi sembrano impossibili diventeranno possibili. Tutti quelli che cominciano a vivere l’amore, preparano la via alla pace”.

2 dicembre 2004: “Cari figli, io ho bisogno di voi e perciò chiedo il vostro aiuto. Riconciliatevi con voi stessi, con Dio e con i vostri vicini. Aiutatemi a convertire i non credenti e asciugate le lacrime dal mio volto”.

Messaggi della Madonna di Anguera
Nr. 325 del 25 agosto 1990

Cari figli, ecco il messaggio per oggi. Non giudicate il vostro prossimo. Lo ripeto: solo Dio è il Giudice Supremo. Semmai giudicate voi stessi prima di essere giudicati da Dio nel giorno della sua ira. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Nr.1.815 del 9 novembre 2000
Cari figli, aprite i vostri cuori e lasciate che le parole di mio Figlio Gesù vi trasformino. Cercate di coltivare buoni sentimenti. Siate fratelli di tutti, anche di coloro che sono lontani da Dio e dalla sua grazia. Non giudicate, né condannate nessuno. Solo Dio è il Giudice Supremo. Vi chiedo di avere carità con coloro che si sono allontanati dal Signore. Pregate per loro. Sappiate che le vostre preghiere contribuiranno alla salvezza di molte anime. Coraggio. Dio è con voi. Questo è il messaggio che oggi vi
trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
Veritasanteomnia
@digital Come sarebbe bello se tutta la carità di cui lei parla fosse sincera. Se vera misericordia è, dovrebbe esserlo anche per i Cattolici praticanti: le sembra giusto negare il Santissimo Sacramento dell'Eucarestia ai fedeli che cercano il Pane di Vita ai loro Pastori??? Eppure, a dispetto del Codice di Diritto Canonico, non si sono inteneriti e non hanno avuto misericordia alcuna, né i …More
@digital Come sarebbe bello se tutta la carità di cui lei parla fosse sincera. Se vera misericordia è, dovrebbe esserlo anche per i Cattolici praticanti: le sembra giusto negare il Santissimo Sacramento dell'Eucarestia ai fedeli che cercano il Pane di Vita ai loro Pastori??? Eppure, a dispetto del Codice di Diritto Canonico, non si sono inteneriti e non hanno avuto misericordia alcuna, né i Parroci, né i Vescovi (che avrebbero potuto indirizzare i loro Presbiteri a comportarsi secondo le regole previste, quand'anche fossero privi di carità) e tantomeno papafrancesco che ha remato contro la CEI...

Lei cita la Madonna di Anguera e fa bene, ci ha avvisato su molte cose.
Senta cosa dice nel messaggio n°4.681 trasmesso il 19 agosto 2018


Cari figli, tempi difficili verranno per coloro che amano e difendono la verità.

Piegate le vostre ginocchia in preghiera.

Amate e difendete la verità.


Valorizzate la Presenza del Mio Gesù in mezzo a voi.

CercateLo nell’Eucaristia e ascoltate con docilità il Suo Vangelo.

Verrà il giorno in cui cercherete il Prezioso Alimento e non lo troverete.

Sarà un tempo di grande persecuzione per la Chiesa del Mio Gesù
.

Gli uomini perversi agiranno in segreto per distruggere il Sacro e il dolore sarà grande per i fedeli.

Molti negheranno la Presenza del Mio Gesù nell’Eucaristia e, accogliendo false dottrine, diranno che la Presenza di Gesù è solo simbolica.

La confusione si diffonderà e molti perderanno la fede.

Soffro per quello che vi attende.

Confidate nel Potere di Dio.

Egli mai vi abbandonerà.


Lei è sicuro che la Carità tanto pubblicizzata non avesse secondi fini??? E se c'è tanta bontà in quel caso, perché con i fedeli tanta insensibilità e indifferenza delle regole???

Spero che se lei è un Sacerdote non neghi il Pane di Vita ai poveri di spirito che ne hanno bisogno e lo elargisca con lo stesso entusiasmo con cui papafrancesco nutre, con altro cibo, i sodomiti impenitenti
Testimone82
Non illudiamoci, questo gesto è falso e non ha nulla a che vedere con la carità cristiana perché alla base ci sono attori che ne distorcono completamente la forza spirituale e non permangono nella Verità. Già che questo gesto è finito sui giornali fa capire la doppiezza in cui si è agito. La condizione del trans è gravemente immorale, 100 volte peggio di una prostituta il transessuale rappresenta…More
Non illudiamoci, questo gesto è falso e non ha nulla a che vedere con la carità cristiana perché alla base ci sono attori che ne distorcono completamente la forza spirituale e non permangono nella Verità. Già che questo gesto è finito sui giornali fa capire la doppiezza in cui si è agito. La condizione del trans è gravemente immorale, 100 volte peggio di una prostituta il transessuale rappresenta la forma di lussuria più degradata e perversa nella sodomia. Spiegatemi: Come si dovrebbero convertire questi in una chiesa che non insegna più la gravità del peccato o parla della vita eterna ?? quale percorso e quali maestri? Il messaggio della chiesa di Bergoglio è: rimani come sei, dio ti ama così, non fare sforzi, vivi la tua vita in serenità. Ed è lui l'autore di tutta questa macchinazione intrisa di misericordismo.
E ancora c'è gente che si illude che questi, tutto d'un tratto, hanno spunti di grande santità alla San Francesco?
Veritasanteomnia
@digital Concordo con lei: se qualcuno mi chiede aiuto faccio quello che posso e non cerco di capire se chi chiede è o no in stato di Grazia. Tuttavia generalmente cerco di portare anche, oltre all'aiuto materiale, un po' di aiuto spirituale. Ricordiamo che oltre alle opere di misericordia materiale ci sono anche quelle di misericordia spirituale. Discorso a parte merita poi il concetto di "…More
@digital Concordo con lei: se qualcuno mi chiede aiuto faccio quello che posso e non cerco di capire se chi chiede è o no in stato di Grazia. Tuttavia generalmente cerco di portare anche, oltre all'aiuto materiale, un po' di aiuto spirituale. Ricordiamo che oltre alle opere di misericordia materiale ci sono anche quelle di misericordia spirituale. Discorso a parte merita poi il concetto di "Carità bene ordinata".
In questa sede vorrei però reiterare il già espresso senso di fastidio per queste elemosine strombazzate ai quattro venti: vengono fatte nel modo diametralmente opposto a quanto detto da Gesù: "...non sappia la tua destra ciò che fa la tua sinistra..." allora sorge la domanda: si vuole evidenziare l'accoglienza di uno stile di vita peccaminoso? È bello accogliere il peccatore ma è bello anche donargli l'insegnamento necessario a fargli cambiare vita. La Chiesa è Maestra e deve insegnare la Via, perché tra le opere di Misericordia ci sono anche quelle che dicono di insegnare agli ignoranti e di consigliare i dubbiosi...
digital
@fulvia70 - Ricordiamoci che Dio per donare la grazia, ha i suoi tempi, anche se le persone continuano a peccare. «In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. E' venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. (Mt 21,31,32)
Questo vuol dire che non bisogna giudicare, ma affidars…More
@fulvia70 - Ricordiamoci che Dio per donare la grazia, ha i suoi tempi, anche se le persone continuano a peccare. «In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. E' venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. (Mt 21,31,32)
Questo vuol dire che non bisogna giudicare, ma affidarsi e credere nella parola di Dio.
Suari
Ok non giudicare, ma se uno si veste come al Gay Pride ostenta il suo peccato e lo esibisce fieramente, non sono io malvagio se vedendolo penso male di costui
fulvia70
ma esattamente aiutarli perché? non potendo prostituirsi li aiutiamo a mangiare perché poi finita la pandemia tornino a prostituirsi? non sarebbe il caso di aiutarli cristianamente? Il "va e non peccare più" per loro non vale?
Pietro81
Se dovessimo aiutare solamente i giusti non vi sarebbero più elemosine, Gesù dice anche và e non peccare più, San Paolo dice alcuni non sapendolo hanno accolto degli angeli. " Oppure il tuo occhio è cattivo perché io sono buono?
Suari
Dubito che un angelo si vestirebbe da trans... c'è un limite
Pietro81
Può darsi che lei abbia ragione, io non posso saperlo, sicuramente Dio mette alla prova i nostri cuori a volte anche in modo inaspettato. Questo non significa che si deve approvare il peccato anzi. Preghiamo affinché queste persone trovino la strada per la sincera conversione a Cristo
Suari
Se dovessimo aiutare solo i giusti non ci sarebbero più giusto che soffrono la povertà
Christoforus78
Giusto fare carità a queste povere anime smarrite. Superfluo se non edonistico farne sempre un qualcosa da esibire. La Chiesa ama tutti specie le pecorelle smarrite, perchè brama di ricondurle all'ovile di Nostro Signore.
digital
La carità non va negata a nessuno. E' come la Misericordia di Dio che tutto perdona e tutto offre. Dio ha un progetto su ognuno di noi. Nei modi e nei tempi stende la sua mano anche sul peccatore più incallito e lo libera dal male. In tanti, dopo aver sperimentato nel dolore la propria sofferenza, quanti li hanno accolti e gli hanno dato una carezza, un conforto, un abbraccio, ha permesso a …More
La carità non va negata a nessuno. E' come la Misericordia di Dio che tutto perdona e tutto offre. Dio ha un progetto su ognuno di noi. Nei modi e nei tempi stende la sua mano anche sul peccatore più incallito e lo libera dal male. In tanti, dopo aver sperimentato nel dolore la propria sofferenza, quanti li hanno accolti e gli hanno dato una carezza, un conforto, un abbraccio, ha permesso a queste persone di cambiare la propria vita. Non si può voltare le spalle a persone che chiedono aiuto. Anche Gesù non voltò le spalle alla donna peccatrice, ma la perdonò, anche se non sappiamo poi se questa donna ha continuato a fare quello che faceva prima. Pertanto non bisogna giudicare, ma pregare affinché tutti possono giungere alla salvezza eterna. Rifiutare un aiuto e voltare le spalle a chi ha bisogno, non è un gesto generoso. In questo modo la persona non potrà mai incontrare Dio perché si sentirà esclusa, emarginata e abbandonata. Vedere un sorriso sul volto di una persona che soffre, dopo aver ricevuto un piccolo aiuto, è il più bel regalo che la nostra anima ci può fare, perché è lei stessa a gioire.
N.S.dellaGuardia
"Và e non peccare più..."
il vandea
La carita' bisogna meritarla, e va fatta a chi non infrange le leggi divine e civili. Quindi, prima, i transessuali avrebbero dovuto cambiare vita e convertirsi, quindi si sarebbero potuti aiutare. Naturalmente, per chi e' clandestino in Italia, il primo aiuto e' un biglietto di ritorno per il suo paese.