I MARTIRI CRISTIANI DELL’ESERCITO ROMANO

3 giugno 2019 I MARTIRI CRISTIANI DELL’ESERCITO ROMANO di Max Trimurti - Le persecuzioni romane contro i Cristiani, specialmente quelle del III …
Don Andrea Mancinella
L'articolo potrebbe andare.
Però l'autore, Max Trimurti (che razza di cognome, ma che è induista?...) porta come esempio di presunta opposizione della Chiesa alla vita militare dei cristiani un antipapa, Ippolito, e uno come Origene, che sbaglia peraltro a definire 'Padre della Chiesa'. Non lo è mai stato, anzi è morto in odore di eresia (l'apocatastasi, che negava l'eternità dell'Inferno …More
L'articolo potrebbe andare.
Però l'autore, Max Trimurti (che razza di cognome, ma che è induista?...) porta come esempio di presunta opposizione della Chiesa alla vita militare dei cristiani un antipapa, Ippolito, e uno come Origene, che sbaglia peraltro a definire 'Padre della Chiesa'. Non lo è mai stato, anzi è morto in odore di eresia (l'apocatastasi, che negava l'eternità dell'Inferno persino per i demoni). E' solo uno Scrittore ecclesiastico, sia pure molto erudito, come ad esempio anche Tertulliano (anch'egli finito male, come scismatico) o Cecilio Lattanzio.
La Chiesa a livello ufficiale non ha MAI riprovato i soldati cristiani, anzi.

In secondo luogo, per quanto riguarda le torture efferate subite dai soldati cristiani, che l'autore ipotizza inventate: dopo ciò che fecero, ad esempio, i rivoluzionari francesi dopo il 1789, o i comunisti spagnoli negli anni '30, con suore squartate vive (legavano loro le gambe a due alberi giovani piegati, poi tagliavano le funi), o la crudeltà di alcune torture anche oggi (in Iraq, qualcuno è stato torturato e ucciso con un trapano elettrico. Un'altro in Turchia fatto a pezzi con una motosega. Un sacerdote in Perù torturato dai comunisti di Sendero Luminoso con un topo vivo immessogli nell'ano. O i cattolici cinesi legati e con appesi ai capezzoli dei grossi pesi). Beh, no, non c'è proprio nulla di inventato nelle antiche cronache di martirio. La cattiveria umana è sempre la stessa, ieri e oggi.
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci!
Eremita della Diocesi di Albano