Clicks939
Marziale
7

I santi Martiri romani al tempo del Covid19.

Gli antichi Romani pretendevano di meno e minacciavano di più.

Se parliamo ancora dei vaccini satanici ringraziamo Bergoglio, con un vero Papa a Roma non sarebbe accaduto nulla. Cfr.Possono fare tutto questo solamente perché hanno Bergoglio dalla loro parte.
Ricordo ancora che Bergoglio ha cambiato la Dottrina dei precedenti Papi su aborto ed eutanasia, e questo ha permesso nel Dicembre del 2020, in tutta fretta per legittimare l’uso dei vaccini mRna, che la Pontificia Accademia per la Vita bergogliana scrivesse:
” È moralmente accettabile utilizzare i vaccini anti-Covid-19 che hanno usato linee cellulari provenienti da feti abortiti nel loro processo di ricerca e produzione."
Punto, chiuso, finito. Bergoglio parlando a nome di tutti i Cattolici ha autorizzato le case farmaceutiche a fare quello che vogliono.

Del resto, per capire quanto ormai profonda sia l’apostasia, parlando con frequentatori della Parrocchia avvertii del contenuto, anche umano, del vaccino.
Dissi cioè quello che dicono adesso anche i bugiardini dei vaccini:lo sapevano.
Infatti la loro risposta fu: " Sì, però è diluito!" oppure "Sì, ma non parliamo di queste cose che mi fanno senso!". Oppure ti guardano e scrollano le spalle, come dire:" È così, ma cosa ci posso fare?"
Sanno, sanno, e questa è la loro colpa: inescusabile.
1.Inescusabile perché sanno ed acconsentono al male. Infatti “Chi sceglie il male minore dimentica rapidamente di aver scelto a favore di un male”. Hanna Arendt
2.Inescusabile perché l'ignoranza della legge di Dio non discolpa nessuno, perché essa è comunque scritta nelle nostre coscienze e nei nostri cuori.
E se ancora non si capisce e si continua a giustificare è solamente perché si è persa la gravità di ciò che è definito "peccato", cioè non si crede più in Dio.

Tutt’altra umanità Cristiana era quella dei primi secoli d.C.
Anche se ci fu un Imperatore nel 350 d.C, chiamato Giuliano l’Apostata, apostata proprio perché la sua politica religiosa mirava alla restaurazione del paganesimo. Giuliano iniziò con atti di neutralità e finì con la più totale intolleranza anticristiana.
Il tristo si allontanò dal Cristianesimo, maturando una concezione religiosa ispirata all'antico politeismo e al misticismo neoplatonico, e si pose d’impegno per estirpare da Roma la Dottrina di Gesù Cristo, il quale però la pensava diversamente. Infatti in una battaglia Giuliano, colpito da un giavellotto, morì.

Gli antichi Romani pretendevano di meno e minacciavano di più.
A.Pretendevano di meno. Chiedevano ai Cristiani solamente di offrire un poco di sale o dell'incenso agli dei, niente di più. Non gli chiedevano di introdursi nelle vene del veleno mortifero:il vaccino Covid
B.Minacciavano di più. Non di toglierti il lavoro, ma ti toglievano la pelle. Ti scorticavano vivo e gettavano del sale sulle tue ferite, e poi, non contenti, ti gettavano sul fuoco.
Dunque i Martiri del tempo la perdita del proprio lavoro sarebbe stata una minaccia risibile: 'na passeggiata de salute!
A proposito, scrive il governatore della Bitinia Plinio il giovane, in una lettera all’imperatore Traiano, che i cristiani venivano forzati a offrire incenso e vino davanti al simulacro dell’imperatore e degli dèi.
“Le libagioni di solito consistevano in vino non mescolato, ma pure latte, miele e altri liquidi, puri o diluiti con acqua (Soph. Oed, Col. 159, 481; Plin. H. N. XIV .19). Anche l'incenso era un'offerta che di solito accompagnava sanguinosi sacrifici, ma era anche bruciata come offerta da sola. Il vero incenso sembra essere stato usato solo in epoche successive (Plinio H. N.XIII .1), ma si bruciavano agli Dei vari tipi di legno profumato, come cedro, fico, vite e legno di mirto.”

San Giovanni Crisostomo, nel suo splendido libro “Elogio dei Martiri”, tra le tante ed edificanti storie di Martiri, ci riporta le vicende dei Martiri Gioventino e Massimino.
Leggiamone un riassunto.

“L’Imperatore (Giuliano l’Apostata) non aveva il coraggio di muover guerra a suon di tromba( contro i Cristiani.). Egli diceva:”Se pubblico l’editto di persecuzione, tutti i Cristiani andranno al martirio di volo, come api quando tornano all’alveare. Avvenne così anche sotto gli Imperatori passati!”…
Che fa allora?Consideratene la malizia! promulga un editto, il quale ordina che tutti i medici, tutti i soldati, tutti i filosofi, tutti i retori o perdano la loro professione perdano la loro professione se non abiurino la Fede. Inizia così contro di noi la battaglia, proponendosi questo intento cioè: se cederanno, la loro disfatta sarà piena di derisione, perché più che la Fede avran preferito le ricchezze!

(Al tempo ci furon due militi Cristiani, Gioventino e Massimino) a cui furon confiscate le sostanze e gettati nudi nel carcere. I due martiri ne godettero e ne esultarono:” Che bisogno abbiamo, dicevano, di ricchezze e di vesti preziose? Se anche per amore di cristo dovessimo spogliarci dell’ultimo indumento, cioè della nostra carne medesima, noi non opporremo alcuna resistenza, ma cederemmo volentieri anche questa.”
Intanto furono posti i sigilli alle loro case, e tutto quanto essi possedevano fu confiscato…Ascolta in proposito quel che dice S.Paolo:” E accoglieste con gaudio la rapina dei vostri beni, conoscendo di avere migliori ricchezze e più sicure nei Cieli.”…Stavano i Martiri nella prigione, e tutta la città accorreva a visitarli, nonostante le grandi minacce ed i pericoli per chi fosse andato a parlare o avesse avuto relazioni con loro…La Chiesa stava chiusa, ma la carcere diventava un tempio…All’udir ciò l’Imperatore si dolse e volendoli trarre in inganno, fece introdurre subdolamente dentro alla carcere, uomini scellerati e maligni (col compito9 di esortarli ad apostatare dalla fede e passare all’empietà.

Dicevano:” Ascoltando i nostri suggerimenti, non solo scanserete l’imminente pericolo della morte, ma otterrete anzi maggior dignità e un grado più alto nella milizia, calmando in questo modo l’ira dell’Imperatore. Non vedete che altri ancora dei vostri commilitoni hanno agito così?” Ed essi, rispondevano:” Anche per questa ragione noi ci comporteremo da forti, appunto per offrirci vittime per i peccati di chi è venuto meno alla Fede… Così anche i martiri, vedendo rovesciati gli Altari, chiuse le Chiese, scacciati i Sacerdoti e fugati i fedeli, si studiavano di offrire se stessi al Signore in sostituzione di tutti …Dicevano:” Se anche non moriamo ora, moriremo di certo più tardi, e avremo a soffrire lo stesso. meglio è morire subito per il re degli Angeli, che per un uomo, responsabile di simili empietà! Meglio cadere uccisi per la Patria Celeste, che per questa terrena che noi calpestiamo! Soccombendo all’Imperatore non otterremo nulla che compensi il nostro valore… Se invece moriremo per il Re degli Angeli, i nostri corpi saranno gloriosi, e li riprenderemo un giorno molto più splendidi per ascendere lassù, dove saremo coronati di una gloria superiore alle nostre fatiche. Su, dunque, coraggio! Impugnamo le nostre armi spirituali! Qui non c’è bisogno né di archi né di dardi, né di altri ordigni di guerra! Basta a tutto la nostra lingua!”…
Molto tempo passò, ma siccome il succedersi dei giorni non faceva diminuire la fortezza dei nostri Martiri, ma anzi ne aumentava lo slancio e più numerosi ne rendeva gli emulatori…l’Imperatore dette l’ordine di decapitarli… Orsù dunque…abbracciamo con Fede le loro reliquie per riportarne una qualche benedizione. Come i soldati, dopo aver mostrato le ferite ricevute nelle battaglie, parlano al re con maggior fiducia, così essi pure, recando in mano le proprie teste recise, possano con tutta confidenza esporre i loro voti, sicuri di ottenere tutto ciò che vogliono dal Sovrano dei Cieli! “

Questo accadeva 1.700 anni fa, ma la storia ha sempre visto persecuzioni del potere contro i Cristiani o i propri concittadini, perché non si tratta di misurarsi con uomini, ma contro i demoni.
Gesù Cristo non sa che farsene di pecoroni apostati che si lascian vincere dal potere, che si lasciano “vaccinare”.
Come ai tempi di Gioventino e Massimino c’erano pecoroni apostati che pur di non perdere il lavoro offrivano incenso agli dei, così dopo 1.700 anni ci sono pecoroni che si lasciano vaccinare apostatando da Gesù Cristo.
Questi pecoroni non saranno mai nessuna colonna portante in nessuna religione, tanto mai saranno colonne portanti della Religione di Cristo.
Lasciamoli, e preghiamo per il loro ritorno nel vero Ovile di Cristo, perché ora sono dell’ovile di Bergoglio.

“Come l’Imperatore porta il diadema sul capo, così noi pure portiamo in fronte la confessione della nostra Fede, perché è un nulla l’ornamento del re di fronte a quello che apporta ai Cristiani la Fede. Conduciamo, per ciò, una vita degna del tutto di un vero seguace di Gesù Cristo, perché tu conosca, o adoratore degli idoli (e dei vaccini), che la morte dei Martiri non è morte, ma è il principio di una vita migliore.”
Il Cristiano deve esser come “l’uomo che continuamente sta sopra uno scoglio, che si ride delle onde.”

Dunque:”Ascoltami bene: i demòni, sconfitti dalla Croce, propongono te qual protettore dei loro altari".
S. Giovanni Crisostomo, Elogio dei Martiri.

I vaccinati:protettori degli altari dei demòni.
Kiakiar
Tempo fa ero in contatto con un sedicente carismatico che afferma di essere molto di aiuto alla anime che soffrono di disturbi spirituali. E' stato autorizzato dal vescovo a formulare preghiere di liberazione e ha un gruppo di preghiera whattsapp nel quale mi aveva fatto inserire. È pensionato quindi non rischiava il lavoro senon si fosse fatto vaccinare. Appena ho saputo che si era fatto …More
Tempo fa ero in contatto con un sedicente carismatico che afferma di essere molto di aiuto alla anime che soffrono di disturbi spirituali. E' stato autorizzato dal vescovo a formulare preghiere di liberazione e ha un gruppo di preghiera whattsapp nel quale mi aveva fatto inserire. È pensionato quindi non rischiava il lavoro senon si fosse fatto vaccinare. Appena ho saputo che si era fatto inoculare il vaccino gli ho detto chiaro e tondo che non credevo che i suoi doni provenissero da Dio per il fatto che un vero servo di Dio non si sarebbe fatto marchiare con tanta leggerezza. Mai e poi mai. Mi ha risposto che visto che Gesu è la Vita tutto cio che difende la vita come questo vaccino anticovid è lecito e consigliabile . Al che gli ho risposto con le parole di Matteo 16, 25 augurandogli di riacquistare la vista dell' anima, perche se voleva guidare altre anime al compimento del bene, avrebbe dovuto saperlo riconoscere. Morale della storia : attenti ai falsi profeti che rivelano la falsita dei propri presunti doni con le loro opere.
Marziale
Brava, la vita in Grazia rende il Cristiano sempre sensibile e vigile ad ogni più piccolo e minimo accenno di male.
Marzgiam
Cadde anche mons.Milingo con i doni che aveva per altre questioni.qui molti cadono sui vaccini.il pettine sempre più stretto e ogni nodo arriva al pettine. Tempo di vaglio per tutti....Signore pietà. ..
Andrea Mancinella
@ Marziale: sono pienamente d'accordo. Un solo piccolo particolare, secondario: alcuni storici recentemente hanno ipotizzato che Giuliano l'apostata non sia morto in battaglia (contro i Parti) bensì sia stato eliminato da una congiura di suoi ufficiali, durante quella guerra, che deprecavano la sua follia persecutoria dei cattolici.
Non so quanto ciò corrisponda a verità, comunque il Signore Gesù…More
@ Marziale: sono pienamente d'accordo. Un solo piccolo particolare, secondario: alcuni storici recentemente hanno ipotizzato che Giuliano l'apostata non sia morto in battaglia (contro i Parti) bensì sia stato eliminato da una congiura di suoi ufficiali, durante quella guerra, che deprecavano la sua follia persecutoria dei cattolici.
Non so quanto ciò corrisponda a verità, comunque il Signore Gesù intervenne, con la morte di Giuliano, per porre fine improvvisamente alle persecuzioni. Gli imperatori che gli succedettero furono infatti tutti cattolici.
don Andrea Mancinella
Andrea Mancinella
P.S.: le altre religioni, al di fuori di quella Cattolica Romana, lasciamole stare, sono false e diaboliche.
don Andrea Mancinella
Marziale
Certo Reverendo, scrivo "religioni e religione" perché purtroppo sono parole divenute linguaggio comune.
Dovrei scrivere non Religione Cattolica ma Dottrina Cattolica,
non religioni ma credenze pagane, ma dovrei fare una premessa ad ogni mio scritto.
Del resto se un Cattolico non comprende che il suo è l'unico e vero Credo allora non merita di definirsi seguace di Cristo.
alda luisa corsini
"Nel più folto della mischia un giavellotto, scagliato da mano ignota, colpì al fianco l'imperatore e s'infisse nel fegato. Giuliano, sempre a cavallo, istintivamente portò le mani alla punta della lancia come per estrarla, ma il suo filo aguzzo gli recise i nervi delle dita. Sopraffatto dal dolore e dalla perdita di sangue, cadde da cavallo. Subito fu circondato dai suoi soldati, che lo …More
"Nel più folto della mischia un giavellotto, scagliato da mano ignota, colpì al fianco l'imperatore e s'infisse nel fegato. Giuliano, sempre a cavallo, istintivamente portò le mani alla punta della lancia come per estrarla, ma il suo filo aguzzo gli recise i nervi delle dita. Sopraffatto dal dolore e dalla perdita di sangue, cadde da cavallo. Subito fu circondato dai suoi soldati, che lo raccolsero e lo riportarono nell'accampamento, dove i medici gli si prodigarono intorno. Ma una sola occhiata bastò loro per comprendere che non c'era nulla da fare", dal saggio in accademianuovaitalia.it/…storia-antica-e-di-roma/2337-l-imperatore-giuliano

Quella "mischia" poteva essere eterogenea in effetti e quella "mano ignota", oltrechè la repentività con cui i suoi soldati gli si fecero intorno, potrebbero far pensare nella direzione del commento di Don Andrea Mancinella...