it.news
71.6K

Müller: "Dalla parte" di Francesco, MA nessuno può giustificare gli atti omosessuali

"Nessuno al mondo" può capire che Francesco sta facendo cardinale ad agosto McElroy, pro omosex di San Diego, ha detto il cardinale Gerhard Müller a LifeSiteNews.com (22 giugno).

Müller ha detto di essere "assolutamente dalla parte" di Francesco, "MA che ciò non significa giustificare tutto ciò che sta succedendo," come la promozione dell'attivista omosex James Martin da parte di Francesco.

Per il cardinale Müller, è "assolutamente chiaro" che nessuno può cambiare la dottrina che stabilisce che il comportamento omosessuale è peccato grave, come tutte le forme di sessualità al di fuori del matrimonio.

Martin non può cambiare ciò con le reti o la propaganda, dice Müller: "Ciò che sta facendo è un'eresia. Nessuno può giustificarla." Poi Müller smonta l'argomentazione di Martin sulla "cura pastorale" perché "nessuno è più vicino" a quelle persone di Cristo, che non giustifica il peccato, ma concede la Grazia di convertire da quel "abominio".

"Ciò che è sbagliato è sbagliato, ciò che è giusto è giusto," insiste Müller. Il suo esempio: "Nessuno può dire di avere la tendenza alla poligamia, o dire di non amare una sola donna, ma cinque."

Senza che gli venga chiesto, Müller dice di non poter capire il motivo per cui il cardinale Zen "non era degno" di essere ricevuto da Francesco: "Non possiamo sacrificarlo solo per disaccordi con il regime dittatoriale cinese".

#newsXeowpakcis

La Verità vi farà liberi
Caro Muller, è vero che il Signore ha detto "Il vostro parlare sia sì, sì, no, no... ", ma non vanno messi entrambi nella stessa frase.
La vostra liberazione è vicina...
Ni, ni, so, so...
La vostra liberazione è vicina...
Sdoppiamento o doppiezza, ambiguità?
Cristeros 33
La solita ambiguità dei modernisti conservatori/moderati, un colpo al cerchio e uno alla botte.
lamprotes
E se questi cardinali la smettessero di stare sia con l'acqua santa (la retta dottrina) che col demonio o chi lo favorisce (Bergoglio) non sarebbe già una buona cosa e la fine di un pericoloso sdoppiamento?
Giosuè
Non c'è alcuna giustificazione. Chi non è con Me è contro di Me, dice nostro Signore. Tradotto per me è che essendo Gesù Cristo il Verbo di Dio o Parola di Dio, chi non sta nell'osservanza della sua Parola, è contro Gesù Cristo. Non vi può essere una dottrina nuova, cambiata dagli stessi pastori. S.Paolo, che è sempre Parola di Dio ispirata, inserita nel Nuovo Testamento lo ha scritto e fa un …More
Non c'è alcuna giustificazione. Chi non è con Me è contro di Me, dice nostro Signore. Tradotto per me è che essendo Gesù Cristo il Verbo di Dio o Parola di Dio, chi non sta nell'osservanza della sua Parola, è contro Gesù Cristo. Non vi può essere una dottrina nuova, cambiata dagli stessi pastori. S.Paolo, che è sempre Parola di Dio ispirata, inserita nel Nuovo Testamento lo ha scritto e fa un elenco di comportamenti sbagliati. Perciò se i pastori nella Chiesa appoggiano certi comportamenti si fanno complici e in più trasgrediscono l'insegnamento cristiano di 2000 anni. Meditate quanti sono i comportamenti contro la morale cristiana.
Ecco S Paolo in 1Corinzi 6:9-11:
"Non sapete voi che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v'ingannate: né i fornicatori, né gli idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né gli omosessuali, né i ladri, né gli avari, né gli ubriaconi, né gli oltraggiatori, né i rapinatori erediteranno il regno di Dio"