Clicks3

Sale e luce

P.Elia
Sale e luce Domenica 9 Febbraio 202 V Domenica del T.O. Cari amici, il brano del Vangelo di Matteo di Domenica, 9 febbraio, ci aiuta a rispondere a una domanda che noi cristiani, personalmente, ma …More
Sale e luce Domenica 9 Febbraio 202 V Domenica del T.O. Cari amici, il brano del Vangelo di Matteo di Domenica, 9 febbraio, ci aiuta a rispondere a una domanda che noi cristiani, personalmente, ma soprattutto in quanto Chiesa, Corpo Mistico di Cristo, ci poniamo spesso quando riflettiamo sulla metodologia da seguire per permettere a Gesù di liberare, attraverso di noi, l’umanità dal rischio tremendo di corrompersi e “marcire” così in eterno nella tenebrosa prigione del peccato. Cosa, cioè, dobbiamo fare per essere sale della terra e luce del mondo? La risposta, che ci viene da Cristo stesso, è essere testimoni gioiosi del Suo Vangelo non tanto e non sopratutto con le parole , ma con la nostra vita, con l’esempio delle opere buone. È interessante a questo riguardo notare, cari fratelli e sorelle, che la “metodologia” usata dal Testimone ha una grande affinità con il linguaggio moderno dei nuovi media. Il Testimone lo si può “vedere in azione”. I valori non sono astratti, ma visibili negli esempi della sua vita. La forza dell’esempio sta nella sua brevità e incisività; coinvolge innanzitutto il cuore, i sentimenti, le emozioni e solo in un secondo momento l’intelligenza, con il suo sforzo di riflessione, approfondimento e razionalizzazione. Infatti il testimone non usa il linguaggio della logica, ma il linguaggio veloce e narrativo dei fatti che è capace di evocare il mistero e la nostalgia del Padre buono e far sperimentare nell’oggi, per la fede che suscita, la gioia del suo abbraccio di luce.