Clicks790
Fatima.

RITORNO ALLA PIENA NORMALITÀ IN 60 GIORNI

Rinascimento Italia

La rete di protezione FRI comincia a mostrare i primi frutti e gli strumenti sono oramai pronti all'uso. Da ieri, i genitori delle scuole di Cuneo hanno accesso grazie alla APP FRI alla facile e comoda procedura di firma digitale della lettera-diffida da inoltrare ai dirigenti scolastici a mezzo studio legale. Stiamo preparando una simile lettera a tutela degli insegnanti ed estenderemo a breve la procedura a tutte le scuole italiane. Questo articolo ben riassume la gravità della situazione. Al fine di convincere tutti - genitori, insegnanti, presidi - che la scuola italiana deve tornare alla piena normalità, senza eccezione alcuna, suggeriamo agli associati la condivisione del seguente ragionamento:

(i) Perchè accettare un tale sconvolgimento della scuola italiana, quando negli altri paesi europei si torna invece alla piena normalità?
(ii) Distanziamento sociale e mascherine a scuola sono solo l'inizio... Vaccinazioni obbligatorie, a partire dagli insegnanti e poi sicuramente anche per gli alunni, analisi sierologiche e raccolta dei dati del DNA, allontanamento da scuola (e forse prelievo forzato senza nemmeno avvisare i genitori) in caso di febbre, sono aspetti ancor più gravi. Chi non si informa su quello che sta accadendo, sta condannando figli e famiglia stessa ad un destino orribile. È dovere di tutti gli associati FRI informare genitori ed insegnanti - utilizzando l'enorme mole di materiale disponibile sul nostro sito e sul sito coronablues.org - circa i rischi micidiali che corrono se accetteranno un vaccino sperimentale completamente inutile (il virus muta troppo velocemente; le cure esistono e sono efficaci) e che farà morire molte persone, come confermano oramai sempre più ricercatori ed esperti onesti (i militari italiani: "no a nuove morti bianche"). Lo stesso dicasi anche per l'antinfluenzale, che addirittura aumenta il rischio di contrazione del covid-19.
(iii) Consigliate la lettura del sito del Prof. Tarro e del suo nuovo libro, nel quale spiega in modo facile ed accessibile come il covid-19 non sia motivo di panico alcuno e tantomeno ragione per distruggere la vita sociale ed economica che avevamo.
NON VI È MOTIVO ALCUNO.
(iv) Ricordate a tutti che la paura, fondata o infondata che sia, non deve mai essere guida di decisioni tanto importanti come la vita dei figli. E ricordate anche il buon senso di mamme e papà per bene, che non possono aver dimenticato l'importanza dei contatti e del calore umano, come anche la scienza conferma.

Questa la sintesi della Conferenza Consapevolezza FRI "Scuola Normale" - condividetela!.

Sul tema dei vaccini obbligatori metteremo presto a disposizione degli associati FRI alcuni primi strumenti di tutela, basati sui seguenti elementi:

(i) Chi di dovere, dovrà rispondere alle seguenti domande: (a) nella maggioranza degli altri paesi, l'obbligo vaccinale (legge Lorenzin) non esiste. Non risulta che in tali paesi vi siano tassi di mortalità per malattie infettive superiori a quelli italiani, anzi spesso vale il contrario. Quindi, a che titolo viene mantenuta in vigore la legge italiana? (b) Analisi di laboratorio indipendenti hanno scoperto componenti altamente nocivi dentro i vaccini, come riportato anche in Parlamento. Perchè lo Stato italiano non tutela i cittadini obbligando le case farmaceutiche a dettagliare tutti i contenuti dei vaccini? (c) Perchè le case farmaceutiche sono state sollevate da ogni indennizzo per morti e lesioni causate da vaccini? A che titolo dovrebbero venir esonerate dalla responsabilità sui prodotti, norma invece in vigore per ogni altro prodotto e servizio?
(ii) I medici preposti alle vaccinazioni dovranno firmare una dichiarazione che li rende responsabili nel caso non informino i cittadini su tutti i rischi da vaccino, sul rapporto rischi/benefici ed anche in caso di danni, poichè ogni medico deve in primis non nuocere.

Anche per il tema mascherine e multe, gli strumenti di tutela FRI cominciano a mostrare la loro efficacia. Riportiamo di seguito la recente esperienza di una nostra associata:
Milano ora mercato via Fauche. Capo dei vigili mi dice o si mette la mascherina o esce dal mercato
Io: In base a quale legge?
Lui: Non me lo ricordo
Mi chiede i documenti. Io: sono giornalista faccio ufficio stampa associazione medici e FRI e stuolo avvocati alle spalle.
Lui: Con quelle come lei non vale la pena.

Capito?!!!! Italiani schiavi. Comunque significativo che polizia urbana non abbia preso nemmeno i miei dati. Solo minacce.

Commento di un altro associato: Forti coi deboli e deboli coi forti. Appena trovano uno che sa il fatto suo, se la danno a gambe...

Orbene, lo strumento di tutela che trovate nella sessione AAA della APP è il testo da leggere e riportare sul verbale della eventuale multa. Testo che anticipa alla forza dell'ordine la causa civile personale nei suoi confronti, perchè sta compiendo un atto illegittimo. In settimana renderemo la procedura a mezzo APP ancora più potente, perchè vi daremo la possibilità di registrare subito i dati della forza dell'ordine, in modo da attivare immediatamente la procedura nei suoi confronti.
Anche in questo caso, diffondete tra amici la notizia #frimiprotegge !

La concretezza degli strumenti di protezione FRI, che includono anche la piattaforma orabasta.info per "bombardare" di email le istanze politiche e burocratiche, si basa fondamentalmente su due principi:

(A) Dietro ogni ruolo istituzionale vi è una persona con nome e cognome. Tale persona va resa quindi direttamente responsabile di ogni violazione di nostri diritti costituzionali e libertà. Medici, dirigenti scolastici, forze dell'ordine, politici, dipendenti pubblici, giornalisti,. Li metteremo tutti davanti alle loro responsabilità, in modo democratico ma anche estremamente deciso. Siamo convinti che tantissimi "leoni istituzionali" si rivelerannno dei pavidi conigli. Come nell'esempio sopra riportato. Infondete quindi fiducia a chi ancora dimostri timore reverenziale nei confronti dell'Autorità. Tale timore non è più accettabile nei confronti di chi vuole distruggere lo stile di vita italiano, la nostra salute, il lavoro, tutto...

(B) Il parlamento oramai non rappresenta più i cittadini e non li difende. La sovranità è del popolo e la Carta Costituzionale è inviolabile. Se siamo tutti d'accordo su questi punti, è necessario unirsi - e la APP FRI è lo strumento innovativo e facile per realizzare ciò -, diventare almeno 20 milioni di italiani e riottenere democraticamente la nostra VITA NORMALE, ad esempio tramite azioni di protesta mail, diffide legali ed astensione dai consumi. La maggioranza degli italiani non ha mai dato mandato ai rappresentanti politici, da noi eletti e pagati, per un cambiamento di tale portata, che prevede:

- Scuola distopica per i nostri figli, senza contatto sociale, amore, felicità. Didattica distrutta, bambini con gravi conseguenze fisico-psichiche. Chi si occuperà dei loro dolori? I genitori al lavoro e spesso invece disoccupati e depressi?
- Vaccinazioni obbligatorie senza garanzia di non creare danni e morte. "Nessuno sarà responsabile"...
- Analisi sierologiche forzate, schedatura del DNA senza sapere chi potrà utilizzare i nostri dati più intimi, eventuale prelevamento forzato dei bambini, portandoli via senza il consenso dei genitori.
- Piccole e piccolissime imprese distrutte per sempre; distruzione di milioni di posti di lavoro. Povertà e precarietà.
- Ulteriore debito europeo da ripagare tramite aumento dell'imposizione fiscale. Per chi non vuol vedere, si consiglia il documentario su come è stata ridotta la Grecia.
- Invasione di prodotti alimentari e non solo, di bassa qualità e nocivi alla salute (v. uso del glifosato).
- Aumento esponenziale di malattie psicosomatiche, suicidi, criminalità organizzata, consumo di droghe.

Esiste una via d'uscita ad un tale orrore? Si, se saremo in grado di sostituire la paura del virus (che noi sappiamo essere infondata, ma troppe persone ancora no) con la paura di un tale futuro oramai imminente. Ecco, allora, il compito per tutti noi: far iscrivere a FRI ogni giorno almeno una persona e far si che i nuovi iscritti facciano iscrivere a loro volta. Riusciremo così ad essere milioni di persone in 60 giorni, prima di metà settembre, probabile punto di non ritorno (salvo sorprese "esogene"). Pare un sogno? No, se ci crediamo e se ci impegniamo tutti. Negli ultimi 7 giorni il numero degli iscritti è aumentato del 50%, dobbiamo far diventare "virale" la APP FRI, strumento facile per il ritorno alla libertà.
Le persone oramai non hanno più nulla da perdere, stanno già perdendo tutto. Tutti perderemo, se non diventeremo milioni di cittadini che dicono "basta" a tutto questo scempio.

Infine, per convincere anche i più recidivi, condividete con loro questo video (in inglese, ma si capisce - magari qualche associato disponibile alla traduzione può proporsi all'interno della lavagna nella APP), che illustra un incredibile esperimento di psicologia e sociologia umana. Al beep, senza chiedersi perchè, la persona ignara del test si alza. Solo perchè ha visto altri farlo. E poi la "tradizione" continua, senza che i nuovi arrivati si chiedano se abbia senso alzarsi. Così vale per la mascherina e per tante altre assurde imposizioni.
La buona notizia è che non possiamo farne colpa ad amici e conoscenti. Sono stati ingannati usando i nostri istinti del passato, che in situazioni di pericolo ci hanno insegnato ad imitare i comportamenti di gruppo. Prenderne consapevolezza significa diventare padroni dei nostri istinti atavici. Quindi, con gentilezza, offriamo a tutti quelli ancora da convincere una via d'uscita dignitosa rispetto al sentirsi dire "non hai capito nulla". Bisogna dire che siamo stati tutti ingannati ed abbiamo ora scoperto il trucco.

Buona domenica e buon Rinascimento di tante nuove menti a partire da domani.

FRI
www.rinascimentoitalia.it