Clicks219

A Roma la devozione alla Madonna de La Salette

Irapuato
3
tv2000 Madonna di La Salette Apparizione: 19 settembre 1846 La Madonna lungo i secoli è apparsa molte volte, lasciando messaggi, incitando alla preghiera ed al pentimento dei peccati. Per lo più …More
tv2000 Madonna di La Salette Apparizione: 19 settembre 1846
La Madonna lungo i secoli è apparsa molte volte, lasciando messaggi, incitando alla preghiera ed al pentimento dei peccati.
Per lo più Essa è apparsa a veggenti o persone di umili condizioni e di animo innocente, quasi a garanzia della veridicità degli eventi che si verificavano; così fu per l’apparizione:

nel 1531 di Guadalupe in Messico a S. Juan Diego Cuauhtiotatzin, un indio analfabeta;

a Lourdes nel 1858 a S. Bernadette Soubirous;

a Fatima nel 1917 ai tre pastorelli Giacinta, Francesco e Lucia, per citarne alcune fra le più famose.
Ma dodici anni prima delle apparizioni di Lourdes, così conosciute nel mondo, la Madonna era già apparsa nella stessa Francia.
Il 19 settembre 1846, circa alle tre del pomeriggio, su una montagna vicina al villaggio di La Salette-Fallavaux, due ragazzi, una pastorella di quindici anni di nome Mélanie Calvat e un giovane pastore di undici anni di nome Maximin Giraud, stanno pascolando le mucche.
Secondo il loro racconto, l'apparizione si compone di tre momenti:

Nel primo momento appare in una luce risplendente una bella Signora, vestita in una foggia straniera. La Signora sta seduta su una roccia, in lacrime, con la testa fra le mani.

In un secondo momento la Signora si alza e, parlando ai due ragazzi sia in francese che in patois, avrebbe loro affidato un messaggio diretto all'intera umanità e quindi da diffondere universalmente. Dopo essersi lamentata per le empietà e i peccati degli uomini, che comportano l'eterno allontanamento da Dio e quindi l'inferno se avessero perseverato nel male, la Signora annuncia la Divina Misericordia per chi si converte.

Successivamente comunica a ciascuno dei due fanciulli un segreto, prima di scomparire nel cielo, al di sopra del Mont-sous-les-Baisses (terzo momento dell'apparizione).

Il messaggio della Madonna di La Salette
Questa è la sintesi del messaggio di Maria nella Sua apparizione a La Salette, presentato in un linguaggio semplice e popolare in modo da essere capito anche dai fanciulli.
È un discorso patetico, rotto da singhiozzi ... un discorso che va al cuore.
«Avvicinatevi, figli miei, non abbiate paura, sono qui per annunciarvi una grande novella.
Se il mio popolo non vuole sottomettersi, sono costretta a lasciare libero il braccio di mio Figlio. Esso è così forte e così pesante che non posso più trattenerlo.
Da quanto tempo soffro per voi!
Se voglio che mio Figlio non vi abbandoni, sono incaricata di pregarlo incessantemente. E voi non ci fate caso. Voi avrete un bel pregare, un bel fare: mai potrete ricompensarmi per la pena che mi son presa per voi.
Vi ho dato sei giorni per lavorare, mi son riservata il settimo e non me lo volete concedere.
Coloro che conducono i carri non sanno che ingiuriare il nome di mio Figlio.
A Messa non vanno che alcune donne di età; gli altri ...
Queste sono le cose che aggravano tanto il braccio di mio Figlio.
Se il raccolto va male, la colpa è vostra ...
Ma se si convertono, le pietre e le rocce si cambieranno in mucchi di grano e le patate si troveranno seminate nei campi.
Voi fate bene la vostra preghiera, figli miei?
Ah! bisogna farla bene sempre, sera e mattino.
Quando non avete tempo, dite almeno un Pater ed un'Ave: ma quando lo potrete, fatene di più.
Ebbene figli miei, fatelo passare a tutto il mio popolo ...
Andate, figli miei, fatelo sapere bene a tutto il mio popolo.»


Per approfondimenti:
gloria.tv/v/GDdrvYEyiGM%27/watch
'www.innamorati-di-maria.it/apparizioni_la_salette.htm'

Fonti principali: lasalette.ea23.com/; lasalette-trambileno.it/;santiebeati.it (“RIV./gpm”).
Irapuato
eucarandal 😇 MIL GRACIAS...
eucarandal
@Irapuato todas mis oraciones por tu Mexico querido
Irapuato
✍️ Santo(i) del giorno
Madonna di La Salette: apparizione del 19/09/1846
S. Gennaro, vescovo di Napoli e martire
S. Alonso de Orozco, presbitero O.S.A. (1500-1591)
B. Pio Alberto Del Corona, vescovo O.P. e fond. (1837-1912)
S. Trofimo, martire († sec. inc.)
SS. Peleo, Nilo, Elia, Patermuzio, martiri († 310)
S. Eustoche (Eustochio) di Tours (F), vescovo († 461)
S. Seine (Sequano), sacerdote e abate († s. VI)
S. Marien (Mariano) di Evaux (F), eremita († sec. VI)
S. Goëry (Goerico) di Metz, 30° vescovo della città († 642)
S. Teodoro, vescovo di Canterbury († 690)
S. Pomposa, vergine e martire a Cordoba († 853)
S. Lantberto, vescovo in Baviera († 957)
S. Ciriaco di Buonvicino, abate († 1030)
S. Arnoul (Arnolfo) di Gap (F), vescovo († ca. 1075)
S. María de Cervelló (E), vergine O.de M. († 1290)
S. Carlo Hyon Song-Mun, catechista e martire († 1846)
S. Marie-Émilie de Rodat (F), vergine e fond. (1787-1852)
B. Giacinto Hoynelos Gonzalez, O.H. e martire (1914-1936)
B. Francisca Cualladó Baixauli, vergine e martire († 1936)
B. Maria de Jesús de la Yglesia de Varo, martire († 1936)
BB. Dolores e Consuelo Aguiar-Mella Diaz, martiri († 1936)