Clicks10
Fatima.

"La gloria che Io Salvatore cerco è la vostra salvezza"

Valtorta – Evangelo 225.11

(…) CREDETE VOI CHE IO PARLI COSÌ PERCHÉ IO VOGLIA ESSERE DA VOI GLORIFICATO?

NO, SAPPIATELO, IO NON CERCO E NON ACCETTO GLORIA DAGLI UOMINI.

QUELLO CHE IO CERCO E VOGLIO È LA VOSTRA SALVEZZA ETERNA.

QUESTA È LA GLORIA CHE CERCO. LA MIA GLORIA DI SALVATORE, CHE NON PUÒ ESSERCI SE IO NON HO DEI SALVATI, CHE AUMENTA PIÙ SALVATI IO HO, CHE MI DEVE ESSERE DATA DAGLI SPIRITI SALVATI E DAL PADRE, SPIRITO PURISSIMO.

MA VOI NON SARETE SALVATI. VI HO CONOSCIUTO PER QUELLO CHE SIETE. VOI NON AVETE IN VOI AMORE DI DIO. SIETE SENZA AMORE. E PERCIÒ NON VENITE ALL'AMORE CHE VI PARLA E NON ENTRERETE NEL REGNO DELL'AMORE. LÀ VOI SIETE DEGLI SCONOSCIUTI.

NON VI CONOSCE IL PADRE, PERCHÉ VOI NON CONOSCETE ME CHE SONO NEL PADRE. NON MI VOLETE CONOSCERE.

IO SONO VENUTO IN NOME DEL PADRE MIO E VOI NON MI RICEVETE, MENTRE SIETE PRONTI A RICEVERE CHIUNQUE VIENE IN NOME PROPRIO, PURCHÉ DICA CIÒ CHE A VOI PIACE.

DITE DI ESSERE SPIRITI DI FEDE? NO. NON LO SIETE.

COME POTETE CREDERE, VOI CHE MENDICATE LA GLORIA GLI UNI DAGLI ALTRI E NON CERCATE LA GLORIA DEI CIELI CHE DA DIO SOLO PROCEDE?

LA GLORIA CHE È VERITÀ, NON GIOCO DI INTERESSI CHE SI FERMANO SULLA TERRA E CAREZZANO SOLO L'UMANITÀ VIZIOSA DEI DEGRADATI FIGLI DI ADAMO.

IO NON VI ACCUSERÒ AL PADRE. NON VE LO PENSATE. VI È GIÀ CHI VI ACCUSA. QUEL MOSÈ IN CUI VOI SPERATE.

EGLI VI RIMPROVERERÀ DI NON CREDERE IN LUI POICHÉ NON CREDETE IN ME, PERCHÉ EGLI DI ME HA SCRITTO E VOI NON MI RICONOSCETE SECONDO QUANTO EGLI DI ME HA LASCIATO SCRITTO (Deuteronomio 18, 15-19).

VOI NON CREDETE ALLE PAROLE DI MOSÈ CHE È IL GRANDE SU CUI GIURATE.

COME POTETE ALLORA CREDERE ALLE MIE, A QUELLE DEL FIGLIO DELL'UOMO, NEL QUALE NON AVETE FEDE? UMANAMENTE PARLANDO CIÒ È LOGICO.

MA QUI SIAMO NEL CAMPO DELLO SPIRITO, E SONO IN CONFRONTO LE VOSTRE ANIME.

DIO LE OSSERVA ALLA LUCE DELLE MIE OPERE E CONFRONTA LE AZIONI CHE FATE CON CIÒ CHE IO SONO VENUTO A INSEGNARE. E DIO VI GIUDICA.

IO ME NE VADO. PER MOLTO NON MI TROVERETE. E CREDETE PURE CHE QUESTO NON È UN TRIONFO. MA È UN CASTIGO. ANDIAMO».

E GESÙ FENDE LA FOLLA, IN PARTE MUTA, IN PARTE BISBIGLIANTE. APPROVAZIONI CHE LA PAURA DEI FARISEI TRATTIENE A BISBIGLIO, E SE NE VA.