it.news
420

Vittima dei jihadisti degli abusi sessuali: martire Gesuita NON sarà beatificato

La beatificazione del gesuita olandese secolarizzato Frans van der Lugt, ucciso dai jihadisti sponsorizzati dall'Occidente in Siria nel 2014, è stata bloccata.

Il motivo: non ha bruciato abbastanza incenso all'altare della bufala sugli abusi. Ecco come la mette CruxNow.com (22 gennaio): "Intorno al 2009 o 2010, Van der Lugt è stato accusato di affermazioni trivializzanti sulle molestie sessuali nella Chiesa Cattolica."

Alla domanda di alcuni europei in visita ai Gesuiti di Homs, Siria, Lugt [che viveva costantemente in pericolo mortale] ha detto di pensare che l'attenzione sugli abusi della Chiesa era esagerata e ha messo in discussione criticamente l'impatto che le molestie avevano sulle vittime, oltre alla loro credibilità … anche se, senza una disamina critica, le vere vittime non possono essere distinte da quelle finte.

Van der Lugt era in Medio Oriente dal 1964 e non ha mai appoggiato la propaganda dell'Occidente contro il governo secolare del presidente Al-Assad. È stato ucciso da un colpo di arma da fuoco il 7 aprile 2014, quanto i jihadisti hanno preso il controllo della città.

#newsXaofzpjoqv