Clicks603

Divinissimo Sangue Fonte: F-W. Faber, Le Précieux Sang ou le prix de notre salut - FSSPX.Actualités - 11/07/2020)

Sangue di Cristo, fiume di misericordia, salvaci!

La vita di Dio è immensa. Questo è il pensiero che si presenta alla mia mente quando immagino l'impero del Preziosissimo Sangue davanti a me.
La vita di Dio è felicità in sé; è la gioia della sua unità, conseguenza della sua semplicità.
La natura umana del Preziosissimo Sangue del Figlio sarebbe stata una bellezza, un tesoro di Dio, una vita creata inimmaginabile, se non ci fosse stato peccato. Ma venne il peccato e il destino del Preziosissimo Sangue fu cambiato.
Ma non vi fu alcun cambiamento nella vita divina. Il Preziosissimo Sangue divenne il riscatto del peccato; il Preziosissimo Sangue dovette riconquistare per Dio il suo impero ribelle. Dovette incoronarlo di nuovo e far riconoscere i diritti della sua autorità reale.
L'Impero del Preziosissimo Sangue è dovuto alla sua posizione nella storia e all'economia della creazione, o, in altre parole, al suo rapporto con l'adorabile vita di Dio. Sembra una spiegazione dell'eternità che ha preceduto la creazione, tanto più che ci rivela i pensieri eterni di Dio, i suoi progetti di compassione, i suoi decreti primordiali e la sua misericordiosa perseveranza nell'adempiere i suoi disegni d'amore.
Rende visibili molte cose che per loro natura sarebbero invisibili. Proietta la sua luce sui tempi che l'hanno preceduta e persino sulle oscure distanze dell'eternità. Alcune azioni meglio di altre rendono noto il carattere di un uomo; quindi, il Preziosissimo Sangue è di per sé la rivelazione più ampia e più sorprendente del carattere di Dio.

Sangue di Cristo, effuso in abbondanza, riversati su di noi!

La nostra salvezza nasce dai meriti del Preziosissimo Sangue. - Quando l'amore è umile, chiede, su esempio di Davide, di essere lavato sempre più dalle sue iniquità; ma possiamo essere lavati dalle nostre iniquità solo nel Preziosissimo Sangue del nostro divino Redentore.
Quando l'amore è audace, chiede di essere infiammato dal fuoco che Gesù è venuto ad accendere sulla terra; ma solo il Preziosissimo Sangue può scaldare i nostri cuori e farli battere di amore per Gesù. Prendiamo quindi il Preziosissimo Sangue come soggetto del nostro studio attuale e studiamolo semplicemente e con amore, non tanto da diventare profondi teologi, sebbene la teologia profonda sia molto vicina alla santità eroica, ma in modo che i nostri cuori si accendano sempre di più dell'amore di Gesù Cristo.
C'è così tanto da dire, che non si può esaurire tutto ciò che si potrebbe dire; inoltre, siamo lontani dal sapere tutto. Quindi dobbiamo fare una scelta; sceglieremo questi sei argomenti: il Mistero del Preziosissimo Sangue, la sua Necessità, il suo Impero, la sua Storia, la Prodigalità con cui è stato effuso e infine la Devozione al Preziosissimo Sangue nella Chiesa.
Dobbiamo prendere un santo per guidarci sulla strada che stiamo per percorrere. Sarà questo grande imitatore di Gesù, l'apostolo San Paolo. La sua conversione fu una delle principali glorie del Preziosissimo Sangue.
Lodava e glorificava sempre il sangue di Gesù. Il suo cuore ne era pieno e la grazia poteva dargli ancora più ampiezza, in modo che potesse contenerlo maggiormente. Dopo il Cuore di Gesù e il Cuore di Maria, mai sulla terra c'è stato un cuore come quello di Paolo, questo cuore in cui tutti i cuori degli uomini potevano battere come se appartenesse a loro.

Sangue di Cristo, sollievo dei morenti, salvaci

C'è un angolo della creazione in cui l'impero del Preziosissimo Sangue non è ciò che vorremmo vedere. Questo angolo è il nostro cuore; tuttavia, non è forse il nostro unico dovere di sottometterci a lui in tutte le cose?
Desideriamo di non avere altri istinti che quelli del Preziosissimo Sangue. Non stimiamo null'altro di ciò che è stimato dal Preziosissimo Sangue; non desideriamo nient'altro che di essere amati; desideriamo solo dedicargli tutti i nostri affetti.
Perché allora la nostra debolezza e inerzia impediscono l'effetto della grazia che è in noi? Ahimè! invertiamo l'ordine legittimo delle cose; dominiamo il Preziosissimo Sangue ponendo dei limiti al suo impero.
Con una dolcezza piena di potere, aspira a regnare su di noi. Verrà un giorno in cui i suoi desideri saranno soddisfatti; e questo giorno non è lontano, perché da oggi vogliamo iniziare ad amare e servire il nostro tenero Salvatore, come mai prima d'ora lo abbiamo amato e servito.
Sempre e in tutte le cose il suo Sangue ci governerà e ci guiderà; sarà la nostra regola non solo nella vita spirituale, ma anche in tutti i nostri affari temporali; dirigerà i nostri affetti verso coloro che ci sono cari e farà sì che il nostro amore si rivolga al loro vantaggio spirituale.
Come moriremo, se al momento della morte il Preziosissimo Sangue non regna nei nostri cuori? Se non è padrone di noi, saremo persi per sempre.

Dallo spirito di menzogna e incredulità, per il tuo Preziosissimo Sangue, liberaci!
Non c'è nessuno al mondo che non sperimenti la dolce influenza di Gesù.
Anche i dannati all'inferno, grazie all'ubiquità del Preziosissimo Sangue, soffrono meno di quanto avrebbero dovuto soffrire.
Tuttavia, ci sono persone tanto lontane da lui da non avere la felicità di conoscerlo ancora. Ahimè! Sì, ci sono ancora nazioni pagane in questo mondo così bello agli occhi di Dio.
Ci sono nazioni che adorano idoli di legno e pietra, che fanno divinità di demoni che non vedono, che vivono nella paura perpetua ispirata dalle anime dei morti o che tremano davanti alle forze di la natura, come se fossero armate contro di loro di onnipotenza e malizia.
Ci sono nazioni le cui relazioni sociali più dolci sono avvelenate dal terrore e dalla disumanità delle loro false religioni, e molte volte i luminosi raggi del sole che rischiara il loro delizioso clima sono stati sporcati dai sacrifici umani.
Questi popoli vivono nelle parti più privilegiate dell'eredità degli uomini. Tra le sublimità selvagge delle Montagne Rocciose, sugli splendidi pendii della catena delle Ande, nelle ricche vallate dell'Himalaya, nelle isole fiorite dell'Oceano Pacifico, in quegli eden naturali bagnati dalle tiepide onde dell'oceano Indiano, la vita dell'uomo è degradata dagli orrori di una falsa religione.
Dallo spirito di menzogna e incredulità, per il tuo Preziosissimo Sangue, liberaci, Gesù.

Sangue di Cristo, che dai forza ai sacramenti, salvaci!

Avremmo un'idea molto imperfetta dell'impero del Preziosissimo Sangue se non prendessimo in considerazione i metodi principali con cui compie la sua opera.
Abbiamo visto alcuni dei modi in cui si espande il suo impero. Vediamo ora i mezzi che usa: questi mezzi sono i sacramenti.
Ma l'idea più chiara che abbiamo dei sacramenti è quella che troviamo in Hugues de Saint-Victor e negli antichi teologi. I sacramenti sono la rappresentazione visibile della grazia invisibile: in essi il Preziosissimo Sangue ha assunto forme visibili.
Nella materia e nella forma dei sacramenti, ha indossato abiti sacerdotali la cui moda non è di questa terra e i cui significati sono molti e vari.
Infatti, la grazia dei sacramenti è la grazia fisica che esisteva nell'anima di Gesù, rinnovata, come dice la teologia, vale a dire ripetuta più volte in noi, e questo per mezzo del Sangue prezioso.
I nostri sette sacramenti sono i geroglifici della saggezza nascosta di Dio. Gesù Cristo li istituì come uomo; e così sono la continuazione dei suoi trentatré anni sulla terra.

Fonte: F-W. Faber, Le Précieux Sang ou le prix de notre salut - FSSPX.Actualités - 11/07/2020)
Micheleblu
Bel testo. È un argomento da rivisitare spesso.