Clicks2.2K

Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria

gioiafelice
La devozione al Cuore Immacolato di Maria è nata nel XVII secolo. San Giovanni Eudes è stato uno dei promotori più accesi dell’amore ai due Cuori, al Cuore di Gesù e al Cuore di Maria. Naturalmente,…More
La devozione al Cuore Immacolato di Maria è nata nel XVII secolo.
San Giovanni Eudes è stato uno dei promotori più accesi
dell’amore ai due Cuori, al Cuore di Gesù e al Cuore di Maria.
Naturalmente, poi, il Cuore di Gesù ha avuto una incentivazione
molto superiore quando con le apparizioni a Margherita Alacoque
il Signore è apparso dicendo:
ecco il Cuore che ha tanto amato gli uomini.

storico.radiovaticana.org/it1/storico/2005-06/38947.html

"Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle Apparizioni
affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria
a gloria della Santissima Trinità”.

“Vem comigo. Toma parte com o teu sofrimento nesta obra de salvação...
Vieni con me. Prendi parte, con la tua sofferenza, a quest’opera di salvezza
del mondo, che si realizza mediante la mia sofferenza, per mezzo della mia Croce.
Man mano che abbracci la tua croce, - ha detto il Papa - unendoti spiritualmente
alla mia Croce, si svelerà ai tuoi occhi il significato salvifico della sofferenza.
Troverai nella sofferenza la pace interiore e perfino la gioia spirituale”.

Cari fratelli e sorelle, da Fatima, dove la Vergine Maria ha lasciato un segno
indelebile del suo amore materno, invoco la sua protezione su di voi,
sulle vostre famiglie, specialmente su quanti sono nella prova.
Vi benedico di cuore!”

storico.radiovaticana.org/…/392586_il_papa_…

Il sabato successivo alla seconda domenica dopo Pentecoste, la liturgia romana, con un formulario speciale, celebra la memoria del Cuore Immacolato della beata Vergine Maria. Nei Propri di Chiese particolari e di Istituti religiosi si possono trovare diversi formulari in onore del Cuore di Maria, che ne mettono in luce la multiforme ricchezza. I testi qui proposti provengono, in massima parte, dal Proprio della Congregazione dei Missionari Figli del Cuore Immacolato della beata Vergine Maria (cfr Annali della Congregazione 52, 1976, pp. 363-365). L'espressione «Cuore della Vergine» va interpretata in senso biblico: designa la persona stessa della Madonna; il suo «essere» intimo e irrepetibile; il centro e la sorgente della vita inferiore; della mente e del cuore, della volontà e dell'affettività; l'animo indiviso, con il quale ella amò Dio e i fratelli e si dedicò completamente all'opera di salvezza del Figlio. Come nella messa del Cuore di Gesù si celebra l'amore misericordioso di Dio per la Chiesa, così nella liturgia del Cuore di Maria si contempla la sollecitudine materna della Vergine e viene dato il modello del «cuore nuovo» dono e segno della Nuova Alleanza. Il Cuore della beata Vergine che, piena di fede e di amore, accolse il Verbo di Dio, e chiamato innanzitutto «dimora del Verbo» (Colletta), nonché «tempio dello Spirito Santo» (Colletta, cfr LG 53) proprio per la continua presenza in esso dello Spirito. È presentato poi come immacolato (Colletta), cioè immune da macchia di peccato; sapiente (Prefazio), perché Maria, interpretando gli eventi alla luce delle profezie, serbava nel suo cuore la memoria delle parole e dei fatti riguardanti il mistero della salvezza (cfr Le 2,19.51); docile (Prefazio, cfr 1Re 3,9), perché Maria ha aderito gioiosamente ai comandi del Signore (cfr Lc 1,48); nuovo (Prefazio), secondo la profezia di Ezechiele (cfr Ez 18,31; 36,26) rivestito della novità della grazia ottenuta da Cristo (cfr Ef 4,23-24); mite (Prefazio), in conformità al Cuore di Cristo che ammonisce: «Imparate da me, che sono mite e umile di cuore (Mt 11, 29); semplice (Prefazio), cioè alieno da ogni doppiezza e tutto ricolmo dello Spirito di verità; puro, ossìa, secondo la beatitudine proclamata dal Signore (cfr Mt 5, 8), capace di vedere Dio; forte (Prefazio) nell'abbracciar e la volontà di Dio quando, secondo la profezia di Simeone (cfr Lc 2,35), o incombeva la persecuzione contro il Figlio (cfr Mt 2,13) o ne era imminente la morte (cfr Gv 19,25); vigilante (Prefazio), mentre Cristo dormiva nel sepolcro, il cuore di Maria, come il cuore della sposa del Cantico (cfr Ct 5,2), vegliava in attesa della risurrezione di Cristo.

www.maranatha.it/MessaleBVM/bvm28page.htm