Clicks2.7K

"Nuova Pentecoste", quella vera e quella falsa: cosa aspettiamo? (Riflessione di un lettore)

Oggi, i vertici ecclesiali, non fanno altro che riferirsi ad una "Nuova Pentecoste" che sarebbe in atto, da quando fu invocata in preghiera dal Papa Giovanni XXIII.

Anzi, il Concilio Vaticano II è stato annunciato ed è considerato come l'inizio della “nuova Pentecoste”. Oggi si bada bene, quasi maniacalmente a viver ogni esperienza ecclesiale appunto nello "spirito del concilio", per non contristare questa nuova presunta "illuminazione divina".

Ormai, alla luce della storia post conciliare, trascorso più di mezzo secolo, possiamo domandarci, quali sarebbero oggi, le sue conseguenze più salienti, se veramente si fosse verificata, questa nuova illuminazione pentecostale, insomma quali sono i suoi frutti spirituali?

Però prima di procedere voglio ragionare su qualcosa in cui credo: innanzitutto la Pentecoste, quella di più di duemila anni fa, non è stata sicuramente un evento umano, ma anzi un mistero divino trascendente che sussiste nella Chiesa lungo la sua storia, che ritengo non sia ripetibile a piacimento umano.

Ciò non toglie che sia certamente invocabile, nella preghiera quanto si vuole, ma non è detto, che si ottenga dalla Divina Volontà.

In teoria, di Pentecoste c'è n'è stata una, che dovrebbe durare fino al ritorno di Cristo nella gloria.

Chiedere una nuova Pentecoste, si intenderebbe, perciò, "invocarla", non nel senso di una "seconda", ma nel senso di un "rinnovamento della prima", che del resto è sempre viva ed attuale nella vita sacramentale della Chiesa.
Dico questo, perché mi sembra di ricordare che, essa è:

l’avvento dello Spirito Santo, promesso da Gesù a Pentecoste, perché attraverso la pienezza della sua venuta si realizzasse il Regno di Dio su questa terra.

Ciò vale, oggi come allora, proprio perché tale avvento è da ritenersi completamente compiuto, per cui Lo Spirito Paraclito dimora con noi nella pienezza della Sua divinità, non provvisoriamente o parzialmente ma in modo permanente, completo, stabilendo in pienezza il Regno di Dio, nella Chiesa Cattolica Romana Apostolica, e di cui non ci sarà alcuna fine.

È quindi bene riferirsi, sempre ed esclusivamente ad un potente "rinnovamento" invocato per ravvivare e potenziare ciò che già c'è, piuttosto che ad un "nuovo evento" vero e proprio che supponesse, la sostituzione di qualcosa di "vecchio" con qualcosa di totalmente "nuovo", e neanche si supponesse a qualcosa che venisse a completare ciò che era "incompleto".

Bene, passando, umilmente, ad esaminare i "frutti" immediati di questa agognata e tanto invocata "nuova pentecoste post conciliare", i conti non tornano.

La crisi delle vocazioni, le chiese svuotate dai fedeli, gli scandali morali e dottrinali, indicano piuttosto che non ci sia traccia di nessun rinnovamento "pentecostale", ciò non toglie che si potrebbe tornare a pregare con più fervore e umiltà, per richiedere un nuovo intervento divino per riparare i danni.

Quello che più sconcerta è che, si è considerata una nuova pentecoste un vero e proprio intervento umano, che ha prodotto una riforma liturgica e pastorale avente la pretesa, tutta umana, di portare a compimento un processo ritenuto ancora incompiuto.

Si è quindi invocata una "Nuova Pentecoste", intesa come nuova illuminazione divina, realizzandone invece una tutta umana.

Eh sì perché, si è invece fondata ex novo, una nuova liturgia, una nuova forma di cattolicesimo, una nuova dottrina, una nuova moralità, demolendo la "Vecchia"
Tradizione.

Giustificando il tutto dentro una "nuovo processo interpretativo" della fede, chiamato "Ermeneutica della continuità" che sa più di procedimento filosofico, che teologico.

È nata, cioè una "cosa" umana, tutta nuova, simile ma diversa alla prima che era di natura sicuramente divina.

Anzi la nuova pentecoste, appare palesemente in rottura con la Tradizione, che non è altro che la storia della santificazione della Chiesa, avvenuta attraverso la Grazia operante dei Sacramenti, donati dalla vera ed unica Pentecoste, che è rimasta sempre attiva e presente nei secoli della storia della Chiesa Cattolica.

Nasce, cioè, sotto il vento impetuoso dello, “spirito del Concilio”, un nuovo percorso pastorale, che superando duemila anni di storia della Rivelazione, la reinterpreta rompendo con la Tradizione Bimillenaria, ritenendosi addirittura ipocritamente persino in continuità con essa.

Questo è il frutto, sotto gli occhi di tutti!

Si è arrivati, addirittura a vaneggiare una "nuova era", quella della " maturità cattolica" che esige il riadattamento del decalogo, del Vangelo, del Santo Sacrificio Eucaristico, della messa stessa, ai tempi "moderni".

Persino il primato della Chiesa Cattolica unica vera religione sulle false religioni scompare, dentro un soffocante ecumenismo.

E giungendo ai nostri giorni, si è ormai arrivati, alla scandalosa rivisitazione critica della Scrittura, della Tradizione e del Magistero, che preannuncia una "nuova" religione, paracattolica di stampo iper protestante, con sfumature New Age, e sincretista.

Che bei frutti!

Si dovrebbe ammettere che forse, in questi ultimi tempi la Chiesa abbia piuttosto ampiamente contristato l'unica e sola Pentecoste che il Signore ci aveva promesso.

Per cui veramente sarebbe meglio invocare un "ravvivamento in potenza", oserei dire "restauratore", del dono concesso alla Chiesa più di duemila anni fa che è, e rimane sempre attuale.

Allora adesso i tempi sono veramente "maturi" per supplicare un Nuova Pentecoste, riparatrice che riorienti la Chiesa alla Santissima Trinità, ma nel modo giusto, quello tradizionale, cattolico.

Quale altro momento più adatto, dato che i tempi che viviamo, sembrano proprio "I tempi di Maria".

Per non errare, dobbiamo affidarci alla Donna della Pentecoste, Maria Santissima.

Potremmo, farci aiutare a tal proposito dal Montfort; che pregava in vista dei tempi di Maria:

«Spirito Santo, ricordati di generare e formare figli di Dio con Maria, tua santa e fedele sposa. Hai formato in lei e con lei il capo degli eletti, perciò con lei e in lei devi formare tutte le sue membra. [...] Tutti i santi del passato e del futuro sino alla fine del mondo sono opere del tuo amore unito a quello di Maria» (San Luigi de Montfort - Preghiera Infocata, 15).

Facciamolo, con urgenza, perché i venti persecutori verso coloro che difendono la Tradizione della Chiesa e il Vangelo si sono tramutati in tempesta, anzi quando si attaccherà la Santissima Eucaristia proprio dentro la Chiesa, diventeranno un uragano demoniaco.

MoltI cuori "fedeli" sono, ancora paralizzati impauriti innanzi all'impeto di tale tempesta, come allora, lo erano quelli degli Apostoli prima che il Paraclito li infiammasse. Molti cuori fedeli sono confusi sul da farsi. Chi meglio di Maria Santissima, ci aiuterà a trasformare i nostri cuori e le nostre vite per testimoniare fedelmente la nostra fede, compiendo le opere desiderate dalla Divina Volontà, in questi tempi?

Chiediamo l'intercessione di Maria Santissima, Sposa dello Spirito Santo, che era presenza fondamentale nel cenacolo, nel giorno di Pentecoste. A Lei, solo alla Corredentrice si può chiedere, una nuova Pentecoste, a Lei il capolavoro di Dio, la Piena di Grazia. Alla Madre di Gesù che presiedeva la preghiera, nel cenacolo che avrebbe accolto il Paraclito.

Solo Lei, l'Ancella del Signore, la Porta del Paradiso, la nuova Arca dell'Alleanza, può invocare con sicura umiltà e verità l'intervento del suo Sposo per dare nuova luce alla Chiesa di Cristo! Solo Lei può ottenere a tal scopo la Mediazione di Suo Figlio, Gesù, l'unico nostro Mediatore.

All'Annunciazione, lo Spirito tramite Maria e in Maria concepì Gesù, così alla Pentecoste, tramite Maria e in Maria lo Spirito ha concepito la Chiesa!

Solo con Lei, non rischiamo di fare figuracce, pretendendo di essere falsamente illuminati dalle grazia, commettendo danni, perché abbiamo operato di testa nostra.

San Massimiliano Kolbe ci ha detto:

«L'unione tra lo Spirito Santo e la Vergine Immacolata è così stretta che lo Spirito Santo non esercita alcun influsso nelle anime se non per mezzo di Lei» (Lo Spirito Santo e l'Immacolata, ed. Vita Nuova).

San Luigi Maria Grignion de Montfort nel suo Trattato della vera devozione a Maria al n.36 afferma:

«Quando lo Spirito Santo, suo Sposo, l'ha trovata in un'anima, vi vola e vi entra con pienezza, si comunica a quest'anima con abbondanza, nella misura in cui trova spazio la sua Sposa. Uno dei principali motivi per cui lo Spirito Santo oggi non compie meraviglie clamorose nelle anime, è che non vi trova un'unione abbastanza forte con la sua fedele e indissolubile Sposa».

Maria dunque, in quanto Sposa e Tempio dello Spirito, ne è anche la mediatrice dei doni.

E allora, da chi vogliamo andare per chiedere una nuova Pentecoste?

Oppure, vogliamo rimanere, "zitti e buoni", nell'attesa che qualcuno si inventi un santo metodo tattico, tutto umano di reazione, magari un "ermeneutica della controrivoluzione"?

Ma perché è urgente chiedere una seconda pentecoste?

Forse perché, la Santissima Madre, che è Madre della Chiesa ce l'ha preannunciato pelando del suo Trionfo?

Per essere semplicemente breve ed incisivo riporto alcune locuzioni affidate dalla Santissima Madre a don Stefano Gobbi che ci spiegano da soli i santi motivi per chiedere una nuova Pentecoste.

Da "Le locuzioni interiori di don Stefano Gobbi":

«Il tempo della seconda Pentecoste è venuto. Lo Spirito Santo verrà, come una rugiada celeste di grazia e di fuoco, che rinnoverà tutto il mondo. Sotto la Sua irresistibile azione di amore, la Chiesa si aprirà a vivere l'era nuova della sua più grande santità e risplenderà di una luce così forte, da attirare a sé tutte le nazioni della terra.

Lo Spirito Santo verrà, perché la Volontà del Padre Celeste si compia e l'universo creato torni a riflettere la sua grande gloria.

Lo Spirito Santo verrà, per instaurare il regno glorioso di Cristo e sarà un regno di grazia, di santità, di amore, di giustizia e di pace.

Col suo divino Amore aprirà le porte dei cuori ed illuminerà tutte le coscienze. Ogni uomo vedrà se stesso nel fuoco bruciante della divina Verità. Sarà come un giudizio in piccolo. Poi Gesù Cristo porterà il suo glorioso Regno nel mondo.

Lo Spirito Santo verrà, per mezzo del trionfo del mio Cuore Immacolato».
(22 maggio 1988, messaggio della Madonna)

«[Con il compimento della seconda Pentecoste] i peccatori torneranno alla Grazia ed alla santità; gli smarriti sulla strada del bene; i lontani alla casa del Padre; gli ammalati alla completa guarigione; i superbi, gli impuri, i cattivi collaboratori di Satana saranno per sempre sconfitti e condannati. Allora il mio Cuore di Mamma avrà il suo trionfo su tutta l'umanità, che tornerà ad un nuovo sposalizio di amore e di vita col suo Padre Celeste. Vieni Spirito Santo». (22 maggio 1994, messaggio della Madonna)

Si evince che la vera santa seconda Pentecoste è il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

E coloro che la devono chiedere sono soprattutto, i figli di Maria consacrati al suo Cuore Immacolato, e lo devono fare col Rosario in mano.

Di conseguenza se vogliamo esaudire nel modo più perfetto e sicuro, le intenzioni della Santissima Vergine, dobbiamo a lei consacrarci.

Ben vengano i cenacoli Mariani, guidati da santi sacerdoti fedeli, che Amano Gesù e la santissima Madre di Dio, per rispondere all'appello, anzi all'adunata di nostra Signora, la Corredentrice:

«Con Me combattete, piccoli figli, contro la bestia simile a un agnello, la massoneria infiltrata all'interno della vita ecclesiale per distruggere Cristo e la sua Chiesa. Per raggiungere questo scopo essa vuole costruire un nuovo idolo, cioè un falso Cristo ed una falsa Chiesa». (17 giugno 1989, messaggio della Madonna)

Che Sacri Cuori di Gesù Giuseppe e Maria ci benedicano e ci custodiscano per essere degni di appartenere alle schiere del suo esercito, votato a lottare e vincere per il Trionfo del suo Cuore Immacolato. Amen.

(Un consacrato alla Madonna e lettore di Tempi di Maria)
AvisObservans
A un'imminente Seconda Venuta di Cristo si addice una Seconda Pentecoste.
Sempre presente l'Amabile Madre del Verbo.
Amelio Parini Amelio shares this
Elisa Colella
Chiediamo alla Madre Celeste umiltà vera, semplicità, guarigione nelll'intenzione, carità, dolcezza......e il Suo Cuore trionferà
Giorgio Tonini
Io credo che, quando nella Chiesa Cattolica si invoca una “Nuova Pentecoste”, non si solleciti una seconda Venuta dello Spirito Santo, ma piuttosto si chieda a Lui una nuova spinta, un rinnovato e illuminato impegno per tornare ad evangelizzare i popoli, similmente a quanto avvenne duemila anni fa, quando, una volta usciti dal Cenacolo, gli Apostoli si facevano comprendere da pagàni che …More
Io credo che, quando nella Chiesa Cattolica si invoca una “Nuova Pentecoste”, non si solleciti una seconda Venuta dello Spirito Santo, ma piuttosto si chieda a Lui una nuova spinta, un rinnovato e illuminato impegno per tornare ad evangelizzare i popoli, similmente a quanto avvenne duemila anni fa, quando, una volta usciti dal Cenacolo, gli Apostoli si facevano comprendere da pagàni che parlavano lingue diverse. Nella nuova Babele di oggi, con i valori cristiani attaccati e demoliti dai mali del capitalismo, del consumismo, dell’ateismo, dell’emarginazione, della trasgressione che porta ad ostentare il peccato e del quale ci si vanta pubblicamente, come Chiesa Cattolica ci sentiamo soli, inadeguati, e comprendiamo chiaramente che con le nostre sole misere forze rievangelizzare sarà un’impresa impossibile. Ecco perché la Chiesa Cattolica chiede allo Spirito Santo di venirci in soccorso, come duemila anni fa.
Kiakiar
Si potrebbe dire che lo Spirito Santo quando trova Maria nelle anime fa di nuovo nascere in Lei, per Lei, con Lei Gesu, come avvenne a Betlemme , solo che questa volta la culla del nascituro non è una mangiatoia ma il nostro cuore. E quando si ripropone questo miracolo , esso si compie non solo in noi stessi ma in tutti i coloro che beneficiano della presenza di Maria nel nostro cuore. Non …More
Si potrebbe dire che lo Spirito Santo quando trova Maria nelle anime fa di nuovo nascere in Lei, per Lei, con Lei Gesu, come avvenne a Betlemme , solo che questa volta la culla del nascituro non è una mangiatoia ma il nostro cuore. E quando si ripropone questo miracolo , esso si compie non solo in noi stessi ma in tutti i coloro che beneficiano della presenza di Maria nel nostro cuore. Non amiamo veramente i nostri fratelli se non dimora in noi il Suo amore materno. Il vero amore è quello che procede da Dio e l'unico cuore umano capace di assorbirlo tutt' intero è stato quello della Piena di Grazia. Talmente piena , da poter sfamare con il Suo cuore traboccante di carità divina tutti gl' affamati di Dio, di Cristo, del nutrimento del Suo Corpo( che ha messo al mondo) e del Suo Spirito . Il Suo cuore e il Suo grembo hanno accolto Colui che il cielo non è capace di contenere, e il Suo Amore ha abbracciato tutto il dolore che i figli ingrati rifiutano di patire per insofferenza verso il sacrificio e la rinuncia necessari per opporsi al peccato. Io preferisco interrogare i santi , i "tempi antichi" come consiglia la Sacra Scrittura, e lo Spirito Santo tramite l' orazione mariana del Rosario, che il cosidetto " Spirito del concilio" , non perché sia prevenuta o sia una nostalgica del passato ma perché il cattolicesimo ha maggiormente bisogno di testimoni piuttosto che di maestri..E quando i testimoni contraddicono con la loro eredità spirituale, con la loro testimonianza e conoscenza della Verità, la sapienza dei cosidetti maestri o" padri conciliari,"( del CVII) sono da preferire a questi. Lo Spirito Santo infattu non può contraddirsi.
N.S.dellaGuardia
Bellissimo commento! Aggiungo solo che non sarebbe comunque necessaria una nuova pentevoste, ma piuttosto di lasciarsi investire dalla unica e sola Pentecoste, i cui venti spirano fortissimi tuttora dopo 1900 anni.
Kiakiar
Ha colto nel Segno N. S. della Guardia! Infatti non mi stanchero mai di dire che lo Spirito Santo, non ha età, non invecchia, non aumenta ne diminuisce, non è un pezzo di ricambio di una macchina che va sostituito con uno nuovo, ma è Immutabile, essendo Dio, sempre uguale a Se stesso. E come è venuto ad abitare nel Cuore di carne di una Vergine duemila anni fa , desidera venire oggi ad abitare …More
Ha colto nel Segno N. S. della Guardia! Infatti non mi stanchero mai di dire che lo Spirito Santo, non ha età, non invecchia, non aumenta ne diminuisce, non è un pezzo di ricambio di una macchina che va sostituito con uno nuovo, ma è Immutabile, essendo Dio, sempre uguale a Se stesso. E come è venuto ad abitare nel Cuore di carne di una Vergine duemila anni fa , desidera venire oggi ad abitare in quei cuori che piu le somigliano. Per potenziare la Pentecoste dello Spirito Santo bisogna divenire sempre piu intimi conoscitori, amici, devoti di Maria e " prenderla tra i propri beni"
Giorgio Tonini
Lo Spirito Santo viene citato subito, già all’inizio del cap. 1 della Genesi, al versetto 2. “1In principio Dio creò il cielo e la terra. 2La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque”. E poi: “… e per opera dello Spirito Santo si è incarnato…”. Nel Credo affermiamo che è Signore e da’ la Vita. Non siamo mai stati soli, lo Spirito …More
Lo Spirito Santo viene citato subito, già all’inizio del cap. 1 della Genesi, al versetto 2. “1In principio Dio creò il cielo e la terra. 2La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque”. E poi: “… e per opera dello Spirito Santo si è incarnato…”. Nel Credo affermiamo che è Signore e da’ la Vita. Non siamo mai stati soli, lo Spirito Santo con i Suoi Sette Santi Doni, già trasmessici in forma incompleta nel Battesimo e in pienezza con la Cresima (o Confermazione) ci ha reso “soldati di Cristo”.
Kiakiar
Io direi che il rapporto è biunivoco, piu si conosce lo Spirito di Dio piu si conosce Maria, e piu si conosce e si invoca Maria piu si conosce lo Spirito di Dio. Perche è vero che lo Spirito Santo è presente gia dalle prime pagine dell ' Antico Testamento. Ma la Trinita si compiace di rivelarsi in pienezza al mondo, solo con l' avvento di Maria la depositaria, la custode per eccellenza, e la …More
Io direi che il rapporto è biunivoco, piu si conosce lo Spirito di Dio piu si conosce Maria, e piu si conosce e si invoca Maria piu si conosce lo Spirito di Dio. Perche è vero che lo Spirito Santo è presente gia dalle prime pagine dell ' Antico Testamento. Ma la Trinita si compiace di rivelarsi in pienezza al mondo, solo con l' avvento di Maria la depositaria, la custode per eccellenza, e la Mediatrice di ogni grazia. Senza di Lei il Verbo non sarebbe venuto ad abitare in mezzo a noi, tramite il felice connubio tra il Suo Cuore castissimo e lo Spirito Santo.
Giorgio Tonini
…anche se un preludio alla Santissima Trinità (questo plurale che è stato usato dalla Bibbia è davvero incomprensibile, un mistero per gli Ebrei, che non si sanno spiegare il motivo del plurale, come pure la parola Dio per loro, essendo rigorosissimamente monoteisti, è stranissimo che sia al plurale), sempre Genesi cap.1: “ 26 E Dio disse: «Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza…More
…anche se un preludio alla Santissima Trinità (questo plurale che è stato usato dalla Bibbia è davvero incomprensibile, un mistero per gli Ebrei, che non si sanno spiegare il motivo del plurale, come pure la parola Dio per loro, essendo rigorosissimamente monoteisti, è stranissimo che sia al plurale), sempre Genesi cap.1: “ 26 E Dio disse: «Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza, e domini …”. Come pure, nei tre stranieri ospitati da Abramo alle querce di Mamre, i Padri della Chiesa intravvidero le Tre Persone della Santissima Trinità.
Fabio Brioni
Il problema e che nel variegato mondo satano massonico ricco di riti di pulcinella,an trovato terreno fertile proprio in coloro che erano dotti e quindi aiutare la verita e aiutare gli ignorsnti a crescere.Sappiamo bene che l ordine gesuitico e la massoneria in ambito cristiano politico basta vedere i galli massoni an spodesto ratzinger x mettere un falso che a sostituito l amore x vaccino con …More
Il problema e che nel variegato mondo satano massonico ricco di riti di pulcinella,an trovato terreno fertile proprio in coloro che erano dotti e quindi aiutare la verita e aiutare gli ignorsnti a crescere.Sappiamo bene che l ordine gesuitico e la massoneria in ambito cristiano politico basta vedere i galli massoni an spodesto ratzinger x mettere un falso che a sostituito l amore x vaccino con il Cristo..Dovete capire che questo e l ultimo vomito satanico poi tutto sara pulito ma trovera cristo la fede no perche tutti sono appiattiti vedasi il coronavirus green pass..Sursum Cordam
Vanni
Buongiorno Fran Pietro, oggi su telagram ha pubblicato un articolo dal titolo come vinceremo, pubblicato da un avvocato, giorni fa mi ero iscritta sul canale dello stesso avvocato per aderire all'iniziativa di scuola parentale, aprendo la pagina mi sono accorta che di lato dell'immagine dellavocato c'era un disegno rappresentato da un diavolo che ballava mentre suonava il flauto, penso che tra …More
Buongiorno Fran Pietro, oggi su telagram ha pubblicato un articolo dal titolo come vinceremo, pubblicato da un avvocato, giorni fa mi ero iscritta sul canale dello stesso avvocato per aderire all'iniziativa di scuola parentale, aprendo la pagina mi sono accorta che di lato dell'immagine dellavocato c'era un disegno rappresentato da un diavolo che ballava mentre suonava il flauto, penso che tra tanti che propongono un sostenimento dietro ci sia la trappola non solo governativa ma anche satanica
Giorgio Tonini
Chi posta credo sia disponibile ad un confronto aperto ai vari commenti, con risposte ad eventuali obiezioni, e poi, se si rimane di diverso avviso, amici come prima. Si può anche inibire i commenti, però diventa solo un forum informativo. Ciascuno faccia come meglio crede.
N.S.dellaGuardia
Ottimo! Non si potrebbe aggiungere nulla tanto è completo ed esaustivo.
Purtroppo sappiamo come reagiranno gli "adulti": parlare con loro di "concilio" sarebbe come parlare di aborto ad una femminista...
Vi consiglierei quindi di disabilitare i commenti (incluso il mio che possiamo considerare "di servizio"), o comunque fare una attività continua di moderatori delle discussioni che partiranno …More
Ottimo! Non si potrebbe aggiungere nulla tanto è completo ed esaustivo.
Purtroppo sappiamo come reagiranno gli "adulti": parlare con loro di "concilio" sarebbe come parlare di aborto ad una femminista...
Vi consiglierei quindi di disabilitare i commenti (incluso il mio che possiamo considerare "di servizio"), o comunque fare una attività continua di moderatori delle discussioni che partiranno inevitabili.
Grazie ancora e che Dio vi benedica!