Clicks4

🔴 Il Vangelo del Giorno 06 Giugno 2020, Sabato della IX Settimana del T O

Irapuato
preghiamoinsieme Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 12,38-44. In quel tempo, Gesù diceva alla folla mentre insegnava: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricever…More
preghiamoinsieme

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 12,38-44.
In quel tempo, Gesù diceva alla folla mentre insegnava: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze,
avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti.
Divorano le case delle vedove e ostentano di fare lunghe preghiere; essi riceveranno una condanna più grave».
E sedutosi di fronte al tesoro, osservava come la folla gettava monete nel tesoro. E tanti ricchi ne gettavano molte.
Ma venuta una povera vedova vi gettò due spiccioli, cioè un quattrino.
Allora, chiamati a sé i discepoli, disse loro: «In verità vi dico: questa vedova ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri.
Poiché tutti hanno dato del loro superfluo, essa invece, nella sua povertà, vi ha messo tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere».

Traduzione liturgica della Bibbia

Santa Teresa d'Avila (1515-1582)

carmelitana, dottore della Chiesa
Poesia « Vivo sin vivir en mí »

« Ha dato tutto »
Io vivo, ma senza vivere in me, E la mia speranza è tale Che muoio di non morire. Vivo già fuori di me Da quando muoio di amare; Poiché vivo nel Signore Che mi ha voluta sua. Quando gli diedi il mio cuore, Egli vi scrisse queste parole: Muoio di non morire. (...) Ah! Che vita amara è quella, In cui non si gode del Signore! E se l'amore è dolce, Non è dolce la lunga attesa; Dio tolga da me questo peso Più greve dell'acciaio, Perché muoio di non morire. Vivo nella sola fiducia Che devo un giorno morire, Perché, attraverso la morte, dalla mia speranza mi è promessa la vita; Morte, in cui si guadagna la vita, Non tardare, poiché ti aspetto, perché muoio di non morire. Vedi come forte è l'amore (Ct 8,6); O vita, non sii per me un fardello! Guarda ciò che solo resta: Per guadagnarti, ti perdo! (Lc 9,24) Venga la dolce morte! La mia morte, venga presto, Perché muoio di non morire. Quella vita di lassù, Che è vera vita, Finché non viviamo di essa, non godiamo. O morte! Non sfuggire. Che io viva poiché già muoio, Perché muoio di non morire. O vita, cosa posso dare Al mio Dio che vive in me Se non perderti Per meritare di assaporarlo! Col morire voglio acquistarti Poiché tanto desidero il mio Amato Che muoio di non morire.