Rosaria.Iacono
Mi sono spesso chiesta se, dal 2013 a questa parte, quello che ci tocca ingoiare da questo personaggio è un mix di ipocrisia e menzogne oppure la conseguenza di un'ingenuità spinta all'ennesima potenza. Purtroppo propendo per la prima ipotesi..... No, non penso sia peccato pregare per esserne liberati......anche se, proprio come l'utente ricgiu, ho la certezza che il Signore se ne stia servendo …More
Mi sono spesso chiesta se, dal 2013 a questa parte, quello che ci tocca ingoiare da questo personaggio è un mix di ipocrisia e menzogne oppure la conseguenza di un'ingenuità spinta all'ennesima potenza. Purtroppo propendo per la prima ipotesi..... No, non penso sia peccato pregare per esserne liberati......anche se, proprio come l'utente ricgiu, ho la certezza che il Signore se ne stia servendo per provarci....
ricgiu
✍️ Bergoglio è una vera punizione divina per separare il grano dalla zizzania. Bisogna essere come carboni accesi sotto la cenere per rigenerare la fiamma della Verità quando il vento dello Spirito riprenderà a soffiare a Roma. Il Piccolo Gregge non ha nulla da temere: preghiera, digiuno e sacrificio. Non credo sia peccato pregare il Signore che ci liberi da tale calamità.
Massimo M.I.
I tradimenti mi sembrano molteplici
giandreoli
@In cammino. Con quello che sta accadendo, meglio se al cubo: (preghiamo)3
Raffaele Vargetto
La permissione dell'errore e del male morale si spiega con il fatto che la libertà dell'uomo è costitutiva della sua creazione e Dio non rinnega le sue opere. Da qui il dato di fatto che il male è solo permesso, ma non voluto. Cosa vuol dire: "volontà permissiva"? Le varie religioni sono permesse, per la ragione esposta sopra, perché l'uomo è libero; ma non sono volute, e Dio vuole che tutti gli …More
La permissione dell'errore e del male morale si spiega con il fatto che la libertà dell'uomo è costitutiva della sua creazione e Dio non rinnega le sue opere. Da qui il dato di fatto che il male è solo permesso, ma non voluto. Cosa vuol dire: "volontà permissiva"? Le varie religioni sono permesse, per la ragione esposta sopra, perché l'uomo è libero; ma non sono volute, e Dio vuole che tutti gli uomini conoscano la Verità, cioè il Suo Figlio Incarnato. E' ciò che l'Apostolo Paolo, nel discorso all'Areopago di Atene, afferma dinanzi ai dotti e sapienti del tempo (At 17,30-31): "Dopo essere passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi, poiché Egli ha stabilito un giorno nel quale dovrà giudicare la terra con giustizia per mezzo di un uomo che Egli ha designato, dandone a tutti prova sicura col risuscitarlo dai morti". E' un comando rivolto a tutti i discepoli del Suo Figlio di evangelizzare per dare gloria a Dio e per la salvezza eterna delle anime.
In cammino
Preghiamo