Clicks17
Fatima.

-PROFANATA L'ENNESIMA CHIESA-

Quando gli eccelsi esperti di morale(ismo) e di cultura, vi diranno che oggi il problema sia l'omofobia e la "violenza di genere", e che servirebbero più diritti per gli omosessuali i quali, essendo protetti da ogni organo di informazione del Sistema Solare, pretenderebbero giustamente che sia invece tutta la galassia a venerarli; ebbene, quando sentirete questa gioiosa tortura, rispondete pure con questa ennesima immagine di profanazione.
Oggi stesso, infatti, l'ennesima Casa di Dio, questa volta a Caltanissetta, è stata violata, vandalizzata e saccheggiata.
Ma nessun telegiornale, nessun Lorenzo Tosa, Selvaggia Lucarelli... sì insomma, nessuna scoria radioattiva dell'informazione italiana, si è attivata per denunciarne l'inaccettabile accaduto.
Nessun comunicato a reti unificate; nessuna indignazione; nessuna condanna pubblica; nessuna interrogazione parlamentare.
Solo una comunità ferita, ed un ennesimo Sacerdote che in punta di piedi ed umiltà, sarà costretto a raccogliere i cocci, e rimettere in piedi la sua Parrocchia e quell'Arca della Nuova Alleanza, che è la Casa di Dio.
Che Dio possa avere Misericordia di ogni profanatore.
Ma non temete, la Milizia di Cristo, quella vera, non abbasserà mai la guardia, e sarà sempre pronta a difendere e combattere, per la difesa di Dio e della Sua Chiesa, finanche contro gli uomini stessi e contro la morte.
La Santa Milizia di Cristo sta con un piede verso la Gloria Eterna, ed un piede verso la battaglia.
Con una mano al Santo Rosario, ed un'altra alla Spada.

In Nomine Christi, non nobis deditio.
Nel Nome di Cristo, nessuna resa.