Distruggere la Chiesa Istituzione significa distruggere Cristo - Danilo Quinto - 17.02.’19

Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: «La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?». Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri …
Poiché l'Onnipotente trae del bene anche da cose fatte male da uomini a Lui poco fedeli, a riguardo di:
"Quindi, i fedeli hanno talvolta anche l’obbligo, per il bene della Chiesa, di manifestare ai sacri Pastori il loro pensiero. Se lo ritengono, nelle forme dovute, possono farlo anche pubblicamente. "
mi permetto di evidenziare ancora di più come proprio il problematico C.V. II con le seguenti …More
Poiché l'Onnipotente trae del bene anche da cose fatte male da uomini a Lui poco fedeli, a riguardo di:
"Quindi, i fedeli hanno talvolta anche l’obbligo, per il bene della Chiesa, di manifestare ai sacri Pastori il loro pensiero. Se lo ritengono, nelle forme dovute, possono farlo anche pubblicamente. "
mi permetto di evidenziare ancora di più come proprio il problematico C.V. II con le seguenti riforme ha fornito una più precisa valenza canonica alla facoltà (che a volte appunto è un dovere) anche per i laici di correggere i loro superiori nella gerarchia ecclesiastica.

Utile però il richiamo a noi laici a non confondere il nostro ruolo nella Chiesa con quello dei consacrati: se no facilmente si scivola in un comportamento politico da rivoluzionari.

Riguardo a:
"Del resto, sono numerosi gli esempi di Santi e di Dottori della Chiesa che hanno rivolto critiche all’operato dei Pontefici."
mi verrebbe quasi da dire che la storia della Chiesa ci insegna proprio il contrario di quella che è diventata la prassi dei rivoluzionari neo-modernisti da quando hanno conquistato il governo politico in Vaticano (con il neo-dogma della totale infallibilità, incriticabilità e santificazione orwelliana a priori del capo visibile del loro partito). Cioè a partire da S. Paolo Ap. verso S. Pietro Ap. per proseguire dei secoli del cristianesimo primitivo quelli più bui del Medioevo, la prassi, in caso di crisi nella chiesa, anche dei santi era proprio di richiamare con franchezza e chiarezza i papi che non sembravano ben ottemperare ai doveri della loro altissima carica.

Scendendo nella cronaca odierna, abbiamo in più, a giustificazione della opportunità di ben fondate critiche cristiane a Francesco, l'eventualità (che IMHO nessuno di coloro che avrebbero l'autorità e le conoscenze dirette ha voluto fino ad oggi smentire al pubblico in modo oggettivamente inoppugnabile, limitandosi coloro a più o meno spazientite e arbitrarie considerazioni di opportunità politica piuttosto che a dettagliate considerazioni delle contraddizioni di pubblico dominio) che non si tratti (più) nemmeno di critiche a un papa, qualora potesse essere provato anche uno dei tanti indizi che si sono già accumulati sulla invalidità (ab origine o a seguito di eresie formali) del papato bergogliano.

Rimane per me di difficile comprensione il perché sia ancora non solo ignorato ma in pratica rigettato il saggio (e ritengo sofferto) invito a fare chiarezza senza pregiudizi, proprio a partire dalla rinuncia di Benedetto XVI, che mons. Bux diede pubblicamente il 13 Ottobre 2018.
La richiesta di fare chiarezza - e l'unico che potrebbe farla è Benedetto XVI, che non ha alcuna intenzione di farla - concorre al disegno di distruzione dell'Istituzione Chiesa. Un disegno che Cristo farà saltare per aria.
Sì, riguardo a quella intenzione dopo sei anni così sembrerebbe.
Come anche sembra, in base alle pur scarse notizie di pubblico dominio, che almeno fino allo scorso 2018 Benedetto XVI aveva la lucidità e la libertà di far pervenire al pubblico qualche suo autografo chiarimento, appunto se avesse voluto.
Il mistero continua... così come continuano le BENEDIZIONI APOSTOLICHE impartite da Benedetto …More
Sì, riguardo a quella intenzione dopo sei anni così sembrerebbe.
Come anche sembra, in base alle pur scarse notizie di pubblico dominio, che almeno fino allo scorso 2018 Benedetto XVI aveva la lucidità e la libertà di far pervenire al pubblico qualche suo autografo chiarimento, appunto se avesse voluto.
Il mistero continua... così come continuano le BENEDIZIONI APOSTOLICHE impartite da Benedetto XVI ;-)

Per quello che più riguarda noi piccoli, nel frattempo continuano pure a rimanere validi e accessibili a tutti Sacra Scrittura e Catechismo: per quasi tutto quello che può capitare a noi di problematico per la salvezza dall'Inferno, lì troviamo le istruzioni da seguire.
Chi non ha ancora sul comodino il Catechismo di San Pio X e una Bibbia cattolica in italiano pubblicata prima dei "miglioramenti" CEI post-conciliari, se li compri.
alda luisa corsini likes this.
Don Reto Nay likes this.
" Ci conforta sapere ed avere la certezza che le parole di Cristo sono eterne: le porte degli Inferi non prevarranno sulla Chiesa." Probabilmente pensavono così anche la classe sacerdotale del tempio e i giudei in generale, e forse ancora oggi lo crendono per i patti e le promesse rivolte loro da Dio nell' hatora'. Bisognerebbe vedere con gli occhi di Dio qual'è la Sua Chiesa come all'ora agli …More
" Ci conforta sapere ed avere la certezza che le parole di Cristo sono eterne: le porte degli Inferi non prevarranno sulla Chiesa." Probabilmente pensavono così anche la classe sacerdotale del tempio e i giudei in generale, e forse ancora oggi lo crendono per i patti e le promesse rivolte loro da Dio nell' hatora'. Bisognerebbe vedere con gli occhi di Dio qual'è la Sua Chiesa come all'ora agli occhi di Gesù erano i veri israeliti. Ne parlò tempo fa a Maria Valtorta chi per Lui apparteneva alla chiesa cattolica: "
Dai Quaderni

Dio circola come un sangue vitale nelle vene di tutto il corpo dell’Universo. Di questo gran corpo creato da Lui, la Cattolicità è il centro; ma come potrebbero le membra più lontane essere vivificate da Dio se il centro si rinchiudesse in se stesso col suo Tesoro ed escludesse le membra dal beneficio?
Dio è anche dove diversa fede o diverso spirito fa pensare non sia. E in verità vi dico che non è ciò che appare ciò che è vero. Molti cattolici sono sprovvisti di Dio più di quello che non lo sia un selvaggio. Perché molti cattolici hanno di figli di Dio solo il nome. 14.7.43
Acchiappaladri likes this.
Marziale
“La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti”. Il lapidario enunciato di Efesini 6,12 ci ricorda i veri nemici senza volto del cristiano: l'esercito della Tenebra. Questo esercito agisce sul mondo e nel mondio. …More
“La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti”. Il lapidario enunciato di Efesini 6,12 ci ricorda i veri nemici senza volto del cristiano: l'esercito della Tenebra. Questo esercito agisce sul mondo e nel mondio. esattamente come agì prima con Eva e poi con Adamo: usando la tentazione. Chi aderisce alla tentazione diviene servo di Satana e sua marionetta. Il peccatore con i suoi liberi atti diviene quasi il mezzo di trasporto di un demonio, lo porta a passeggio per il mondo: è come se un demonio si incarnasse, prendesse carne. Se l'uomo non aderisse al peccato gli spiriti infernali nulla potrebbero fare di male all'uomo ad alla Chiesa di Cristo . In poche parole: cade solamente chi vuole cadere. Senonché, nella sua caduta, trascina con sé tante più anime tanto più è alta la sua dignità : un Sacerdote che cade trascina con se molte più anime di un comune peccatore. In poche parole : siamo noi che permettiamo al Male di vincere . Solamente noi, non gli alieni. La nostra colpa è totale. E questa è una valanga che è iniziata con Eva e la sua corsa impazzita ancora prosegue, anzi : il motus in fine velocior (il moto è più veloce verso la fine) frase tanto amata da X. Un nuovo generale grande Diluvio, che spazzi via la ingrata razza di Adamo, è quindi giusto e doveroso come unica cosa che possa fermare la valanga . Il compito di quei laici, di cui parla l'ottimo Danilo Quinto, sarà quello di aiutare quei Sacerdoti rimasti fedeli a Cristo in questo tempo perché saranno anche quei Sacerdoti che guideranno il "piccolo gregge" nel tempo nuovo del dopo Diluvio.
Marziale
;-) :-D Tranquillo amico mio :-) Un nuovo Diluvio per certo non accadrà perché l'Onnipotente ci ha così rivelato, ed Egli non mentisce.
Ma per tutto ciò che Egli non ci ha rivelato essere sempre impossibile, Egli può stupirci come e quando vuole: Egli tutto può fare. E potremo trovarci addosso croci di catastrofi naturali anche, se possibile, più pesanti di quelle del Diluvio.
Fra l'altro, visto …More
;-) :-D Tranquillo amico mio :-) Un nuovo Diluvio per certo non accadrà perché l'Onnipotente ci ha così rivelato, ed Egli non mentisce.
Ma per tutto ciò che Egli non ci ha rivelato essere sempre impossibile, Egli può stupirci come e quando vuole: Egli tutto può fare. E potremo trovarci addosso croci di catastrofi naturali anche, se possibile, più pesanti di quelle del Diluvio.
Fra l'altro, visto che qui stiamo commentando in diversi utenti che trovano interessanti le asserite rivelazioni private alla Valtorta, ricordo uno dei tanti chiarimenti che Gesù le avrebbe dato sui criteri di giusto Castigo Divino già sulla terra:
Gesù le avrebbe rivelato che in un dato luogo e tempo SE i giusti fossero DI PIù degli empi, mai Egli permetterebbe disastri generalizzati che provocassero immeritate sofferenze ai giusti.
Quando però gli empi sono la maggioranza, anche i giusti possono essere coinvolti nel castigo terreno (acquistando però meriti che verranno giustamente compensati in eterno): e questo corrisponde alla esperienza che tutte le generazioni umane hanno avuto.

Di questi tempi mi viene da sorridere quando vedo bravi cristiani, laici o chierici, dotti, devoti che con certezza dichiarano che X (dove X è qualcosa di molto spiacevole quando non drammatico) non è accaduto mai potrà accadere perché non è mai accaduto prima, perché nessun dottore della Chiesa lo aveva ipotizzato, perché non è esplicitamente previsto nei canoni in vigore, ecc. : vogliono limitare Dio oltre quanto Dio stesso, per Sua sovrana decisione, ci ha rivelato di volersi autolimitare.
Da tempo mi viene al riguardo spesso da pensare come sopra ha fatto @Massimo M.I. : mi vengono in mente i sacerdoti e i dottori della legge in Israele ai tempi di N.S. Gesù che sostenevano che le Sue opere non potevano venire da Dio perché uscivano da certi schemi cultuali e dottrinali che per secoli in Israele gli uomini potenti, fossero stati anche in buona fede, avevano arbitrariamente estrapolato dalla antica Rivelazione.
alda luisa corsini likes this.
Tempi di Maria and 2 more users like this.
Tempi di Maria likes this.
Sempliciotto likes this.
Testimone82 likes this.