L’Italia frana e si allaga. Ma il vero dissesto è politico e culturale

L’Italia frana e non solo metaforicamente. I numeri sono drammatici: secondo l’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, negli ultimi tre anni il nostro Paese è stato …
nolimetangere and 2 more users like this.
nolimetangere likes this.
Christoforus78 likes this.
ricgiu likes this.
La più grave causa dei dissesti idrogeologico è il totale abbandono dell'uso del suolo a favore dell'occupazione cementificata: il cemento non drena, non crea ostacoli alla precipitazione dei materiali corrosi dalle acque meteoriche e allo stesso tempo impedisce al terreno naturale di esercitare queste due azioni fondamentali. Aggiungiamo il disboscamento e l'abbandono della cura dei boschi, la …More
La più grave causa dei dissesti idrogeologico è il totale abbandono dell'uso del suolo a favore dell'occupazione cementificata: il cemento non drena, non crea ostacoli alla precipitazione dei materiali corrosi dalle acque meteoriche e allo stesso tempo impedisce al terreno naturale di esercitare queste due azioni fondamentali. Aggiungiamo il disboscamento e l'abbandono della cura dei boschi, la diminuzione di suolo dedicato ad attività di coltivazione (soprattutto sui versanti appenninici) e la terziarizzazione dell'economia, centrata sulla finanza e sui servizi, piuttosto che sulla produzione.
I profili lavorativi e di studio e controllo (monitoraggio e azione economico-politica) di questi ambiti sono assai trascurati, ed una volta erano uno dei tanti nostri fiori all'occhiello.

Abbiamo abbandonato la terra (non la madre terra) e lei non vuole proprio farsene una ragione...