11:27

L'incredibile profezia di Padre Pio! – Vedremo il Trionfo del Cuore Immacolato? [Video]

L’episodio che vi voglio raccontare mi è stato "passato" da un figlio spirituale di San Pio da Pietrelcina e avvenne intorno agli anni '60, poco più ma non poco meno (si sarà attorno al ‘63/’64) …More
L’episodio che vi voglio raccontare mi è stato "passato" da un figlio spirituale di San Pio da Pietrelcina e avvenne intorno agli anni '60, poco più ma non poco meno (si sarà attorno al ‘63/’64) durante il consueto appuntamento vespertino sulla veranda del convento dei frati Cappuccini di San Giovanni Rotondo...
TEMPI DELL’APOCALISSE

Anche se come dice la Parola di Dio per quanto riguarda i tempi: “Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre” (Mt 24, 36) Gesù e Maria, nella loro grande Bontà ci indicano i segni.
“Dio non fa niente senza rivelare i suoi segreti ai suoi servi i profeti” (Amos 3:7). Ed è così, Dio avverte …More
TEMPI DELL’APOCALISSE

Anche se come dice la Parola di Dio per quanto riguarda i tempi: “Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre” (Mt 24, 36) Gesù e Maria, nella loro grande Bontà ci indicano i segni.
“Dio non fa niente senza rivelare i suoi segreti ai suoi servi i profeti” (Amos 3:7). Ed è così, Dio avverte sempre. Per questo motivo, i grandi eventi che hanno trascendenza e importanza per tutta l’umanità sono stati precedentemente annunciati tanto nelle Sacre Scritture quanto attraverso molti profeti e veggenti dei nostri tempi.
Gesù prima e la Madonna e i Veggenti adesso, ci hanno indicato chiaramente attraverso i segni che stiamo vivendo (apostasia, scisma della Chiesa, il falso profeta, la massoneria finanziaria e quella ecclesiastica) in che periodo siamo. E la profezia di Padre Pio ne è un ulteriore conferma.
Però attenti, perchè il periodo più terribile avverrà solo dopo che avverrà il grande Segno come ultimo e Grande Avvertimento (che smuoverà le coscienze di ognuno di noi), di cui si è parlato a Međugorje e in tantissimi Messaggi della Madonna dati a tanti veggenti passati e presenti (Vedi: San Edmundo S. J., don Stefano Gobbi, Beata Elena Aiello, Madre Elena Leonardi, Catalina Rivas, Fra’ David Lopez, Maria Giulia Jahenny, Maria Esperanza Bianchini, Amparo Cuevas, la Beata Ana María Taigi, veggente di Medjugorje Mirjana Dragicevic, Rosa Quattrini, María Esperanza, Heede, JNS Ren Dozulé, Testigos de la Cruz, Conchita González a Garabandal ecc.).

Vediamo cosa ci indica N.S.G.C. alla Mistica maria Valtorta.

Maria Valtorta - Quaderni 27/08/1943 Cap. 103
La seconda guerra mondiale è stato il tempo dei precursori dell’Anticristo.
Poi verrà il periodo dell’Anticristo che è il precursore di Satana. Questo periodo si svolgerà nei primi anni del terzo millennio.
La Massoneria finanziaria e quella ecclesiastica si uniranno in favore di Satana. Sarà un periodo peggiore di tutti i precedenti. Percossi dallo stupore delle sette piaghe e della caduta di Babilonia, Satana sarà vinto e rinchiuso per mille anni.
Dopo verrà il periodo di Pace di circa mille anni. Così si realizzerà il progetto che Dio aveva fin dal principio per questa terra.
L’epoca anticristiana assurgerà alla sua massima potenza alla sua terza manifestazione (prima della Fine del Mondo), ossia quando vi sarà l’ultima venuta di Satana, che sarà liberato dopo mille anni, e che raccoglierà tutti i suoi adoratori dai quattro angoli della terra. Saranno più numerosi della rena del mare. (Per la fine del mondo, vedi Quaderni 22/08/1943).

13/05/1990
A Don Stefano Gobbi è stato detto: “Non mi è stata consacrata la Russia dal Papa con tutti i Vescovi e così essa non ha avuto la Grazia della conversione ed ha diffuso i suoi errori in tutte le parti del mondo, provocando guerre, violenze, rivoluzione sanguinose, persecuzioni alla chiesa ed al santo Padre.
Satana è stato il dominatore incontrastato sulle vicende di questo vostro secolo, portando l’umanità intera al rifiuto di Dio e della sua Legge d’Amore. La Chiesa, come annunciato nel Mio terzo segreto di Fatima, conoscerà l’ora della sua più grande apostasia, l’uomo iniquo si introdurrà al suo interno e siederà nel Tempio stesso di Dio, mentre il piccolo resto che rimarrà fedele sarà sottoposto alle più grandi prove e persecuzioni”.

31/12/1992
A Don Stefano Gobbi è stato detto: "...voglio aiutarvi a comprendere i segni descritti nella Divina Scrittura, che indicano ormai vicino il suo glorioso ritorno. Questi segni sono chiaramente indicati dai Vangeli, dalle Lettere di S. Pietro e di S. Paolo, e si stanno realizzando in questi anni.
- Il primo segno
è la diffusione degli errori, che portano alla perdita della fede ed all'apostasia. Questi errori vengono propagati da falsi maestri, da celebri teologi che non insegnano più le verità del Vangelo, ma perniciose eresie, basate su errati ed umani ragionamenti. È a motivo dell'insegnamento degli errori che si perde la vera fede e si diffonde ovunque la grande apostasia.
«Fate attenzione e non lasciatevi ingannare. Perché molti cercheranno di ingannare molta gente. Verranno falsi profeti ed inganneranno moltissimi». (Mt. 24, 5-9).
«Il giorno del Signore non verrà prima che ci sia stata la grande apostasia». (2 Ts. 2, 3).
«Verranno tra voi falsi maestri. Essi cercheranno di diffondere eresie disastrose e si metteranno perfino contro il Signore che li ha salvati. Molti li ascolteranno e vivranno, come loro, una vita immorale. Per colpa loro, la fede cristiana sarà disprezzata. Per il desiderio di ricchezza, vi imbroglieranno con ragionamenti sbagliati». (2 Pt. 2, 1-3).
- Il secondo segno è lo scoppio di guerre e di lotte fratricide, che portano al predominio della violenza e dell'odio ed a un generale raffreddamento della carità, mentre si fanno sempre più frequenti le catastrofi naturali come epidemie, carestie, inondazioni e terremoti.

«Quando sentirete parlare di guerre, vicine o lontane, non abbiate paura; bisogna che ciò avvenga. I popoli combatteranno l'uno contro l'altro, un regno contro un altro regno. Ci saranno carestie e terremoti in molte regioni. Tutto questo sarà solo l'inizio di sofferenze più grandi. Il male sarà tanto diffuso che l'amore di molti si raffredderà. Ma Dio salverà chi resisterà sino alla fine». (Mt. 24, 6-12).
- Il terzo segno è la sanguinosa persecuzione di coloro che si mantengono fedeli a Gesù ed al suo Vangelo e permangono forti nella vera fede. Frattanto il Vangelo viene predicato in ogni parte del mondo. Pensate, figli prediletti, alle grandi persecuzioni cui viene sottoposta la Chiesa ed allo zelo apostolico degli ultimi Papi, sopratutto del mio Papa Giovanni Paolo II, nel portare a tutte le nazioni della terra l'annuncio del Vangelo.
«Voi sarete arrestati, perseguitati ed uccisi. Sarete odiati da tutti per causa mia. Allora molti abbandoneranno la fede; si odieranno e si tradiranno l'un l'altro. Intanto il messaggio del regno di Dio sarà annunciato in tutto il mondo; tutti i popoli dovranno sentirlo. E allora verrà la fine». (Mt. 24, 9-10).
- Il quarto segno è l'orribile sacrilegio, compiuto da colui che si oppone a Cristo, cioè dall'anticristo. Entrerà nel tempio santo di Dio e siederà sul suo trono, facendosi adorare lui stesso come Dio.
«Costui verrà a mettersi contro tutto ciò che gli uomini adorano e chiamano Dio. Il malvagio verrà con la potenza di Satana, con tutta la forza di falsi miracoli e di falsi prodigi. Userà ogni genere di inganno maligno per fare del male». (2 Ts. 2, 4-9).
«Un giorno vedrete nel luogo santo colui che commette l'orribile sacrilegio. Il profeta Daniele ne ha parlato. Chi legge cerchi di comprendere». (Mt. 24, 15).
Figli prediletti, per capire in che cosa consiste questo orribile sacrilegio, leggete quanto viene predetto dal profeta Daniele.
«Va, Daniele, queste parole sono nascoste e sigillate sino al tempo della fine. Molti saranno purificati, resi candidi, integri, ma gli empi continueranno ad agire empiamente. Nessuno degli empi intenderà queste cose, ma i saggi le comprenderanno. Ora, dal tempo in cui sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della desolazione, ci saranno milleduecentonovanta giorni. Beato chi aspetterà con pazienza e giungerà a milletrecentotrentacinque giorni». (Dn. 12, 9-12).
La Santa Messa è il sacrificio quotidiano, l'oblazione pura che viene offerta al Signore in ogni parte, dal sorgere al tramonto del sole. Il sacrificio della Messa rinnova quello compiuto da Gesù sul Calvario. Accogliendo la dottrina protestante, si dirà che la Messa non è un sacrificio, ma solo la sacra cena, cioè il ricordo di ciò che Gesù fece nella sua ultima cena. E così verrà soppressa la celebrazione della santa Messa. In questa abolizione del sacrificio quotidiano consiste l'orribile sacrilegio compiuto dall'anticristo, la cui durata sarà di circa tre anni e mezzo, cioè di milleduecentonovanta giorni.
- Il quinto segno è costituito da fenomeni straordinari, che avvengono nel firmamento del cielo.
«Il sole si oscurerà, la luna perderà il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze del cielo saranno sconvolte». (Mt. 24, 29).
Il miracolo del sole, avvenuto a Fatima durante la mia ultima apparizione, vuole indicarvi che siete ormai entrati nei tempi in cui si compiranno questi avvenimenti, che vi preparano al ritorno di Gesù nella gloria.
«Allora si vedrà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo. Tutti i popoli della terra piangeranno, e gli uomini vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nubi del cielo, con grande potenza e splendore». (Mt. 20, 40).
Miei prediletti e figli consacrati al mio Cuore Immacolato, vi ho voluto ammaestrare su questi segni, che Gesù nel suo Vangelo vi ha indicati, per prepararvi alla fine dei tempi, perché essi si stanno realizzando nei vostri giorni".

Nostra Signora nel 1988 ha detto a don Stefano Gobbi che avremmo avuto davanti un periodo di dieci anni, dieci anni decisivi: "...In questo periodo di dieci anni si compirà il tempo della grande tribolazione, che vi è stata predetta dalla divina Scrittura, prima della seconda venuta di Gesù. In questo periodo di dieci anni si manifesterà il mistero di iniquità, preparato dalla diffusione sempre più grande della apostasia.
In questo periodo di dieci anni si realizzeranno tutti i segreti che Io ho rivelato ad alcuni miei figli e si compiranno tutti gli avvenimenti che vi sono stati da Me predetti". (18 Settembre 1988, messaggio della Madonna)

Sempre a Don Stefano Gobbi è stato detto: “La Croce Luminosa, che si distenderà da oriente ad occidente ed apparirà nel cielo, sarà il segno del ritorno di Gesù nella gloria... La Croce Luminosa, che apparirà nel cielo alla fine della purificazione e della grande tribolazione, sarà la porta che apre il lungo e tenebroso sepolcro in cui giace l'umanità, per condurla nel nuovo regno di vita, che Gesù porterà col suo glorioso ritorno". (1 aprile 1994, messaggio della Madonna)

29/09/1995
Sempre a Don Stefano Gobbi è stato detto: "Unisco i dolori del mio Cuore a tutte le sofferenze dei buoni, che portano con pazienza la croce di questi tempi della grande tribolazione. I dolori dei poveri e degli sfruttati, dei piccoli e degli emarginati, dei peccatori e dei lontani, degli ammalati e dei disperati, degli abbandonati e degli oppressi sono raccolti nel giardino del mio materno patire ed offerti alla divina Giustizia in segno di riparazione e di perenne intercessione".
Per la risposta che ovunque ricevo da questi Miei piccoli bambini. Io intervengo ad abbreviare i tempi della grande prova così dolorosa per voi. Quante volte sono intervenuta per spostare sempre più nel tempo, l’inizio della grande prova, per la purificazione di questa povera umanità, ormai posseduta e dominata dagli Spiriti del male. I tempi saranno abbreviati perché la grande lotta che si combatte fra Dio e il suo Avversario è soprattutto a livello di Spiriti ed avviene al di sopra di voi.

(Nota Mia: i tempi qui indicati si sono evidentemente rinviati e gli eventi annunciati sono stati spostati grazie all'intercessione della Madonna (con il contributo decisivo delle preghiere dei suoi figli) la quale in numerosi messaggi, provenienti da ogni parte del mondo, afferma di essere stata lei in più occasioni a fermare il braccio di suo figlio che vorrebbe castigare il mondo).

15/08/1996
In effetti a Don Stefano Gobbi è stato detto: “Come Mamma sono accanto a voi ad intercedere per voi. E faccio scendere dal Mio Cuore Immacolato le Grazie che vi sono necessarie, per camminare con Me sulla dolorosa strada di questi ultimi tempi. .....sono ancora riuscita a spostare nel tempo il castigo decretato dalla divina Giustizia, per una umanità che è diventata peggiore di quella del tempo del diluvio”.

Nei Messaggi della Madonna di Anguera, è precisamente nel messaggio n° 2.532 - 05.06.2005 la Madonna ci dice chiaramente che in un certo giorno succederà un qualcosa di Malefico molto evidente:
“Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata”.
[6 - giugno San Norberto – Il Santo in questione fu testimoniato proprio da Pedro Regis a Don Leonardo Maria Pompei]
(Nota mia – io credo che la data esatta sia il 06/06/2022 che corrisponde al 666. Un'altra data poco probabile potrebbe essere 06/06/2031)


Se è pur vero che i tempi di Dio sono diversi da quelli dell’uomo e che come dice San Pietro: “Una cosa però non dovete perdere di vista, carissimi: davanti al Signore un giorno è come mille anni e mille anni come un giorno solo”. (2Pietro 3, 8)
E’ però anche vero come dice il Signore, di stare attenti ai segni dei tempi: “Quando si fa sera, voi dite: Bel tempo, perché il cielo rosseggia; e al mattino: Oggi burrasca, perché il cielo è rosso cupo. Sapete dunque interpretare l'aspetto del cielo e non sapete distinguere i segni dei tempi?” (Mt 16, 2-3)
Gian0
Uno dei segni di questi tempi diabolici è tipicamente la commistione di veri veggenti e profeti, con grandi ciarlatani e falsi profeti: la Confusione.

La Chiesa in crisi non ha la forza di condannare questi seminatori di gramigna, come ha fatto con i ciarlatani di Garabandal, o con la condanna delle opere della valStorta ("una vita di Gesù malamente romanzata" cit. La condanna appioppata …More
Uno dei segni di questi tempi diabolici è tipicamente la commistione di veri veggenti e profeti, con grandi ciarlatani e falsi profeti: la Confusione.

La Chiesa in crisi non ha la forza di condannare questi seminatori di gramigna, come ha fatto con i ciarlatani di Garabandal, o con la condanna delle opere della valStorta ("una vita di Gesù malamente romanzata" cit. La condanna appioppata giustamente dal Sant'Uffizio)

Ad esempio con quei grandissimi ciarlatani figli di satana dei falsi veggenti di medjugorie e coi fratacchioni disobbedienti e sospesi a divinis per cosucce come i peccati Contra Sestum, con questa vergogna globale, la Chiesa di Roma è sempre stata timida nel ratificare la sonora condanna della diocesi locale.

Per questo un serio studioso delle profezie Cattoliche deve prendere in considerazione SOLO le profezie Riconosciute ufficialmente dalla Chiesa. O almeno quelle non condannate, nemmeno dal vescovo ordinario locale, che ha piena potestà di giudizio (naturalmente non ci riferiamo all'operazione ambigua con cui bergoglio sta favorendo i pellegrinaggi a medjugorie, in piena coerenza (fra servi del diavolo ci si appoggia).

Altrimenti, regnerà solo la Confusione.
Gian0
Ottima analisi, a fine video. È proprio così: per la fine del mondo e il Giudizio Universale ci vuole ancora molto tempo. Tra i vari profeti cattolici, su tutti lo conferma lo stesso padre Pio, come riporta don Nello Castello: disse: "Non siamo ancora a metà". Attenzione: non fate calcoli basati sulle teorie menzognere della "Terra antica" miliardi di anni. No. I santi mistici e su tutti padre …More
Ottima analisi, a fine video. È proprio così: per la fine del mondo e il Giudizio Universale ci vuole ancora molto tempo. Tra i vari profeti cattolici, su tutti lo conferma lo stesso padre Pio, come riporta don Nello Castello: disse: "Non siamo ancora a metà". Attenzione: non fate calcoli basati sulle teorie menzognere della "Terra antica" miliardi di anni. No. I santi mistici e su tutti padre Pio ci riportano che Gesù nacque dopo "40 secoli" di attesa, e dunque 4000 anni dopo che Dio promise la sconfitta del serpente infernale da parte della Stirpe della Donna immacolata.

Quindi, oltre 6000 anni ci separano dalla fine dei giorni e del mondo.

C'è invece un certo dibattito basato su Apocalisse di san Giovanni, riguardo l'anticristo finale e la Parusia, se verranno negli ultimi giorni o prima. Il compianto padre Gruner, di FatimaTV, ne parla.

San Giovanni parla di una "prima resurrezione" dei santi, e di un regno lungo, ma non ancora eterno (i letterali o simbolici "mille anni").

Tutto questo a sconfitta della Bestia avvenuta. Quindi, incrociando con san Paolo ai Tessalonicesi, con la venuta visibile del Signore, che "distruggerà l'Empio col soffio delle Sue labbra".

È un tema molto complesso e misterioso, quello della tempistica del Ritorno visibile del Signore.

L'importante è che il Suo Regno Sociale, per Maria, si sostituisca presto a questa società perduta e diabolica!

Abbiamo 2 figli, di 12 mesi e l'altro di 2 settimane e non vogliamo che crescano in questo mondo così com'è ora!

Ave Maria!
Tempi di Maria likes this.
Grazie della bella analisi
Gian0 likes this.
fasoms likes this.
Ermasteo and 4 more users like this.
Ermasteo likes this.
nolimetangere likes this.
Anto Med likes this.
lu io likes this.