Clicks66

Per i gay pride l'oscenità è un vanto. E lo stato ci costringe a finaziarli

Chi vuol fare un Pride lo faccia a spese proprie e senza patrocini pubblici. A questo indirizzo www.gay.it/…/difesa-pride-os… potete trovare l’articolo di gay.it dove si spiega la necessità dei Pride…More
Chi vuol fare un Pride lo faccia a spese proprie e senza patrocini pubblici.

A questo indirizzo

www.gay.it/…/difesa-pride-os…
potete trovare l’articolo di gay.it dove si spiega la necessità dei Pride di essere osceno.

Pride vuol dire orgoglio, che in teoria è uno dei sette peccati capitali. Gay . il spiega che il Pride deve essere osceno: DEVE: Controllando sui dizionari, osceno vuol dire “qualcosa che offende la morale pubblica” , e anche “molto brutto, orribile”. Il Pride discrimina una maggioranza, la cui morale sarà offesa, per stessa ammissione di gay.it, e una minoranza cui viene riconosciuto il diritto statale di offendere la morale altrui. Se l’irrisione riguarda Gesù Cristo e la Madonna, si ha un’offesa di una religione, offesa che rientra nella libertà di parole e espressione se è fatta a spese proprie, ma viola l’articolo 3 della costituzione se è statale. Una discriminazione gravissima nei confronti dei credenti, una violazione dell’articolo 3 della costituzione.

L’osceno statale, finanziato col denaro pubblico, con beneplacito di sindaci e governi, quindi offende la nostra morale e ci costringe a subire un’offesa della nostra morale.

L’osceno può avere un suo significato anche epico ed estetico se è trasgressione. Nel momento in cui è imposto dallo stato è una violenza intollerabile alle persone comuni, quelle come me con una morale comune, che viene obbligatoriamente offesa dai Pride. (Vedere appunto gay.it). Not with my money.

L’ Istituto superiore di sanità ci informa che dopo i grandi Pride internazionali abbiamo dei picchi di epatite A. qui avete il link dello studio

www.epicentro.iss.it/epatite/EpatiteAMsm

I ricercatori raccomandano di vaccinare tutta la popolazioni a rischio, gli MSM ( uomini che fanno sesso con uomini) contro l’epatite A. Mi pare di ricordare dall’ esame di Igiene che la prevenzione dovrebbe essere evitare il comportamento a rischio, anche perché se è un comportamento è a rischio per l’epatite A, è a rischio anche per tutte le patologie a trasmissione orofecale. Che siano i Pride incoraggiati da personaggi politici e finanziati con denaro pubblico, dato che è dimostrato che aumentano l’epidemiologia, è contrario a ogni linea etica di uno stato democratico. La base della democrazia sono i soldi: uno stato democratico rende conto ai cittadini di come ha speso i loro soldi. Una dittatura se ne frega, non rende conto a nessuno e sperpera il denaro per le proprie linee ideologiche. Tutte le volte che si sentono le parole “ denaro pubblico” si sta parlando del denaro sottratto ai cittadini con le tasse. Non esiste altro denaro pubblico. Not with my money.

I pride sono inoltre profondamente sessisti. La presenza femminile è irrisoria rispetto a quella maschile. Un qualsiasi finanziamento a una manifestazione che non sia rigidamente divisa al 50% tra maschi e femmine è discriminatoria. Nei Pride c’è un’irrisione fatta dai maschi della femminilità. Molti deridono in maniera estremamente aggressiva l’estetica, l’intimità, la sessualità femminile e anche la maternità. Non deve essere fatto con il denaro pubblico E soprattutto il Pride pubblicizza la pratica delle madri surrogate, una forma di schiavismo delle donne, vietato dallo stato. Il dolore della terribile sindrome da iperstimolazione ovarica, il dolore di gravidanza e parto “per altri” venduti per denaro sono una sfruttamento del corpo della donna. La gravidanza non può essere per altri, un bambino non può essere ceduto per denaro, ha diritto a vivere con sua madre, ha diritto ad avere una madre. Not with my money.

Quindi : basta discriminazioni , basta sostegno pubblico ai Pride.

Not with my money.

www.silvanademaricommunity.it/…/l-oscenita-al-p…
Sono profondamente disgustata. Perché non siano solo parole che cosa si può fare ?
Bisogna cambiare la legge sui patrocini. I parlamentari conoscono bene il problema.

Anche le Multinazionali foraggiano il gay pride.
Cioè in pratica, uno come me, che cosa può fare? Forse, solo quando si tratta di votare, capire e scegliere bene...
mrsilvia likes this.