Clicks322
paganino
1

Il verginale sdegno degli zombie del potere – di Paolo Deotto

By Riscossa Cristiana On 1 febbraio 2014 · Add Comment
Ricominceremo dalle macerie. E se questa volta i cattolici (ce ne sono ancora) non si daranno una sveglia, sarà inutile anche ricominciare dalle macerie. Ma se i cattolici si daranno una sveglia, si ricorderanno che l’unico Stato che può reggere è quello governato dalla regalità di Cristo, che i governanti non sono al potere per “creare”, bensì per garantire il bene dei cittadini, che è assicurato solo dal riconoscimento pieno e totale della regalità di Cristo, se i cattolici finalmente dimostreranno di essere veri uomini, allora si potrà ricominciare. Precisazione non fuori luogo (visti i tempi che corrono): i cattolici sono i laici credenti, ma anche i Pastori, che hanno alcuni non piccoli obblighi.
di Paolo Deotto
.
La cosiddetta democrazia celebra festosamente i suoi funerali, che poi sono, caso davvero curioso, i funerali di un cadavere già morto da tempo e nemmeno custodito in cella frigorifera. Ma c’era chi evidentemente non avvertiva la puzza. Dovremmo scandalizzarci perché i “Grillini” hanno fatto alla Camera una scenata? No davvero. Se i grillini rappresentano il basso livello della politica, l’urlacchio da stadio che non riesce ad avere un minimo di autocontrollo, tanti altri, a partire da Sua Altezza Serenissima la Presidentessa, rappresentano quel potere che da tempo si avvita su sé stesso, che si autocelebra, che è completamente lontano da un Paese che sta morendo.
I grillini hanno oltraggiato le sacre istituzioni? Ma per piacere, siamo seri! Lasciamo perdere anzitutto la sacralità, che appartiene a ben più alte sfere, e andiamo a guardare in faccia la realtà. Il vecchio comunista Napolitano dice che lui è sereno circa le accuse che gli vengono fatte (certo che è sereno. In ogni caso, ne uscirà bene perché già sa che chi lo giudicherà è dalla sua parte, la stessa che in questi anni lui ha sempre favorito, alla faccia del “super partes”…); poi si accorge, dopo due anni, dicasi due anni, che i nostri militari sequestrati dal regime delle vacche sacre forse stanno subendo un’ingiustizia. Formidabile! Davanti al modo schifoso con cui due governi (entrambi voluti da lui, ordinconto UE & complici vari) hanno lasciato due nostri soldati in balìa di un paese inaffidabile e arretrato, lui ci mette due anni per accorgersi che il comportamento degli indiani è “sconcertante”. Ha i riflessi lenti. Chissà, prima o poi si accorgerà anche che grazie a un suo rifiuto di firmare un decreto legge il 9 febbraio 2009 Eluana Englaro fu assassinata.
Ora un grillino ha dato del “boia” a questo signore. Ha fatto bene? No di certo, perché si è espresso come un incontrollato ragazzotto. Ma per favore, piantiamola di sdegnarci come se si fosse detta una bestemmia.
La signora Boldrini Laura è turbata perché la sacra Camera è stata profanata e sono volati anche insulti “sessisti”? Ma sia seria! Si ricordi che da quando siede su quella poltrona, ha sempre fatto politica di parte, infischiandosene del dovere di un presidente di assemblea di essere “super partes”, ergo di non prendere posizioni di parte, infischiandosene del suo dovere di garantire a tutti (a tutti) la possibilità di parlare.
Ma infine, in questa assemblea di semidei, che volano sopra l’indigenza di un intero popolo continuando a tenere stretti i loro privilegi, che hanno appena votato leggi oscene e contro natura, appare davvero grottesco scandalizzarsi perché c’è chi usa un linguaggio da osteria e comportamenti in linea col linguaggio. Anni fa mi raccontò un amico avvocato di un tale, in carcere per omicidio, con condanna definitiva, che querelò un giornalista che l’aveva definito “assassino”. Trovò i giudici che gli diedero ragione, perché lui poteva essere chiamato “omicida”, avendo subito una condanna definitiva per omicidio, ma non “assassino”, perché parola diffamante. Pazzesco, vero?
E non è altrettanto pazzesco il verginale sdegno per i comportamenti e le parole dei grillini? Questi non rappresentano che l’evoluzione di un sistema marcio e bacato, simile a quegli alberi che vengono corrosi all’interno dai parassiti e poi, quando sono ormai tronchi vuoti, si schiantano al suolo.
No, non riusciamo a scandalizzarci per una Camera trasformata in un’arena in cui è difficile distinguere i tori dai toreri. E per favore non veniteci a parlare di attentato alla “democrazia”.
È democratico uno Stato in cui la quasi totalità della legislazione si fa per decreto? È democratico uno Stato che ha venduto la sua dignità alle centrali mondialiste del potere? È democratico uno Stato che può venire a ficcare il naso negli affari privati dei cittadini, a sindacare su ogni lira spesa? È democratico uno Stato che assassina il lavoro con una tassazione esorbitante? E soprattutto è democratico uno Stato che, mentre tutto va a rotoli, si preoccupa di legiferare su omosessualità, transessualità, bisessualità e altre mille schifezze, imponendoci di accettarle per belle e buone?
Napolitano è preoccupato, Boldrini è sdegnata, intanto Letta straparla di ripresa mentre crescono fame, disoccupati e debito pubblico, la giustizia è ormai un miraggio, la moralità (quella vera) è polverizzata. Intanto qualche centinaio di signori, che orbitano intorno alla Terra nella loro astronave chiamata Camera dei Deputati o Senato si accapigliano. Che ce ne frega?
Nulla. Si facciano pure le più belle leggi elettorali e mandiamo un’atra infornata di zombie sulle astronavi. Intanto l’Italia muore, ma questo non preoccupa gli sdegnati custodi di quelle “istituzioni” a cui loro stessi hanno tolto ogni credibilità.
Ricominceremo dalle macerie. E se questa volta i cattolici (ce ne sono ancora) non si daranno una sveglia, sarà inutile anche ricominciare dalle macerie. Ma se i cattolici si daranno una sveglia, si ricorderanno che l’unico Stato che può reggere è quello governato dalla regalità di Cristo, che i governanti non sono al potere per “creare”, bensì per garantire il bene dei cittadini, che è assicurato solo dal riconoscimento pieno e totale della regalità di Cristo, se i cattolici finalmente dimostreranno di essere veri uomini, allora si potrà ricominciare. Precisazione non fuori luogo (visti i tempi che corrono): i cattolici sono i laici credenti, ma anche i Pastori, che hanno alcuni non piccoli obblighi.
Buona fortuna agli zombie e ai loro prossimi pugilati nei sacri palazzi del potere. Quanta formaldeide è ancora disponibile?
Massimo79
Ottimo articolo, pienamente condivisibile, sia nell'analisi, che nella proposta.