Clicks1.8K

Cuore da coniglio o cuore da cristiano? Svegliamoci!

Preziosa meditazione su Sacro Cuore di Gesù del Padre Stefano Maria Manelli, Fondatore dei Francescani dell'Immacolata

CUORE CORAGGIOSO

A proposito del coraggio, san Cipriano scriveva: «Lottando contro l’avversità si mostra il vero coraggio in tutta la sua luce». Un cuore coraggioso è un cuore lottatore. Soltanto chi affronta la lotta, chi mette a rischio se stesso, chi non teme di soccombere, dimostra il coraggio intrepido dell’eroe. Così Gesù ci ha dimostrato di avere un Cuore co-raggioso fino all’eroismo.

Egli sapeva bene quale sorte lo aspettava sulla ter-ra, eppure disse al Padre senza esitazione: «Ecco, io vengo» (Eb 10,9). Egli sapeva bene che gli sarebbe toccato soffrire dalla culla alla tomba, perché la sofferenza è il prezzo dell’espiazione del peccato. Eppure egli accettò, anzi volle questo cammino di sofferenze per amore del Padre e per amor nostro.

Egli sapeva bene di quale morte ignominiosa gli uomini l’avrebbero fatto morire, straziandolo e dissanguandolo in maniera disumana. Eppure accettò con cuore intrepido ogni abominio, perché «senza effusione di sangue non c’è redenzione» (Eb 9,22). Egli sapeva bene che restando fra noi nel Santissimo Sacramento dell’altare avrebbe patito tanti maltrattamenti, disprezzi, abbandoni, sacrilegi. Eppure non ha indietreggiato, ma ha tenuto fede coraggiosamente alla sua parola di fedeltà immutabile a noi suoi redenti.

Il coraggio intrepido del Cuore di Gesù! È il coraggio di chi ama fino in fondo, senza riserve, rischiando e perdendo tutto per colui che ama. Pensiamo al cuore coraggioso dei Santi, fedeli seguaci di Gesù: gli Apostoli, i Martiri, i Missionari, i Confessori, le Vergini...; cuori pieni di amore ardente e audace, coraggioso e forte. Negli Atti degli Apostoli è scritto che i primi Apostoli, lungi dal temere le persecuzioni e le sofferenze, «andavano gioiosi di essere oltraggiati per il nome di Gesù» (At 5,41).

Ognuno di essi poteva ripetere con il Salmista: «Se contro di me si accampa un esercito, il mio cuore non trema» (Sal 26,3). Il beato Piergiorgio Frassati era un giovane ardimentoso nelle scalate spirituali e materiali. Gli piaceva molto la montagna; si appassionava a scalare le vette alpine. Una volta venne fotografato mentre si arrampicava coraggiosamente su una cima rocciosa. Appena vide questa sua fotografia, egli vi scrisse sotto: Excelsior! Più in alto! Le aspirazioni più alte del cuore vanno ben oltre le vette dei monti.

Continua a leggere qui:

telegra.ph/…DA-CONIGLIO-O-CUORE-DA-CRISTIANO-SVEGLIAMOCI-06-10

__________

PS | Invito tutti ad iscriversi al canale telegram di Tempi di Maria nato per poter continuare a condurre con maggior libertà la buona battaglia della diffusione della verità, anche riguardo a quei temi oggi più osteggiati e censurati: t.me/tempidimaria
Kiakiar
I / le consacrati/ e alla Vergine devono rifulgere di un santo coraggio perche Ella fu coraggiosissima nel patire con Gesù e offrirlo sull' altare della Croce a Dio Padre per la nostra Redenzione . Essi dovrebbero essere il prolungamento delle braccia materne di Maria che in mezzo alle spine di questo mondo vogliono stringere in un tenero abbraccio tutte le anime attorno al Suo petto , per …More
I / le consacrati/ e alla Vergine devono rifulgere di un santo coraggio perche Ella fu coraggiosissima nel patire con Gesù e offrirlo sull' altare della Croce a Dio Padre per la nostra Redenzione . Essi dovrebbero essere il prolungamento delle braccia materne di Maria che in mezzo alle spine di questo mondo vogliono stringere in un tenero abbraccio tutte le anime attorno al Suo petto , per avvicinarle sempre piu al Suo Cuore Immacolato, l' unica via che conduce al Cuore di Gesù. Noi siamo lo strumento di cui i Sacri Cuori si vogliono servire per distruggere il peccato nel mondo , ci abbiamo mai pensato?? Eh si ci vuole coraggio, coraggio nel farci violenza per guadagnare noi e far guadagnare ad altre anime il cielo. Coraggio nel cercare di avanzare nel cammino di fede, dopo le cadute , i ripensamenti, dopo l' aver indugiato e magari esser tornati indietro. La salita si sa è aspra, il sentiero da percorrere accidentato...Eppure abbiamo una missione da portare a termine ogni singolo giorno della nostra vita , da quando apriamo gl' occhi la mattina a quando li richiudiamo la sera; inseguire , custodire la grazia di Dio ed evitare il peccato. E se preghiamo Gesu, Maria , i santi, e l' angelo custode essi ci daranno una spinta per aiutarci ad arrivare in cima alla salita che porta alla santita e piu saremo santi piu ameremo e piu ameremo piu saremo simili ai nostri modelli divini. Ameremo molto Maria se amaremo molto suo Figlio , ossia se faremo di tutto per evitare di metterlo di nuovo in croce con i nostri peccati.
Un netto si alla grazia un netto no al compromesso con il male . E per dire di no al maligno, bisogna saperlo riconoscere anche quando si camuffera da angelo della luce con ispirazioni false e ingannevoli. Fedelta' alla direzione spirituale, confessione settimanale, preghiera costante, lettura della bibbia possibilmente accompagnata da letture devote di sicura ispirazione cattolica come meditazione quotidiana, ecco le armi per riconoscerlo e tenerlo alla larga. Essere apostolo dei Sacri Cuori infatti vuol dire: 1) non solo parlarne ma soprattutto cercare di agire con il loro stessi sentimenti. Con una carita universale verso tutti ; buoni e cattivi, dato che essi hanno sofferto e pregato per tutti, anche per i nemici di Gesù, 2) cercando di rompere ogni legame con il male, perche Egli ha patito anche per il piu piccolo dei peccati. Allora se gli vogliamo veramente bene , da oggi 11 Giugno 2021 solennità del Sacro Cuore, in poi, cerchiamo di non fare nessun peccato, e di riparare qualche nostra colpa con uno slancio piu ardente d' amore. Buona e santa solennita del Sacro Cuore di Gesu a tutti. ❤