demaita
2922

COVID Pro-Memoria al mio VESCOVO

Padre VESCOVO,
Circa i diritti fondamentali e costituzionali del cittadino (tra cui ci sono anche i sacerdoti…)
Riguardo all’allarme ingiustificato verso i non vaccinati;
Per chi l’avesse dimenticato, ricordo che:
1) -chi è sano e non ha contratto il Covid, essendo libero da Covid: NON CONTAGIA NESSUNO.
E’ una verità scientifica, sanitaria, universale, che ci è stata insegnata, e che abbiamo praticato tutti, fin da bambini.
2) -Riguardo alla BUGIA della cosiddetta IMMUNITA’ dei vaccinati,
ricordo che attualmente in Inghilterra ed Israele, col 90% dei cittadini che hanno già ricevuto la Terza Vaccinazione, ESSI CONTRAGGONO ANCORA IL COVID E DIVENTANO ANCORA CONTAGIOSI..
3) -Durante l’istallazione della dittatura comunista in Russia con Stalin, e della dittatura nazista in Germania con Hitler, c’era lo stesso clima di violazione dei diritti fondamentali-costituzionali che, col pretesto del Covid, i politici italiani globalizzatori instaurano ora anche in Italia, privando decine di milioni di cittadini del diritto costituzionale al lavoro per poter avere una fonte di reddito onesto per sé e per i propri familiari.
4) Nelle sacrestie si potrebbe mettere al massimo lo scanner per controllare le temperature frontali. Estromettere chi fa un servizio religioso se non ha il passaporto verde: è una violenza ingiustificata.
GRAZIE PER L’ATTENZIONE.
Don Andrea Mancinella
Vedete come adesso anche i miei confratelli sono sotto ricatto, anche in Italia. Ha cominciato la Diocesi di Milano, ora ha seguito subito quella di Firenze, più alcune altre più piccole in Toscana e in Umbria (mi sembra). Qualche vescovo ha minacciato non solo di cacciar via dalle parrocchie i riottosi, ma persino la loro sospensione 'a divinis', con chiaro abuso canonico e dottrinale.
Per ora …More
Vedete come adesso anche i miei confratelli sono sotto ricatto, anche in Italia. Ha cominciato la Diocesi di Milano, ora ha seguito subito quella di Firenze, più alcune altre più piccole in Toscana e in Umbria (mi sembra). Qualche vescovo ha minacciato non solo di cacciar via dalle parrocchie i riottosi, ma persino la loro sospensione 'a divinis', con chiaro abuso canonico e dottrinale.
Per ora quei sacerdoti resistono, pare, ma vi chiedo di pregare molto per loro.
Io, come eremita e per di più lontano dalla mia Diocesi (vivo in zona di montagna, in Sabina), la scampo, ma chi è in cura d'anime è attualmente sotto torchio. Ripeto, pregate molto per questi miei confratelli così duramente provati.
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
N.S.dellaGuardia
Inutile ringraziare perché non riceverà la minima attenzione, se non per ricevere maledizioni...