Clicks809
Massimo M.I.

Profezie e profeti

Giovanni Paolo II risponde a delle domande di un gruppo di giovani fedeli:
(a Fulda in Germania, nel 1981). Cos'è il terzo segreto di Fatima? Esso doveva venirepubblicato già nel 1960...

"Vista la gravità del contenuto del segreto di Fatima, per non incoraggiare la potenza mondiale del comunismo a compiere certe azioni (ingerenze)…i miei predecessori nella cattedra di Pietro hanno diplomaticamente preferito soprassedere alla pubblicazione (preferirono uno Relazione diplomatica). D'altronde può essere sufficiente a tutti i cristiani sapere che, se vi è un messaggio nel quale è detto che gli oceani inonderanno parti intere del mondo, e milioni di uomini periranno, da un minuto a un altro, non è veramente più il caso di desiderare la pubblicazione di questo messaggio segreto."

· Come andranno le cose con la Chiesa?

"Noi dobbiamo prepararci per subire, in un tempo non lontano, grandi prove che richiederanno a noi la disposizione di perdere anche la vita, e un abbandono totale di sé a Cristo, e per Cristo. Per mezzo della vostra preghiera e la mia, è possibile addolcire questa Tribolazione, ma non è più possibile allontanarla, poiché solo in questo modo, la Chiesa può essere rinnovata. Quante volte il rinnovamento della Chiesa si è realizzato nel sangue? Questa volta ancora, non sarà diversamente! Dobbiamo essere forti, dobbiamo prepararci, affidarci a Cristo e alla Sua Santissima Madre, ed essere assidui nella preghiera del Rosario."

"Dinanzi agli sconvolgimenti che scuotono qui e là i diversi Continenti, dinanzi al ritmo incalzante del sovvertimento di cose e di valori che insidiano le certezze e persino la vita delle nazioni, faccio mia la speranza di S. Agostino, dinanzi all'assalto dei Vandali alla città di Ippona, quando un gruppo allarmato di cristiani della sua chiesa lo cercò: "Non abbiate paura, cari figli! - li rassicurò il santo Vescovo - questo non è un mondo vecchio che si conclude, è un mondo nuovo che ha inizio". Una nuova aurora sembra sorgere nel cielo della storia, invitando i cristiani ad essere luce e sale di un mondo che ha enorme bisogno di Cristo, Redentore dell'uomo." (Lisbona 10.5.91 - Osservatore Romano 12.5.91)

Dai "profondi appelli soprannaturali" giunti da Fatima nel 1917 "molte cose cambieranno nel panorama europeo e mondiale [e] numerosi avvenimenti si verificheranno in questo secolo, specie negli ultimi anni." (Fatima, 13.5.91 - Avvenire, 14.5.91)

Parlando il 28.8.88 ad un gruppo di piloti dell'aeronautica e ringraziandoli per la loro collaborazione ai suoi viaggi apostolici nel mondo: "Si sta avverando la profezia di Gesù, che si legge nel capitolo 24 di S. Matteo: - Questo vangelo del Regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti." [Il Papa ha troncato la citazione ma il Vangelo conclude: "E allora verrà la fine."!]

"Il Dio della pace sia con noi, qui in Canada e ovunque. Possano giustizia e pace baciarsi ancora una volta alla fine del secondo millennio che ci prepara alla venuta di Cristo, in gloria. Amen." [Omelia in Canada, a Edmonton, davanti a migliaia di persone] (Osservatore Romano N. 216, 19.9.84)

"Ed ecco giunse il 13 maggio 1981. Quando venni colpito dal proiettile dell'attentatore in piazza San Pietro, non badai da principio al fatto che quello era proprio l'anniversario del giorno in cui Maria era apparsa ai tre fanciulli a Fatima, in Portogallo, rivolgendo loro quelle parole che, con la fine del secolo, sembrano avvicinarsi al loro compimento." Dal suo libro-intervista: "Varcare le soglie della speranza".

Suor Lucia di Fatima, (a padre Agostino Fuentes, postulatore della causa di beatificazione di Giacinta e Francesco):
La Madonna è molto dispiaciuta, poiché non si è tenuto conto del Suo Messaggio del 1917. Né i buoni, né i malvagi l'hanno tenuto in considerazione. Credetemi Padre mio, il Signore castigherà il mondo assai presto, il castigo è imminente. Molte nazioni scompariranno dalla superficie della terra, parecchie nazioni saranno annientate. La Russia sarà il flagello scelto da Dio per castigare l'umanità, se noi, con la preghiera e i sacramenti non otteniamo la grazia della sua conversione. Il demonio sa che i religiosi e i sacerdoti, venendo meno alla loro bella vocazione, trascinano molte anime all'inferno. È proprio il tempo per arrestare il castigo del Cielo. Abbiamo a nostra disposizione due mezzi molti efficaci: la Preghiera e il Sacrificio. Non vogliamo spaventare le anime, ma è un appello urgente alla realtà. Da quando la Santa Vergine ha dato una così grande efficacia al Rosario, non esiste alcun problema materiale, spirituale, nazionale o internazionale che non possa essere risolto dal Santo Rosario e dai nostri sacrifici. La Madonna ha espressamente detto: "Ci avviciniamo agli ultimi tempi". Lo ha detto tre volte:

· Prima affermò che il demonio ha ingaggiato una lotta decisiva.
· La seconda volta mi ha ripetuto che gli ultimi rimedi dati al mondo sono: il S. Rosario e la devozione al Cuore Immacolato di Maria.
· La terza volta mi disse che, esauriti gli altri mezzi disprezzati dagli uomini, ci dà con tremore l'ultima àncora di salvezza che è la SS. Vergine in persona, segni di lacrime, messaggi di diversi veggenti sparsi in tutte le parti del mondo. Disse la Madonna che se non ascoltiamo e offendiamo ancora non saremo più perdonati. Padre, è urgente che ci rendiamo conto della terribile realtà. Non vogliamo riempire le anime di paura, ma solo è urgente un richiamo alla realtà. Da quando la Santa Vergine ha dato una così grande efficacia al Rosario, non esiste alcun problema materiale, spirituale, nazionale o internazionale che non si possa risolvere con il Santo Rosario e con i nostri sacrifici. Recitarlo con devozione sarà consolare Maria e tergere tante lacrime dal suo Cuore Immacolato.

S. Luigi Maria Grignon de Monfort, in profezia, aveva proclamato che gli ultimi tempi sarebbero stati riempiti dalla presenza di Maria e che queste apparizioni sarebbero state come il segno di questa imminenza sempre presente della Parusìa.

Suor Faustina Kowalska (beatificata da G.P.II il 18 aprile 1993):
"Scrivi ciò…Prima di venire come giusto giudice, vengo prima come Re di Misericordia. Prima della venuta del Giorno della Giustizia, ci sarà un segno nel Cielo dato agli uomini. Ogni luce sarà spenta nel Cielo e sulla terra. Allora apparirà dal Cielo il Segno della Croce. Da ciascuna delle piaghe delle mie mani e dei miei piedi, usciranno delle luci che rischiareranno la terra per un istante…".
"L'umanità non troverà la pace fino a quando essa non conoscerà il Mio Messaggio e non lo metterà in pratica".

San Giovanni Bosco,

E' noto il carisma di S. Giovanni Bosco, i suoi famosi sogni profetici raccontati ad allievi e confratelli, che puntualmente si avveravano e che erano per lui un mezzo di catechesi del tutto eccezionale ed avvincente. Nei suoi sogni sono contenuti anche numerosi riferimenti ad avvenimenti futuri della Chiesa e del mondo. Sull'argomento ci sono svariate pubblicazioni
facilmente reperibili.

In sogno profetico (24 giugno 1973):
"…furono veduti due angeli che portando uno stendardo l'andavano a presentare al Pontefice, dicendo: -Ricevi il vessillo di Colei che combatte e disperde i più forti eserciti della terra…il Pontefice prese con gioia lo stendardo, ma rimirando il piccolo numero di quelli che erano rimasti intorno a sé, divenne afflittissimo…Le città , i paesi, le campagne erano assai diminuite di popolazione; la terra era pesta come da un uragano, da un acquazzone e dalla grandine". Don Bosco vide una barca con il Papa e i cristiani in un mare in tempesta e molte navi che gli facevano guerra. Allora il Papa vede due colonne nel mare alle quali si ancorò: l'Eucarestia e la Santa Vergine. I nemici si affondarono a vicenda.…

Maddalena Aumont (a Dozulé, nella Bretagna, vicino Lisieux):
1 marzo 1974: "Dite alla Chiesa che rinnovi il suo messaggio di PACE al mondo intero, poiché l'ora è grave. Satana dirige il mondo, egli seduce gli spiriti, li rende capaci di distruggere l'umanità in pochi minuti. Se l'umanità non si oppone, lo lascerò agire e sarà la catastrofe, tale da non esservi ancora stata dopo il diluvio, e ciò prima della fine del secolo".
4 luglio 1975: "Comprendete bene ciò: nei giorni che precedettero il Diluvio, le persone non dubitavano di nulla fino all'arrivo del diluvio che le portò via tutte. Ma oggi voi siete stati avvertiti, voi vivete nel tempo in cui Io vi dicevo : - Vi saranno su questa terra terremoti di ogni genere: l'iniquità che è causa di miseria e fame, le nazioni saranno nell'angoscia, vi saranno fenomeni e segni nel cielo e sulla terra. Perciò, tenetevi pronti, poiché la Grande Tribolazione è vicina, tale che non ve ne è stata di simile dall'inizio del mondo fino a quel giorno e che non ce ne sarà più. Ve lo dico, questa giovane generazione non passerà prima che ciò accada. Ma non temete, poiché ecco che si eleva nel cielo il Segno del Figlio dell'uomo che Maddalena ha visto brillare da Oriente ad Occidente…-".

Il canonico Crampon dà la spiegazione di Ezechiele, nel cap 38:
Gli storici bizantini e Arabi fanno spesso menzione di un popolo barbaro chiamato Ross, che abita verso il Nord del Taurus, sulle sponde del fiume Volga: la Russia attuale.

Suor Palma d'Oria (religiosa pugliese):
"Ai tormenti della Rivoluzione si uniranno altri castighi come la peste e la carestia. Vi saranno tre giorni di tenebre, sarà l'ultima fase. Poi una grande croce apparirà nel Cielo, il trionfo della Chiesa sarà tale che si dimenticheranno molto presto tutte le sciagure. La Francia sarà punita per prima e sarà la prima a rialzarsi".

MariaGiulia Jeahenny, (il più straordinario caso di stigmatizzata, visse nelle vicinanze di Blain, nel Sud della Bretagna fino al 1941 all'età di 91 anni) Nell'estasi del 21 novembre 1912:
"La terra è molto minacciata, tutti gli elementi si scatenano a tratti per crivellare la terra e circondarla di voragini enormi. Voi canterete al peggiore degli sdegni del cielo l'inno della Croce Vittoriosa dei suoi nemici, Vittoriosa sulla giustizia del suo divino sposo… La dolce Croce sarà il riparo dei cristiani…la Croce sarà così luminosa che in pieno giorno sarà più splendente del sole; nella notte Essa non si spegnerà, si allungherà ad una distanza immensa.… Una nube rossa e un rombo di tuono attraverserà tutto il cielo...a causa delle espiazioni che mi sono offerte io ritardo il disastro".

"Io verrò sul mondo peccatore con un terribile rombo di tuono, in una fredda notte d'inverno. Un caldissimo vento del Sud precederà questa tempesta, e pesanti chicchi di grandine scaveranno la terra. Da una massa di nuvole rosso-fuoco lampi devastatori saetteranno, incendiando e riducendo tutto in cenere. L'aria si riempirà di gas tossici e di esalazioni letali che, a cicloni, sradicheranno le opere dell'audacia e della follia e della volontà di potenza della Città della notte…Quando in una fredda notte d'inverno, il tuono romberà sono a far tremare le montagne, allora chiudete molto in fretta porte e finestre… I vostri occhi non devono profanare il terribile avvenimento con sguardi curiosi…riunitevi in preghiera dinanzi al Crocifisso, ponetevi sotto la protezione di mia Madre Santissima. Non lasciatevi prendere da alcun dubbio riguardo alla vostra salvezza…Accendete le candele benedette, recitate il Rosario. Perseverate tre giorni e due notti…Io, vostro Dio avrò purificato tutto… Magnifico sarà il mio regno di pace".…

Maddalena Porsat (religiosa clarissa di Lione, 1773-1843):
"Gli Ebrei che non hanno voluto riconoscere Gesù Cristo nella sua umiliazione, Lo riconosceranno nella venuta Gloriosa di Maria".

Santa Ildegarda: (XII secolo)
"I Giudei si uniranno allora ai cristiani e riconosceranno con gioia l'arrivo di Colui che essi negavano, fino a quel momento, che Egli fosse venuto nel mondo."

"Dopo avere trascorso una giovinezza silenziosa in mezzo a uomini molto perversi e in un deserto dove ella sarà stata condotta da un demonio travesto da angelo di luce, la madre del figlio di perdizione lo concepirà e lo darà alla luce. Il figlio di perdizione è questa bestia fortemente cattiva che farà morire quelli che si rifiuteranno di credere in lui, che si assocerà re, i principi, i grandi e i ricchi che disprezzano l'umiltà, ed avrà stima solo per l'orgoglio… Sembrerà che egli agiti l'aria, che faccia discendere il fuoco dal cielo, produrre dei lampi, il tuono e la grandine, rovesciare le montagne, seccare i fiumi, spogliare il verde degli alberi, delle foreste e renderglielo in seguito. Sembrerà che egli renda gli uomini ammalati, che guarisca gli infermi, che cacci demoni, e qualche volta resusciti i morti, facendo in modo che un cadavere si muova come se fosse in vita. Tuttavia questa specie di resurrezione non durerà mai oltre un'ora perché la gloria di Dio non ne soffra. Conquisterà molte persone dicendo loro: -Voi potete fare tutto ciò che vi piacerà, rinunciate al digiuno, è sufficiente che voi amiate, ché sono il vostro Dio-…Respingerà il battesimo ed il vangelo e deriderà tutti i precetti che la Chiesa ha dato agli uomini per conto Mio… farà finta di morire e di risuscitare dopo di che egli comanderà ai suoi servitori di adorarlo. Quelli che, per amore del Mio Nome, si rifiuteranno di adorarlo, egli li farà morire in mezzo ai più grandi tormenti. Ma Io invierò i miei due testimoni Enoch ed Elia, che ho riservato per quel tempo. La loro missione sarà di combattere quest'uomo del male, e di ricondurre nella via della verità quelli che egli avrà sedotto. Essi avranno la virtù di operare i miracoli più strepitosi in tutti i luoghi nei quali il figlio della perdizione avrà diffuso le sue cattive dottrine…permetterò che vengano uccisi…Quando il figlio della perdizione avrà compiuto tutti questi progetti, egli radunerà tutti i suoi credenti e dirà loro che egli vuole salire in cielo. Nello stesso momento di questa ascensione, un colpo di fulmine lo abbatterà e lo farà morire…"

"In quel tempo... lo Spirito del Signore si effonderà; con abbondanza sui popoli con la rugiada della sua Grazia: la Scienza, la Saggezza e la Santità cosicché tutti saranno trasformati in uomini nuovi. I santi Angeli verranno a riunirsi familiarmente a loro..."

Maria di Moerle, estatica (1868):
"Uno dei trionfi della Chiesa sarà il ritorno di quasi tutta l'Inghilterra alla fede cattolica".

Suor Rosa Colomba Asdente, domenicana di Siena, 1781-1847:
"L'Inghilterra e la Russia rientreranno nel grembo della Chiesa; anche in Turchia, il cattolicesimo rifiorirà".

Anna Maria Taigi, mistica italiana:
"La Russia si convertirà come pure l'Inghilterra e la Cina; l'esultanza che il trionfo della Chiesa susciterà sarà generale." "San Michele che apparirà sulla terra sotto forme umane terrà il demonio incatenato fino all'epoca della predicazione dell'Anti-Cristo"

San Francesco di Sales:
"Parecchi ritengono che sarà uno dei nostri re, o Francia, che darà l'ultimo colpo della rovina alla setta di quel grande impostore, Maometto".

Vassula Ryden (mistica ortodossa greca contemporanea):
"(7 maggio 1988) Tutto sarà fatto da Me; Io sono l'Unico e la sola pura santa Chiesa; pregate per questa unità… Pietro del Mio Cuore, Pietro dei Miei Agnelli, ma i "caini" l'hanno detronizzato rubandogli la corona con la quale Io l'avevo onorato. Io, il Signore, lo amo, perché costui è il benamato della Mia Anima. Io gli restituirò questa corona rubata… lo metterò sul trono e porrò nelle sue mani uno scettro di ferro, col quale gli darò il potere di regnare come un pastore."

"Elìa e Mosè sono già venuti e voi li avete trattati a vostro modo. Voi non avete ascoltato i nostri due Cuori: il Cuore Immacolato di Maria e il Mio Sacro Cuore…".

"Una ribellione interiore infusa da Satana è penetrata nell'anima di alcuni Miei preti, vescovi e cardinali, offuscandoli, ed essi, ricoperti dalle ali di Satana, sono caduti nelle sue insidie… hanno tramato malvagi disegni ed intrighi, hanno preparato l'opposizione per contraddire il successore di Pietro, il Pietro dei Miei Agnelli scelto da Me. Egli abita nella mia Chiesa e invece di offrirmi offerte profumate e sacrifici, egli sostituisce questi con ogni sorta di forme di mali che gli sono offerte dal Maligno: impurità, promiscuità, ingiustizia, disobbedienza alla Mia Legge, orge e gozzoviglie del sangue dei Miei profeti…"

"Così quando vedrete il cielo dissolversi in fiamme e gli elementi liquefarsi per il calore, sappiate che questo è il segno dell'inizio della mia promessa, dei nuovi cieli e della nuova terra: il rinnovamento della Mia Chiesa, la rinascita della Mia Chiesa, la rinascita dei vostri cuori".

"Dopo la Grande Tribolazione che subirà la Mia Chiesa, vedrete un grande Segno nel Cielo e tutti quelli che Mi amano gioiranno e Mi loderanno, ma tutti quelli che hanno profanato il Mio Santo Nome saranno scaraventati nella più profonda oscurità e cadranno in una totale incoscienza…"

Maria Valtorta, mistica italiana (1897-1961):
(1942)"Gli animali privati di fieno, d'avena e altre granaglie moriranno di fame, e per aggravare la fame degli uomini, spariranno senza avere avuto il tempo di procreare; gli uccelli del cielo e i pesci del mare, come pure il gregge, saranno inseguiti da tutte le parti, per dare ai vostri ventri affamati il nutrimento che la terra non produrrà più per voi, se non con un'estrema parsimonia…in modo che voi avrete una siccità nella stagione delle piogge e pioggia nell'epoca della maturità dei raccolti"
"[L'Anticristo] Sarà una persona molto in vista, come un astro che cedendo alle blandizie del nemico, conoscerà l'orgoglio dopo l'umiltà, l'ateismo dopo la fede, la lussuria dopo la castità, la fame dell'oro dopo la povertà evangelica, la sete degli onori dopo il nascondimento…"
(1943) "Attualmente siamo nel periodo che io chiamerei quello dei precursori dell'Anticristo. Poi verrà quello dell'Anticristo (AP.19), che è il Precursore di Satana. Egli sarà aiutato da manifestazioni di Satana: le due bestie disegnate nell'Apocalisse. Sarà un periodo peggiore di quello attuale…Una volta vinto l'Anticristo verrà l'era di pace che darà agli uomini, colpiti da stupore per le sette piaghe e per la caduta di Babilonia, il tempo di riunirsi sotto il mio regno. L'epoca cristiana raggiungerà il suo parossismo nella sua terza manifestazione, vale a dire nel tempo dell'ultima venuta di Satana"(Ap. 20).

Sedir, (scrittore mistico dell'inizio del XX secolo):
"L'anticristo un giorno apparirà sulla terra come un uomo simile a noi. Ma lo si riconoscerà per certi segni: egli sarà rivestito di tutta la pompa della potenza terrestre, egli avrà la ricchezza, la gloria, gli ossequi della folla, tutti i doni apparenti dell'intelligenza. Egli ammalierà, avrà la bellezza del corpo e tutto ciò che ottiene le approvazioni della folla".

"La prima preoccupazione dell'Anticristo è quella di diffondere delle nozioni false sulla persona di Gesù…condotto con questo spirito intellettualistico, lo studio delle religioni comparate conduce a concepire che si equivalgono tutte… questo modo di pensare conferisce un grande valore all'intelligenza e alla volontà umana…Egli esalta in noi l'idolatria della scienza o fa luccicare i vantaggi materiali che si possono ricavare dalle sue applicazioni pratiche. Egli costruirà dei sistemi mirabilmente logici e complessi, dei metodi di occultismo che condurranno alla conoscenza dei modi superiori…"

Sedir spiega il cap. 24 di S. Matteo: "All'inizio un'invasione di iniziati dei misteri orientali, tutti colmi di scienze straordinarie e provvisti di poteri meravigliosi…il pubblico si interesserà alle ricerche psichiche, alle scienze occulte. L'avversario avrà preparato da lungo tempo altri inganni nell'ambito più razionale della scienza sperimentale e dell'intelligenza filosofica…Ma tutto avrà luogo nella natura. Quegli sconvolgimenti spirituali e sociali si accompagneranno agli sconvolgimenti geologici… L'asse dei poli si rovescerà; il Nord prenderà il posto dell'attuale Equatore, e questi si girerà fino al Sud. Le correnti magnetiche sotterranee si infrangeranno, da ciò cataclismi, terremoti, inondazioni. E gli uomini capiranno sempre meno, ad eccezione dei veri discepoli. Città scompariranno, nei luoghi dove oggi s'innalzano delle montagne, sorgeranno dei laghi, o piuttosto distese d'acque sotterranee verranno in superficie…Poi il suolo, a sua volta si ribellerà; si metterà in sciopero. I campi anemici per la coltura intensiva, prosciugati dai fertilizzanti scientifici, non produrranno più. I cereali, la vigna renderanno al coltivatore i frutti della sua avarizia, le loro malattie si moltiplicheranno… I contadini che, dopo lunghi anni avranno omesso di far discendere sui lavori la benedizione del Cielo, si vedranno ridurre alla carestia…In particolare il Giudizio prossimo si annuncerà con la sterilità dei vigneti. La Terra, avendo cambiato posizione rispetto al Sole, avvertirà il calore diminuire o aumentare esageratamente, secondo le regioni. Al prossimo giudizio, vi sarà un rialzo generale della temperatura… un altro sole farà sentire la sua influenza occulta, l'atmosfera fluida che circonda la Terra si modificherà profondamente, la luce solare perderà le sue virtù antisettiche; i microbi nocivi si diffonderanno in gran numero; e sorgeranno epidemie devastatrici e malattie sconosciute contro le quali la scienza sarà impotente… L'aspetto del firmamento cambierà…Meteore e bolidi tormenteranno le popolazioni…e talvolta uno di questi mondi incontrerà il nostro e vi aggiungerà o toglierà un intero continente. Mentre si succederanno tutti questi tormenti, i servi di Cristo cominceranno ad essere perseguitati per causa Sua…Se questi giorni di tribolazione non fossero abbreviati, nessuna vita si sarebbe salvata.

Suor della Natività (Clarissa di Fougères, 1701-1738):
"L'anticristo nascerà da una donna maledetta ma che simula la santità e da un uomo maledetto, dai quali il demonio formerà la sua opera con un permesso di Dio. La sua madre farà parte di sedicenti religiose che si voteranno a parole alla continenza…Una di queste vestali farà nascere l'Anti-Cristo, di cui ella ignorerà il padre… Non avrà ancora dieci anni che sarà potente, il più sapiente di tutti. Userà in pieno la sua potenza all'età di trenta anni".

Suor Benedetta del Laus (1664-1748):
"Alla fine dei tempi, l'Anticristo parlerà tre volte meglio di Mio Figlio"

Ursula O'Rourke e due giovani in Irlanda (nel 1985) ebbero dei messaggi dalla Madonna:
"Le persone hanno dieci anni per convertirsi e per pregare, se no ecco ciò che sta per arrivare". I ragazzi videro allora una tempesta e l'Arca di Noè, come illustrazione della catastrofe futura. "Il mondo ha dieci anni per convertirsi, esso deve migliorare dieci volte; se il mondo non si converte, il demonio prenderà il controllo della Chiesa di Dio da ora a dieci anni. Con la vostra fede e la vostra preghiera voi potete dominare i demoni…" .

Filippo di Lione (28 marzo 1897):
"Fra un secolo, avverrà un cataclisma tale che nel paese dove siamo, non vi sarà più la notte perché la Terra si sarà girata, e noi saremo al polo Sud… Gesù invierà un Consolatore…ma sarà troppo tardi per quelli che non seguono la via del Bene…Beato colui che avrà creduto prima di vedere, e sventura per colui che avendo visto non crederà, poiché più tardi i suoi occhi non potranno ricevere la luce, e le sue orecchie non udranno…Facciamo tutto il possibile continuamente perché in quel momento, noi siamo tra i buoni, poiché questo secolo non passerà senza che tutto ciò accada" .

Ecco il panorama escatologico approvato da San Pio X, secondo il canonico Stefano Chabauty:
- Tutti gli uomini ancora viventi, giusti e peccatori, vedranno con gli occhi della carne il Figlio dell'Uomo apparire e venire nella sua maestà; de fide.
- Gli Angeli inviati da Gesù, subito dopo la sua apparizione, prenderanno uno a uno, gli eletti, ancora vivi, radunandoli in un medesimo luogo, allo scopo di sottrarli alle conseguenze mortali di una catastrofe fisica analoga a quella del diluvio.
- Dopo di ciò, Gesù, con un soffio della sua bocca, farà perire l'Anticristo e i suoi seguaci, e susciterà il fuoco, l'incendio universale. I nostri cieli e il nostro globo non saranno distrutti, nella sostanza, ma nella forma. Dal diffondersi del culto dell'Anticristo alla fine del mondo attuale, passeranno 1290 giorni (Daniele). La durata di questa conflagrazione, che inizierà al 1291° giorno finirebbe al 1335 giorno (Daniele): dunque 45 giorni di incendio. I Padri sono concordi nel dire che i peccatori, tutti senza distinzione saranno consunti nelle fiamme: le sofferenze della combustione serviranno a loro come purgatorio; è possibile che vi siano dei giusti che moriranno, come prova e purificazione.
- La risurrezione generale dei morti in un batter d'occhio e il Giudizio Universale.
- Nuovi Cieli e nuova Terra.

San Malachia, abate irlandese profetizza nel 1139 compose 111 motti latini (resi pubblici solo nel 1595) attribuibili ad altrettanti Papi, iniziando da Celestino II eletto nel 1143: ad esempio Rosa Umbriae si riferisce a Clemente XIII, che regnò dal 1758 al 1769 e che prima di essere eletto era stato Governatore in Umbria e precisamente a Rieti, città il cui simbolo è la rosa. Gli ultimi nove Papi della profezia sarebbero così suddivisi:

I tre Papi del malessere e delle guerre, dal 1903 al 1939:
Ignis ardens
è il motto che si riferisce a S. Pio X (1903-1914), che come fuoco ardente preservò la Chiesa dal metodo innovatore auspicato dal Modernisti.
Religio depopulata si riferisce a Benedetto XV, sotto il cui pontificato (1914-1922) scoppio la rivoluzione russa del 1917 che allontanò dalla religione milioni di uomini.
Fides Intrepida, riferita a Pio XI, per le difficoltà riscontrate dalla Chiesa nel periodo in cui regnò (1922-1939) sia in Italia, sia in Spagna, Austria e Messico.

Ad essi seguirono i tre Papi della rinascita e della fioritura mistica:
Pastor Angelicum
, attribuito a Pio XII (1939-1958), il "Papa di Fatima", per la sua personale condotta e per i dogmi che promulgò durante il suo lungo pontificato.
Pastor et nauta, riferito a Giovanni XXIII (1958-1963) che era Patriarca di Venezia e quindi prima di cingere la tiara proveniva da una città con eminenti tradizioni marinare.
Flos Florum, riferito a Paolo VI (1963-1978), giglio che coronerà le virtù della sua terra natia ed i Santi atti predetti dal Signore.

A concludere la serie ci saranno i tre Papi delle prove supreme:
De Meditate Lunac
, attribuito a Giovanni Paolo I il cui pontificato duro solamente 33 giorni, cioè una sola lunazione, dalla mezza lunazione del 26 agosto 1978 alla mezza lunazione del 29 settembre 1978.
De Labore Solis, riferito a Giovanni Paolo II. Il miracolo del sole di Fatima e l'attentato in Piazza S. Pietro del 13 Maggio 1981, anniversario della prima apparizione della Madonna a Fatima, fanno ben comprendere il motto. Il Papa infatti attribuisce la sua incolumità proprio ad un intervento straordinario della Vergine.
De Gloriae Olivae, che siederà durante la persecuzione estrema della Santa Romana Chiesa; Roma verrà distrutta e il Giudice giudicherà il suo popolo. Questo tempo coinciderà con la fine dei tempi (che non significa distruzione del mondo, ma passaggio ad altri tempi) e l'inizio dell'era di pace in cui si avrà un solo ovile sotto un solo Pastore.
Con Pietro II, che alcuni identificano con de Glorie Olivae, ed altri con un altro Papa ancora, dopo il millennio di pace, si dovrebbe chiudere la storia umana.

Garabandal:
La Vergine del Carmelo ha detto a Conchita Gonzalez che dopo Giovanni XXIII mancavano solo tre Papi per la fine dei tempi… "Cardinali, Vescovi, e sacerdoti percorrono il cammino della perdizione e con loro trascinano molte anime…Dovete evitare con ogni sforzo la Giustizia di Dio che pesa su di voi…Vi invito ad emendarvi…Non voglio la vostra condanna…Se non lo farete vi sopraggiungerà un castigo… se non cambierete sarete puniti…Quelli che sopravviveranno cambieranno molto, e allora vivranno per il Bene..."
Il 18 giugno 1965 la Madonna disse: "Visto che non si è compiuto e non si è fatto conoscere il mio messaggio del 18 ottobre (1961: sacrifici e penitenza, visita al S. Sacramento) vi dirò che questo è l'ultimo. Prima la coppa si stava riempendo, adesso sta traboccando. Molti sacerdoti vanno per il cammino della perdizione e trascinano con essi molte anime…Dobbiamo evitare l'ira del Buon Dio sopra di noi, con i nostri sforzi. Se gli chiedete perdono, con animo sincero, Egli vi perdonerà. Siete già agli ultimi avvisi…"

Teresa Musco, (1943-1976) mistica stigmatizzata di Caserta, (tra le tante profezie, annunciò con anticipo per rivelazione divina il terremoto del Belice, quello del Friuli e l'eruzione dell'Etna del maggio del '71) nel 1952 :

"Voglio dirti che il mondo è così cattivo. Sono apparsa in Portogallo dando messaggi, e nessuno mi ha ascoltato; e a Lourdes, a La Salette, ma pochi cuori si sono ravveduti…[a questo punto fa alcune profezie su Paolo VI (nominato dalla Madonna undici anni prima che salisse al soglio pontificio) e su Fatima e il terzo segreto…]… Il mondo cammina verso una grande rovina… Il Padre manderà un grande castigo sull'intero genere umano, nella seconda metà del secolo. Sappi, figlia mia, che Satana regna nei più alti posti. Quando Satana giungerà alla sommità della Chiesa, sappiate che allora riuscirà a sedurre gli spiriti dei grandi scienziati e quello sarà il momento che essi intervengono con armi potentissime che è possibile distruggere gran parte dell'umanità… Fuoco e fumo sconvolgerà il mondo …(questa parte si avvicina molto alla versione diplomatica che Paolo VI inviò all'ONU della terza parte del segreto) Le acque degli oceani diventeranno fuoco e vapore. La schiuma si innalzerà, sconvolgerà l'Europa, e affonderà tutti in una lava di fuoco, e milioni di uomini e bambini periranno nel fuoco, e i pochi eletti rimasti invidieranno i morti. Perché da qualunque parte si volgerà lo sguardo, non si vedrà altro che sangue e morti e rovine in tutto il mondo".

"Vedrai una grande rivoluzione nella mia casa, i comunisti al potere. E nella mia casa a Roma già ci sono, ma si manifesteranno solo quando possono comandare liberamente, senza ostacoli. Allora ci sarà spargimento di sangue innocente".

Veronica Lueken di Bayside, New York, predice la venuta dal cosmo di una misteriosa "sfera della redenzione". Il 1° Novembre 1974 il Signore disse a Veronica: "Figlia mia, al momento del castigo lo splendore causato dall'avvicinarsi dell'oggetto celeste, inviato dal Padre come agente punitore, illuminerà la notte in pieno giorno. Questo corpo celeste emanerà una grande quantità di calore sulla terra".

Un avvenimento peculiare collega le apparizioni di Bayside con il messaggio di Fatima. Il 14 settembre 1971 venne scattata una foto Polaroid alla statua del Santuario. Ciò che venne fuori fu però la scritta "Jacinta" con sotto segnato l'anno 1972 [anno in cui molte profezie indicano l'argine di un fiume che sarebbe passato colmo di immoralità. S. Metodio d'Olimpia nel IV secolo scrisse: "Uomini vestiranno da femmina e donne da maschi, tutti senza pudore, né rispetto per le leggi di natura, di parentela, di morale". E Santa Brigida nel quattordicesimo secolo prevedeva che nel 1980 gli empi sarebbero prevalsi sulla terra].

Giacinta (di Fatima) lasciava alla superiora in eredità spirituale queste parole: "Madre dica al Papa che la Madonna non può trattenere il braccio del Suo figlio molto offeso. Se il mondo non fa penitenza il castigo verrà. Le suore di quest'ordine restino unite al Vaticano e si preparino per il 1972, giacché in quell'anno i peccati di impurità, la vanità e il lusso sfrenato attireranno sul mondo tali castighi da far soffrire molto il Santo Padre. Senza dubbio avverrà il trionfo di Nostro Signore, ma prima saranno versate molte lacrime…Vi è un segreto del Cielo e uno della Terra. Quest'ultimo sarà spaventoso. Sembrerà già la fine del mondo, e, nel cataclisma la terra resterà come separata dal Cielo che diverrà bianco come la neve".

Veronica Lueken ebbe il 24 dicembre 1972 l'apparizione di Giacinta, che oltre a confermare il messaggio, disse: "Il Padre mi ha permesso di scrivere sull'immagine… Non mi hanno dato ascolto". E nel '74: "Veronica la foto non è stata accettata, ma un giorno lo sarà…La Santa Vergine mi rivelò che un giorno le suore avrebbero indossato vesti che secondo le nuove mode inventate da Satana per sedurre le anime, avrebbero offeso Nostro Signore… È vero che mi è stato comunicato un messaggio finale: non mi è stato permesso di rivelarne la data, ma soltanto di comunicare al mondo che un grande avvertimento colpirà l'umanità. Ci sarà dopo il cataclisma-avvertimento, un grande miracolo (il grande segno di cui si parla a Garabandal, a Medjugorje ecc…). Dopo il miracolo, se l'umanità non si convertirà, Dio Padre darà inizio ad un terribile castigo".

Il Signore, alla venerabile Elisabetta Canori (1774-1825) disse che il trionfo della religione ci sarà quando verranno recisi i cinque alberi che hai visto giganteggiare nella boscaglia delle turpitudini (Umanesimo, Neopaganesimo, Ateismo, Socialismo e Comunismo).

Gesù al veggente di Porto Santo Stefano, in Grosseto (15 maggio1977):
"Il mio amato Vicario soffre per il tradimento e l'abbandono di molti. Perfino i suoi più intimi collaboratori l'osteggiano…".
"Quel giorno un carro di fuoco attraverserà tutto l'universo, lasciando dietro di sé una forte luce a voi sconosciuta. Quello sarà l'avviso che il castigo di Dio è vicino. La terra tremerà, il Sole girerà su sé stesso con grandi esplosioni; la Luna sarà a lutto. Tutto questo avverrà in un tempo di circa mezz'ora. In quel momento il cielo sarà libero da ogni nube e il fenomeno miracoloso sarà visibile da ogni parte della Terra. E il sole si allontanerà e un forte rombo di tuono scuoterà la terra e sarà il buio. Tutte le bocche infuocate, le cui emanazioni gli scienziati chiamano fenomeni, presto si metteranno in eruzione, e così un giorno anche la terra diventerà simile a magma infuocato e sommergerà paesi, città e nazioni. Durante i tre giorni di tenebre i persecutori della Chiesa saranno annientati. La potenza che viene dall'alto e la terra si avvicineranno; il fuoco sarà su tutta la terra ed il mondo sarà coperto da cadaveri… Durante i tre giorni di buio nulla sarà visibile agli uomini. L'aria diventerà pestilenziale e recherà grave danno…Verrà un nuovo mondo…"

Caterina Emmerich (1774-1824):
"…ho visto (19 ottobre 1823) fra i demoni, che Cristo a aveva incatenato alla sua discesa nell'inferno, alcuni di essi slegati, che da poco hanno suscitato una setta. Ho visto che altri saranno svincolati fra due e due altre generazioni…Io ho visto il Santo Padre in una grande tribolazione e una grande angoscia affliggeva la Chiesa…Ho visto la Vergine sopra la Chiesa e attorno a lei apostoli e vescovi…

Jakob Lorber, musicista definito lo scrivano di Dio, ricevette (1864) delle comunicazioni dal Signore:
"Ai superbi non serviranno a nulla le loro armi vomitanti fuoco e morte, né le loro fortezze e le loro strade ferrate su cui viaggeranno con la velocità di una freccia perché un nemico verrà dagli spazi aerei e manderà in rovina coloro che hanno fatto del male… nemico che io invierò dai grandi spazi aerei alla terra, come lampo che si manifesta con grande frastuono e fragore…Le catastrofi naturali, le disgrazie e le malattie, che precedono il tempo sono gli ultimi tentativi di salvare ancora ciò che è possibile salvare, affinché non tutti affondino nel fango dell'egoismo. Solo con l'infelicità e i duri colpi del destino il superbo cuore umano diviene docile. Ci saranno grandi tempeste sulla terra e sul mare, e anche terremoti. L'Asia sarà purificata da un grande giudizio universale".

La Beata Anna Maria Taigi(1769-1837):
"Ci saranno sulla terra fitte tenebre, che dureranno tre giorni e tre notti, sarà impossibile vedere qualunque cosa…Soltanto le candele benedette si lasceranno accendere e faranno luce…Esso [il flagello] sarà orribile e universale. Verrà all'improvviso quando nessuno vi penserà. I "senza Dio" saranno distrutti. Prima di questo, però, la guerra avrà già ucciso milioni e milioni di uomini…"

Barbara Becher (Suor Dolorosa):
In Italia il comunismo insorgerà per dare l'assalto a Roma, cuore della cristianità; ma queste trame saranno ostacolate dalla potenza della Regina del Cielo e impedite nella loro completa attuazione. Maria salverà il Papa e Roma. Su tutta la Russia sopraggiungerà un giudizio spaventoso. Dio farà piovere fuoco su tutto il Paese e lo trasformerà in un mare di fiamme! Maria salverà dalle fiamme soltanto la schiera dei buoni e quelli che alla vista della catastrofe torneranno a Dio. Anche l'America sarà colpita da un Giudizio simile. Questa tremenda devastazione che si abbatterà sull'intera umanità sarà come un piccolo Giudizio del mondo, e molti crederanno che sia veramente giunta la fine. Ma di fatto sarà solo un giudizio provvisorio, e sarà la causa del rinnovamento di tutti gli uomini e di tutti i popoli. Questo Giudizio sarà di breve durata, e miracoli e segni lo accompagneranno... La potenza della Madre di Dio sarà manifesta a tutti.

S. Ambrogio (400):
L'Anticristo sarà preceduto dall'emblema della Falce e del Martello.

Curato d'Ars (1850):
"I figli dei figli dei miei uditori vedranno vivi il giudizio".

Monaco di Padova, riferito al papa:
"La sua lingua non sarà la lingua delle catacombe, ma il suo tempo aprirà il nuovo tempo dei martiri... La sua veste sarà due volte macchiata di sangue...".

Sogno profetico di Carlo Magno:
"Molte cose cambieranno quando sarà raggiunta la sommità del monte... Dopo la Montagna ho visto nel cielo dieci grosse nubi (purificazioni). E man mano che ogni nube scompariva, si avvicinava un giardino. E una Voce mi diceva: Quello è il nuovo Giardino terrestre che verrà trasferito sulla terra dopo la seconda comparsa del Figlio... In quel Giardino vidi per la prima volta uomini felici come bambini; uomini che vivevano in semplicità, chiamando per nome animali e piante... Pochi entreranno nel paradiso della nuova Età... ma quei pochi godranno la felicità accumulata in millenni e millenni a partire dal giorno in cui Adamo ed Eva furono cacciati. Il nuovo Giardino terrestre sarà attraversato da dieci fiumi. E l'Acqua (Grazia) scorrerà per dieci tempi. Poi il Giardino sarà trasformato nella valle tenebrosa. Ritorneranno allora i giusti e gli ingiusti per il Giudizio finale".
"Quando giungerà a Roma Carlo (allusione al Papa Karol?) il martire, i tempi saranno alla fine".

Rasputin, taumaturgo russo, 1871-1916:
"Ritornerà sugli altari il Crocifisso... La santa Russia ritornerà un giorno a risplendere in Europa... L'uomo ritornerà ad affidarsi interamente a Dio...(Un nuovo capo) guiderà la santa madre Russia nel tempo della generazione felice...Verrà da molto lontano e porterà una nuova legge... La sua eredità sarà la saggezza. Tutte le campane di Pietroburgo saluteranno il grande Vescovo. Le campane di tutte le chiese ritorneranno a suonare... L'uomo vestito di bianco entrerà benedicendo tra due file di gente; molti piangeranno, molti grideranno di gioia e la preghiera sarà unanime. Sono venuto per annunciarvi che l'umanità sta entrando nel tempo della Pace - dirà il Vegliardo - sono venuto per dirvi che il grande temporale è passato, ed ora il Cielo rimarrà sereno. Stiamo entrando nel nuovo paradiso terrestre, e il Buon Dio ha giustamente voluto che in questa sconosciuta dimensione di felicità potessero entrare solamente coloro che sono stati purificati dal diluvio di fuoco...".

Monaca di Dresda:
La mia luce... mi ha fatto vedere la Strada... un lungo sentiero fiancheggiato da prati fioriti, con ruscelli colmi di acque fresche, dove bevevano insieme gli uomini, gli animali e le piante. Tutto era pace... tutto era silenzio. Ma pochi uomini ho visto superare le tre ultime prove. "Ecco - mi disse la Voce interiore - così sarà l'ultimo tempo degli uomini che avranno riconosciuto i segni e avranno superato le prove."

Heede (1945):
"L'angelo della pace non tarderà a scendere sulla terra: si preparano cose grandiose. Beati coloro che sono preparati, beati coloro che Mi aspettano. Io vengo, e con me verrà la Pace. Con un piccolo numero di eletti edificherò il mio Regno. Questo Regno verrà repentinamente, più presto di quel che si crede. Il mio Amore ha ideato quest'opera prima della creazione del mondo".

La Madonna a Schio (1985):
"Voi non sapete cosa vi attende, ma io vi posso assicurare che tutte le anime in grazia gusteranno per sempre l'immensa meraviglia e gioia che il Padre ha preparato per tutti".

San Massimiliano Kolbe (1931):
"Vedrete la statua dell'Immacolata nel centro di Mosca e sulla più alta guglia del Cremlino".

Suor Elena Aiello (1895-1961) (molto considerata da Pio XII):
(12 marzo 1943) "Ecco il grande flagello, la guerra, l'atomica; questa si avrà al mattino e se ne avrà per tre giorni circa…".
(23 luglio 1949) "Rovina e morte verranno sul mondo. Verrà il flagello mai visto nella storia dell'umanità. Dal cielo cadrà su tutti i popoli della Terra. Gli empi saranno distrutti…"- Moriranno tutti? - E la Madonna: "L'umanità sarà in parte distrutta…il mondo è in rovina; la Russia sarà bruciata; verrà desolazione e morte, fuoco mai visto sulla terra".
(23 marzo 1951) "Il mondo sarà tutto in guerra: la Russia sarà bruciata…: le armi micidiali non solo stermineranno gli eserciti, ma le cose più sante e più sacre…solo l'Italia in parte si salverà".
(Venerdì Santo, aprile 1954) "Il flagello durerà settanta ore".
(22 agosto 1969) "L'ora terribile avanza sul mondo; diverse nazioni saranno colpite… La Russia ha preparato le armi segrete contro l'America, contro la Francia e contro la Germania. La guerra è prossima…il Papa dovrà tanto soffrire".
(Venerdì Santo 1961) "…la Russia diffonderà i suoi errori su tutte le nazioni, specialmente sull'Italia…La Russia è guidata da Satana perché vuole il dominio assoluto di tutta la terra…Vanno in Vaticano, prendono il Papa… Oh Dio, lo pestano…La Madonna si avvicina; gli uomini cadono per terra morti. La Madonna rialza il Papa…lo copre con il suo manto".
(7 gennaio 1950) "Quando nel cielo apparirà un segno straordinario, sappiano gli uomini che prossima sarà la punizione del mondo".
(8 aprile 1954) "Giorni oscuri e spaventosi si avvicinano…I governatori dei popoli si agitano, parlano di pace, ma il mondo invece sarà tutto in guerra".

Maria Graf, (1906-1964) mistica svizzera:
"Gesù mi fece conoscere che Egli permette che le bombe atomiche sperimentali siano sganciate…dopo mostrerà il Suo Amore infinito e la Sua Giustizia. Chiunque corrisponde alla richiesta di Sua Madre sarà risparmiato dal soffio avvelenato del Maligno, e preservato da ogni male".

Rosa Buzzini Quattrini (1909-1981):
(15 agosto 1967) "Voi non riflettete che se adesso venisse una guerra nel mondo, che accadrebbe?".
(26 maggio 1967) "Quando sentirete grandi scosse, quando vedrete grandi tenebre, alzate gli occhi al cielo, le mani distese, chiedete pietà e misericordia, recitate la Salve Regina, recitate il Credo".

Margherita Sampair ha ricevuto tra il 1968 e il 1970 dagli arcangeli Gabriele, Raffaele e Michele dei messaggi:
"Cristo fece una promessa: quando l'Anticristo regnerà, il Figlio dell'Uomo apparirà venendo su una nube e con Lui tutte le schiere degli angeli per combattere contro gli spiriti maligni. Satana sarà precipitato nell'inferno…Regneranno mille anni di pace…La vecchia terra sarà trasfigurata…"
"Gli eventi del calendario si susseguiranno in quest'ordine: avvertimento; miracolo; castigo; sorgere dell'Anticristo; conquista delle nazioni da parte di Satana; segno della bestia; sollevamento del popolo di Dio dalla terra; piaghe degli ultimi giorni; battaglia di Armagheddon; nuova terra; millennio di pace; nuovo Cielo e regno di Dio per l'eternità".

Mons. Ottavio Michelini, sacerdote carismatico:
(9 dicembre 1976) "Saranno gli uomini stessi a provocare l'imminente conflitto, e sarò Io a piegare le forze del male al bene, e sarà la Madre, Maria SS a schiacciare la testa al serpente dando inizio ad un'era di pace".
(1 dicembre 1977) "Indescrivibile è il compito della Chiesa in questo tempo inermedio tra la prima venuta di Cristo sulla terra e la sua seconda venuta: la prima rivelerà la Misericordia di Dio, la seconda, la Giustizia Divina…La venuta intermedia sarà il Regno di Gesù nelle anime…avrà il suo pieno e luminoso splendore dopo la purificazione"…"Un fuoco dal cielo cadrà sulla terra e cancellerà ogni segno della follia umana…".
(29 novembre 1978) "Alla fine il Cuore Misericordioso di Gesù e il Cuore Immacolato di Maria trionferanno".

Suor Agnese il 3 agosto 1973 ad Akita (Giappone):
"Per far comprendere quanto sia irritato contro questo mondo, il Padre si prepara a far cadere un grande castigo su tutta l'umanità. A più riprese con Mio Figlio, mi sono sforzata di placare la collera del Padre…con la sofferenza della croce di suo Figlio…ed offrendogli la schiera di vittime…".
"Se gli uomini non si convertiranno, il Padre lascerà cadere su tutta la razza umana un grande castigo. Senza alcun dubbio, sarà una punizione terribile, più grande del diluvio, tale che ancora non si è mai vista. Il fuoco cadrà dal cielo. A causa di questo castigo una grande parte dell'umanità sarà annientata. I preti moriranno come i fedeli. Gli uomini che saranno risparmiati conosceranno tali sofferenze che invidieranno i morti. Allora la sola arma che resterà sarà: il Rosario e il Segno lasciato dal Figlio. Ogni giorno recitate la preghiera del Rosario…l'azione del demonio è penetrata sin dentro la Chiesa. I Cardinali si scagliano contro i Cardinali, e i Vescovi contro i Vescovi. I sacerdoti che mi onoreranno saranno disprezzati, vilipesi, combattuti dai loro confratelli…Io sola posso ancora salvarvi dalle disgrazie che si annunciano. Chiunque avrà fiducia in Me sarà salvato…".

A Medjugorje, dal 25 giugno 1981, sei veggenti (ora quattro) hanno ogni giorno un'apparizione della Vergine:
- la Vergine dice che la pace del mondo è in crisi. Ella invita continuamente alla riconciliazione, alla conversione e alla preghiera.
- Ci ha promesso di lasciare un segno visibile, palpabile, filmabile e permanente sul luogo delle apparizioni, a Medjugorje, per tutta l'umanità come testimonianza della apparizioni e come invito alla fede.
- Il tempo che precede questo segno visibile è un tempo di grazia per la conversione e l'approfondimento della fede. Prima del segno ci saranno tre avvenimenti-ammonizioni al mondo (che fanno parte dei dieci segreti: il primo parla riguarda una regione del mondo che verrà sconvolta), che si susseguiranno in breve tempo. Dopo il segno coloro che resteranno in vita avranno poco tempo per convertirsi.
- La Vergine ha promesso di confidare 10 segreti (Mirjana ne conosce dieci, gli altri solo nove) che saranno svelati al mondo, tre giorni prima del loro compimento, da Padre Petar Ljubicic.
- Il nono e il decimo segreto sono gravi. Sono un castigo per i peccati del mondo. La punizione è inevitabile. Il castigo può essere diminuito dalle preghiere ma non può essere evitato.
- Satana esiste e un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo. Dio ha permesso di metterla alla prova per un secolo (come nel sogno di Leone XIII e a La Salette). Questo secolo è sotto il potere del demonio, ma quando saranno compiuti i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora comincia a perdere il suo potere ed è diventato aggressivo: distrugge matrimoni, solleva discordie tra preti, crea ossessioni, assassinii. Dovete proteggervi con la preghiera comunitaria. Portate con voi dei simboli benedetti. Metteteli nelle vostre case, riprendete l'uso dell'acqua benedetta.
- Mirjana in una locuzione: "Si strapperanno i capelli, il fratello invocherà il fratello, malediranno la loro vita trascorsa senza Dio e si pentiranno , ma sarà tardi. Ora è il tempo della conversione…
- Fatima apre il secolo, pronostica gli errori futuri (il comunismo soprattutto), Medjugorje chiude il XX secolo.
- Queste apparizioni sono le ultime apparizioni della Vergine sulla terra. Per questo sono così lunghe e frequenti.
- Le cinque armi spirituali sono: la preghiera del cuore, l'Eucarestia, la confessione mensile, la lettura della Bibbia e il digiuno".
digilander.libero.it/carromano/profeti.html