Clicks438
Simona Serafini
2
SMONTATA L'ENNESIMA BUFALA. Qualcuno, va blaterando che la conferenza episcopale ceca abbia dichiarato eretico Papa Francesco. Io mi limito a riportate tale dichiarazione ripresa da Gloria Tv , …More
SMONTATA L'ENNESIMA BUFALA.

Qualcuno, va blaterando che la conferenza episcopale ceca abbia dichiarato eretico Papa Francesco. Io mi limito a riportate tale dichiarazione ripresa da Gloria Tv , dalla quale in testa all'articolo si evince di quale conferenza episcopale si parli. Poi troverete pure la storia di questo patriarcato, dalla quale sarà facile comprendere, che questi con la Chiesa cattolica non c'entrano nulla, che si tratta di una Chiesa autocefala venuta fuori dall'ortodossia Orientale, e che, cosa più importante, l'atto di scomunica ed eresia che hanno comminato alla Chiesa cattolica di Roma è datato 2011, quando il Papa era Benedetto XVI. Personalmente, penso che si tratti di una carnevalata o poco più. C'è chi invece la vende come quasi che fosse un dogma.
La chiesa ceca ha riconosciuto Bergoglio eretico insieme al patriarcato di costantinopoli
La storia della fondazione del Patriarcato
Sotto il comunismo in Unione Sovietica la Chiesa Greco-Cattolica Ucraina (CGCU) negli anni 1946-1990 esisteva in clandestinità.

Nel 1996, contro la volontà di tre Metropoliti della CGCU, è stato illegalmente nominato Lubomyr Husar – il vescovo scomunicato da 17 anni che ha vissuto tutta la sua vita in Occidente – come il successore di gravemente malato Cardinale Lubachivsky.

Dal 2002, nel monastero dei Padri Basiliani a Pidhirtsi (regione di Leopoli) ebbe inizio una missione benedetta. Nel 2004, con un decreto segreto № 399/2003 del 6 agosto 2004, Husar esigeva dalle autorità dello Stato l’espulsione dei monaci di Pidhirtsi dall’Ucraina. Nel 2006, Husar ha scritto il libro “Le conversazioni con Sua Beatitudine Lubomyr Husar: Al cristianesimo postconfessionale”, nel quale egli predica diverse eresie che negano l’essenza della Chiesa.

Il 3 marzo 2008 è stata resa pubblica la consacrazione episcopale di quattro monaci basiliani del monastero di Pidhirtsi. Di questo fatto il Santo Padre ha ricevuto una comunicazione insieme con una spiegazione, che questa decisione è stata presa in una situazione di emergenza per il bene della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina. A causa dell’insegnamento pubblico delle eresie da parte di L.Husar, in Ucraina si è creata una situazione di emergenza, simile a quella che era sotto il comunismo, quando i cattolici ortodossi erano perseguitati e la Chiesa era nelle catacombe. Per questo motivo era necessario ignorare la procedura ecclesiastica e ricevere la consacrazione episcopale come era durante il comunismo. Quattro vescovi hanno suggerito una visita personale al Santo Padre, durante la quale Gli avrebbero detto tutti i dettagli della ordinazione vescovile, comprese le foto documentari del rito di ordinazione. Della consacrazione episcopale di quattro padri Basiliani è stato reso noto anche a molti vescovi cattolici e a tutta la società ucraina. Il Santo Padre per questo mancato rispetto della procedura ecclesiastica non ha scomunicato, né ha inflitto alcuna pena a questi quattro vescovi. La reazione del Santo Padre era diversa dalla reazione del Suo predecessore che immediatamente ha scomunicato i vescovi, ordinati da mons. Lefebvre. Il silenzio del Papa in caso di ordinazioni episcopali in Ucraina è stato considerato come il consenso. Naturalmente, i vescovi non hanno comunicato agli apostati i nomi dei consacranti, le circostanze e il tempo della ordinazione. Già per un lungo periodo avevano una triste esperienza con atti ignobili da parte loro, che hanno distrutto tutto il divino nella Chiesa. Poco dopo la pubblicazione delle consacrazioni episcopali sono stati consacrati altri due vescovi, ai quali si sono uniti ancora due vescovi, consacrati in epoca comunista. Così è nato il Sinodo ortodosso della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina come un alternativa al Sinodo apostatico ufficiale della CGCU. A causa dei grandi intrighi da parte della gerarchia ufficiale e della loro manipolazione con le autorità dello Stato, il Sinodo ortodosso era costretto di costituire un ramo ortodosso della CGCU con il nome la Chiesa Ortodossa Greco-Cattolica Ucraina.

Il 5 aprile 2011, a causa della crescente crisi nella Chiesa, il Sinodo ortodosso dei Vescovi ha dichiarato la costituzione del Patriarcato Cattolico Bizantino, la cui sfera di attività va oltre i confini della Chiesa Ucraina, ed è diventato un alternativa di ortodossia per i cattolici ortodossi del rito latino. L’istituzione del Patriarcato ha un motivo grave, e cioè: custodire la dottrina e morale ortodossa in tutta la Chiesa Cattolica! Dal 1 maggio 2011, la struttura ufficiale della Chiesa Cattolica Romana ha perso questa funzione e non è più competente di esercitarla, perché i suoi prelati sono incorsi nella più grave pena di Dio, cioè l’anatema, per elevazione dello spirito di Assisi – che è lo spirito dell’anticristo – all’altare della Chiesa.
Massimo M.I.
La sua esposizione
Massimo M.I.
www.youtube.com/watch non so se sono bizantino anch' io, ma mi sembra corretta l'ansia esposizione