Clicks3K

Fatima e Padre Pio: preziosa testimonianza di don A. Negrisolo (figlio spirituale di Padre Pio)

TESTIMONIANZA SU FATIMA E PADRE PIO

Qual è (...) il peccato che manda più anime all’inferno? È il peccato della carne. L’82% degli italiani ritiene che fare l’amore prima del matrimonio non sia peccato

… parlate voi con i giovani… il bacio tra i fidanzati è peccato mortale… se foste andati a confessarvi da Padre Pio vi mandava via… per un pensiero, per uno sguardo… se guardi e desideri una donna hai già peccato nel cuore.

Nel matrimonio poi… Un tale andò a confessarsi da Padre Pio e gli confessò che aveva fatto male un rapporto con la moglie. Padre Pio: Vattene sciagurato all’inferno! Ma quello non si muoveva e allora Padre Pio: O te ne vai tu o me ne vado io! Allora quello tentò l’ultima carta: Ma Padre il mio parroco mi assolve sempre! E padre Pio: Vai all’inferno tu e il tuo parroco! A chi gli diceva di essere troppo severo Padre Pio replicava: Non sono io che caccio via è Dio che mi obbliga! Spiace più a me che a voi… Niente di macchiato entra in Paradiso! Quando ancora ero prete giovane chiesi a Padre Pio come dovevo comportarmi con chi commetteva sempre lo stesso peccato e lui: Assolvi una volta, due, tre, ma se continui ad assolvere tradisci tuo fratello!

Bisogna convertirsi! Ecco allora il grido dell’Angelo nella visione (del terzo segreto di Fatima, ndr.): Penitenza, penitenza, penitenza! E per riuscirci Suor Lucia di Fatima manda a dire: Pregate, pregate, pregate in continuazione! Un missionario che confidava a Padre Pio di essere molto tentato ebbe questa risposta: Chi non prega mai pecca sempre e certamente si danna. Avete figli che non pregano, se muoiono li piangete all’inferno. Chi prega poco, con poca fede commette sempre qualche peccato. È sempre in pericolo di dannarsi. Chi prega sempre non pecca mai e certamente si salva; è l’unica maniera per salvarsi e salvare gli altri!

Fatima è una cosa grandiosa. Per rendersene conto bisogna andarci! (...) Fatima è il più grande intervento di Dio dai tempi degli Apostoli. La Madonna è venuta e ri-predicarci il Vangelo, a insegnarci a camminare per la strada dei Comandamenti, del Timore di Dio. Quello che più mi ha colpito in questo messaggio è la frase della Madonna: quasi tutti vanno all’inferno… Molti dicono: Dio è misericordioso, Dio non manda nessuno all’inferno, si salvano tutti… quasi tutti all’inferno… Parola della Madonna alla beata Giacinta nel 1920 a Lisbona quando la piccola era ricoverata in ospedale.

Ho spiegato bene Fatima? Siete capaci di spiegarla ai figli? Capite che adesso bisogna praticarla. Penitenza, penitenza, penitenza… questa è la strada, se vogliamo fare del bene a noi stessi e far qualcosa per gli altri in modo da presentarsi al tribunale di Dio con qualcosa in mano…


* * *

Estratto da una conferenza di don Attilio Negrisolo, santo sacerdote figlio spirituale di Padre Pio.

E' possibile (e raccomandabile!) leggere tutta la conferenza, molto bella ed edificante qui: Conferenza di Don Attilio sul Messaggio di Fatima e Padre Pio

___________

ALTRI ESTRATTI

La prima domanda che la Madonna a Fatima rivolge ai tre pastorelli: Siete disposti ad accettare i sacrifici, le sofferenze per la pace, per la conversione dei peccatori? Poi nelle apparizioni successive: Molti si dannano perché non c’è chi prega e si sacrifica per i peccatori! Cosa vuole per primo la Madonna? Pentitevi e non offendete più il Signore! In poche parole: pentiti, liberati dai tuoi peccati, riforma la tua vita, diventa santo; ma dopo aver fatto questo non ho ancora fatto niente, l’ho fatto per me. La Madonna mi chiede: non ci sono più figli che vanno in chiesa, non pregano, sono in pericolo di andare all’inferno, vuoi aiutarmi? Preghiere e sofferenza, sacrifici così possiamo aiutare gli altri.

Se tu vuoi camminare secondo la strada di Dio devi cercare di far trionfare nel tuo cuore il Regno del Cuore Immacolato di Maria altrimenti non abbiamo capito niente! Ecco perché la Vergine Maria alla seconda apparizione dice: Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato! Dio vuole che io sia conosciuta, amata, che le anime si consacrino a me!

* * *

I tre pastorelli hanno visto: Al lato sinistro di Nostra Signora un poco più in alto un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo; ma si spegnevano al contatto dello splendore che Nostra Signora emanava dalla sua mano destra verso di lui: l’Angelo indicando la terra con la mano destra, con voce forte disse: Penitenza, penitenza, penitenza! E vedemmo in una luce immensa che è Dio: qualcosa di simile a come si vedono le persone in uno specchio quando vi passano davanti, un Vescovo vestito di bianco – abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre - Vari altri vescovi, Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c’era una grande Croce di tronchi grezzi come se fossero di sughero con la corteccia; il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce e, allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni…

Il significato di questa visione: la strada del cristiano è quella che va verso la Croce. Qual è stato lo sbaglio dei cristiani di questi tempi? Hanno camminato verso il mondo che è l’opposto della Croce. Il pericolo di oggi è la secolarizzazione cioè impostare la propria vita come se Dio non ci fosse. Gesù dice: Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce... dobbiamo mettere in croce le nostre passioni, vizi, peccati... La visione dei tre pastorelli ci indica che la Chiesa sta andando in rovina, il Papa in mezzo ai cadaveri che rappresentano i martiri, 27milioni di martiri… Il vero cristiano piuttosto che peccare preferisce la morte. Quanta gente bastava che dicesse viva il comunismo ed era salva! Una suora, giovane carmelitana, inseguita dai comunisti che le imponevano di gridare viva il comunismo: lei di rimando Viva Cristo Re, subito uccisa! Quanti in Italia hanno votato comunismo, il divorzio, l’aborto? Madre santa, la fine del mondo…

___________

Don Attilio Negrisolo è stato un devoto di Padre Pio fin dalla prima ora. Ebbe la fortuna di incontrarlo quando ancora era giovane seminarista a Padova. Fu una grazia che lo segnò profondamente, fino a determinare tutta la sua vita. Padre Pio fu il suo confessore, il suo maestro e il suo direttore spirituale. Egli, da parte sua, fu attivo e fervente promotore dei gruppi di preghiera, ardente predicatore di corsi di esercizi spirituali, instancabile direttore di anime e ministro indefesso del sacramento della penitenza. Come Padre Pio fu l'immagine vivente di Cristo sofferente per amore degli uomini, così don Attilio fu immagine di Padre Pio nel cammino della sofferenza, accettata con fede e amore.
vincenzo angelo
Padre Pio disse chiaramente che la sua determinazione nasceva dal dono di giudicare in base al foro interno;non sulla sola gravita' della materia del peccato. Umanamente gli spiaceva.Umanamente sembra che Dio chieda cose difficili o impossibili per i piu',fino a credere contro ogni speranza;cioé fino alla Fede di Abramo,e da qui la sfiducia e la tendenza verso lassismo all'insegna del mal comune …More
Padre Pio disse chiaramente che la sua determinazione nasceva dal dono di giudicare in base al foro interno;non sulla sola gravita' della materia del peccato. Umanamente gli spiaceva.Umanamente sembra che Dio chieda cose difficili o impossibili per i piu',fino a credere contro ogni speranza;cioé fino alla Fede di Abramo,e da qui la sfiducia e la tendenza verso lassismo all'insegna del mal comune mezzo gaudio. Pero'credere contro ogni speranza;a ben rifletterci; non è il vertice eroico...oppure anche lo è,ma è pure il minimo sindacale; un semplice atto di onesta' e direalismo; se si ha chiarezza della condizione umana decaduta e in esilio. Quindi chiedere sempre,ci ricorda don Barsotti.Non farlo è offendere Dio:Quindi pregare molto, dice Padre Pio,e dice la stessa cosa.Non è fanatismo:è realismo.Tant'è che estremamente realistico è il consiglio pratico di San Paolo in materia di carne:"Meglio sposarsi che bruciare".Altrochè formalismo e perbenismo ipocrita; come pensa il mondo occidentale decaduto,e sempre piu' specialista nell'indicarci la luna per farci cadere nel pozzo!Cosi',mentre il mondo indica la luna,moltissim,,purtroppo; guardano la luna.Invece,quando la vera luna la indica la Dottrina,ormai troppi sedicenti cattolici guardano il dito;credendo di saperla lunga;e si atteggiano a disincantati scettici; mezze spie velleitarie; fallite e dementi;poveretti invidiosi cresciuti nel sottoscala della paranoia.Non esiste,e non puo esistere una societa' cosi' perfetta che nessuno abbia piu' bisogno di essere buono; e quindi di pregare e chiedere a Dio di esserlo e di continuare a esserlo per Grazia,non certo per natura.(T.S.Eliot) vimeo.com/139901449